Comunicato dell’Ufficio stampa della Regione Campania.
TURISMO – INAUGURATA OGGI A ISCHIA THERMALIA ITALIA 2004. L’ASSESSORE TERESA ARMATO: «UNA TRA LE PIU’ IMPORTANTI FIERE TURISTICHE D’EUROPA».
Ha preso il via stamattina a Ischia l’edizione 2004 di Thermalia Italia, l’importante Borsa Internazionale del Turismo Termale e del Benessere.
La manifestazione, giunta alla sua quindicesima edizione, è promossa e finanziata dall’Assessorato al Turismo della Regione Campania, coordinata dall’Ente Provinciale per il Turismo di Napoli e organizzata dall’agenzia Progecta.
Rispetto alle edizioni precedenti, Thermalia Italia si presenta completamente rinnovata e decisamente potenziata. Fino a domenica 17, infatti, la manifestazione ischitana ospita, per la prima volta, oltre 1.500 partecipanti, tra operatori turistici italiani e stranieri, specialisti medici, delegati dei Cral del turismo sociale, agenti di viaggio, manager e direttori marketing di prestigiose aziende nazionali e internazionali. Thermalia Italia propone, nel suo ricco calendario, confronti tra tutte le città termali nazionali, workshop con tour operator provenienti da 18 Paesi stranieri e centinaia di operatori italiani dell’offerta, qualificati forum scientifici e convegni sul turismo termale.
«Per quest’anno abbiamo fatto uno sforzo straordinario – sottolinea l’assessore regionale al Turismo, Teresa Armato – per rilanciare definitivamente il marchio di una tra le fiere turistiche più importanti d’Europa. Anche i numeri, infatti, dicono che Thermalia Italia si propone in modo totalmente nuovo rispetto alle edizioni passate, partendo dalla sua location tradizionale, cioè Ischia, e guardando al futuro di un mercato in continua evoluzione. Quello legato al termalismo è un turismo di grande prospettiva e noi vogliamo essere sempre più capaci di intercettare i consistenti flussi turistici di questo comparto, che consideriamo fondamentale per la corretta crescita dell’intera industria turistica regionale. E, da questo punto di vista, saranno decisivi anche i consistenti investimenti che abbiamo previsto nel Progetto Integrato della “Filiera Termale”».


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.