LA SETTIMANA DEL PINZIMONIO IN IRPINIA
di Luciano Pignataro.

Valle dell’Ufita, Irpinia.
9-15 giugno: la settimana del pinzimonio.
Itinerario gastronomico lungo i sentieri dell’olio d’oliva e delle verdure della Valle dell’Ufita.
La Settimana del Pinzimonio è un’iniziativa promossa da Slow Food Italia e Slow Food Editore, il progetto nasce per promuovere la cultura dell’olio d’oliva, in abbinamento alle produzioni agroalimentari tradizionali e caratterizzanti il territorio ufitano.
In primavera la Valle dell’Ufita è un tripudio di colori, sapori e profumi, che pervadono il paesaggio e gli antichi centri disseminati nella campagna.
É un’occasione per conoscere un territorio e i suoi prodotti, fare festa, spesso per celebrare rituali secolari legati ai ritmi e alle usanze del mondo contadino e, insieme, per ribadire e mostrare a chi viene da fuori le nobili origini e la ricchezza culturale che ogni paese, anche il più piccolo,conserva e tramanda con orgoglio.
LA SETTIMANA DEL PINZIMONIO è un’iniziativa di Slow Food Italia, attuata dalla Condotta Slow Food Baronia e Valle Ufita.
LA SETTIMANA DEL PINZIMONIO è un’opportunità per condividere e conoscere le modalità di coltura dell’olivo, le caratteristiche delle diverse cultivar, le innumerevoli espressioni degli oli, le tecniche di degustazione e l’abbinamento con i cibi.
LA SETTIMANA DEL PINZIMONIO è un articolato percorso attraverso le aziende olivicole, i frantoi, i terreni di coltivazione, le osterie, i siti archeologici e culturali del territorio per ammirare gli ulivi, parlare con i produttori, prendere parte a incontri e degustazioni guidate.
LA SETTIMANA DEL PINZIMONIO e, un’esperienza che vi farà diventare più consapevoli all’acquisto del buon olio e dei prodotti della Valle dell’Ufita; di prodotti Buoni,Puliti e Giusti;
LA SETTIMANA DEL PINZIMONIO EDUCA:
attraverso degustazioni, incontri, le attività si svolgeranno presso i frantoi, gli oleifici, aziende agricole del territorio.
In collaborazione con i produttori si offriranno dei percorsi educativi di conoscenza del prodotto.
LA SETTIMANA DEL PINZIMONIO PROMUOVE: la cultura del cibo buono, pulito e giusto: che soddisfa il palato, che non danneggia l’ambiente e che rispetta il lavoro di chi lo produce.
LA SETTIMANA DEL PINZIMONIO TUTELA:
la biodiversità e le comunità del cibo, perché vogliamo che lo sviluppo non sia solo economico, ma badi anche alla felicità delle persone.
INFO
CONDOTTA SLOW FOOD BARONIA e VALLE UFITA www.condottabaroniadivico.it
fiduciario Franco Archidiacono
Tel. 339.3443942
30/05/2008 dal sito: www.lucianopignataro.it

—————————–
LA SETTIMANA del PINZIMONIO
di Lidia Merola

Itinerario gastronomico lungo i sentieri dell’olio d’oliva e delle verdure della Valle dell’Ufita
Ancora una volta la Condotta Slow Food Baronia e Valle Ufita ci invita a scoprire e vivere il territorio della Valle dell’Ufita, i suoi paesaggi, le antiche usanze, la genuina convivialità della sua gente e i sapori di questa terra, partendo dal più antico dei condimenti: l’olio extravergine di oliva.
La Settimana del Pinzimonio è un’iniziativa promossa da Slow Food Italia e Slow Food Editore, ideata con lo scopo di promuovere la cultura dell’olio d’oliva, in abbinamento alle produzioni agroalimentari tradizionali e caratterizzanti il territorio ufitano.
Un’occasione per conoscere le modalità di coltura dell’oliva, visitare le aziende olivicole e i frantoi, imparare a riconoscere, attraverso percorsi educativi, i prodotti di qualità.
Il programma è ricco e prende il via il 9 giugno con un dibattito pubblico, presso l’Oleificio Fam di Venticano, dal titolo “‘Olio extra vergine di oliva, crudo o cotto? i miei dubbi sull’olio”, alla presenza di coproduttori, ristoratori, olivicoltori e frantoiani, studiosi ed esperti del settore, giornalisti.
In mattinata sarà anche presentata la Guida agli extravergini 2008 di Slow Food Editore.
La giornata prosegue con la degustazione guidata dell’olio extravergine di oliva Ravece e dei prodotti del territorio, la visita guidata all’oleificio Fam con annesso frantoio e al prosciuttificio Vittorio Ciarcia.
Si prosegue per tutta la settimana con laboratori del gusto, pranzi e cene con il Pinzimonio e un menu a “Km zero” proposto dai ristoranti:
La Pignata (Ariano Irpino), Locanda Il Palazzo (Carife), Agriturismo Petrilli (Flumeri), Agriturismo Fontana Madonna (Frigento), La Pergola (Gesualdo),
Al fusillo d’Oro (Grottaminarda), Trattoria Di Pietro (Melito Irpino), La vecchia scalinata (Scampitella), Osteria dei Briganti (Scampitella), Minicuccio (Vallesaccarda), Oasis, Sapori Antichi (Vallesaccarda).
La manifestazione si conclude il 15 giugno presso la locanda “Al Palazzo” di Carife con la premiazione dei vincitori del Primo concorso fotografico nazionale ‘L’olivo italiano ed il fascino dei suoi territori’, ideato per incentivare gli amanti della fotografia, della natura e della biodiversità a frequentare e conoscere il territorio dell’olivo, offrendo anche ai non appassionati la possibilità di coglierne le bellezze.
Lidia Merola
INFO
Per pranzare e/o cenare è obbligatoria la prenotazione.
Il costo dei pranzi e/o delle cene è di 25 euro, esclusi i vini.

————————
IL CONCORSO COLLEGATO
————————
I° CONCORSO FOTOGRAFICO NAZIONALE, L’OLIVO ITALIANO ED IL FASCINO DEI SUOI TERRITORI.

REGOLAMENTO
Condizioni di ammissione
Il concorso si rivolge a persone di tutte le nazionalità e di tutte le età: Dilettanti e professionisti.
La quota di partecipazione è di € 10,00 che saranno devoluti alla Fondazione Terra Madre che sta preparando la terza edizione di Terra Madre, 23 – 27 ottobre a Torino, incontro mondiale delle comunità del cibo, occasione di incontro e di scambio a livello planetario tra realtà produttive unite da uno stesso approccio alla produzione sostenibile di cibo e di progettare una nuova economia del cibo fondata sui valori di equità e benessere.
www.terramadre.info.
Ogni partecipante potrà presentare un massimo di 2 fotografie.
La forma di partecipazione è anonima.
Tema del concorso: L’olivo italiano ed il fascino dei suoi territori. Paesaggio, Ambiente e Biodiversità.
Categoria del concorso.
Fotografie a colori e bianco e nero.
Modalità di presentazione della proposta ed elaborati di concorso
Le proposte, pena esclusione, dovranno essere presentate in plico chiuso riportante esternamente la dicitura: 1° concorso fotografico nazionale.
L’olivo italiano ed il fascino dei suoi territori. Indirizzare alla Condotta Slow Food Baronia e Valle Ufita, c/o il Fiduciario Franco Archidiacono, via Cesta 10, 83050 Vallesaccarda (AV).
Allo scopo di garantire l’anonimato, sul plico oltre all’indirizzo di spedizione dovrà comparire un motto che lo
contraddistingua composto da tre lettere e due numeri, es. FRA73. Lo stesso motto dovrà essere riportato sulla parte posteriore dell’elaborato fotografico, sulla fronte della busta interna e sulla scheda di partecipazione allegata al presente bando unitamente al nome, cognome e indirizzo
dell’autore.
La scheda dovrà essere posta in una busta opaca sigillata recante sul fronte – domanda di iscrizione- e il motto prescelto.
Le proposte dovranno pervenire esclusivamente tramite spedizione postale o agente autorizzato.
Per garantire l’anonimato, dovrà essere indicato quale mittente la
Condotta Slow Food Baronia e Valle Ufita, via Cesta 10, 83050 Vallesaccarda (AV).
Le proposte dovranno pervenire entro il 10 giugno 2008.
Il plico chiuso deve contenere al suo interno, esclusivamente una busta chiusa opaca e le fotografie di concorso.
La busta chiusa opaca, dovrà contenere:
.- la domanda di partecipazione al concorso, utilizzando il fac-simile allegato al bando;
.- quota di partecipazione di € 10,00.
All’interno del plico le fotografie di concorso dovranno essere:
.- inedite, ogni autore è responsabile; fotografie di dimensioni cm.30 x 45 montate su supporto rigido (cartonplum, forex o similari di spessore
minimo di 5 mm.);
breve relazione di accompagnamento alle fotografie (max. 20 righe);
file jpg. con risoluzione minima di 300 dpi.
Gli organizzatori del concorso, pur assicurando la massima cura alle opere pervenute, declinano ogni responsabilità per il materiale pervenuto in
ritardo, nonché per eventuali smarrimenti, furti o danneggiamenti.
Le opere inviate non saranno restituite e potranno essere utilizzate liberamente
(citandone l’autore) per altri eventi e/o manifestazioni o pubblicazioni organizzati dalla Condotta Slow Food Baronia e Valle Ufita.
Richiesta di chiarimenti e quesiti
Eventuali richieste di chiarimenti e quesiti potranno essere richiesti esclusivamente via e-mail, all’indirizzo: info@condottabaroniadivico.it, oggetto: concorso fotografico.
Le risposte ai quesiti saranno pubblicate sul sito internet della Condotta Slow Food Baronia di Vico
www.condottabaroniadivico.it, dove sarà possibile anche scaricare il bando di concorso e i suoi allegati.
Commissione giudicatrice
La Giuria sarà composta da professionisti del settore fotografico, ambientalisti, ecologisti, e professionisti impegnati nel settore.
Verranno giudicate tutte le opere pervenute e successivamente si procederà alla selezione.
I vincitori saranno valutati secondo il giudizio insindacabile e inappellabile della commissione esaminatrice e la partecipazione al concorso implica l’accettazione incondizionata del presente regolamento.
Il metodo utilizzato per la valutazione delle immagini, privilegerà:
.- la capacità tecnica dell’autore; la novità e l’originalità della foto.
L’organizzazione può escludere le foto non collegate in alcun modo al tema univoco del concorso.
Premi
Verranno premiate 3 fotografie che riceveranno in premio un carrello di 12 bottiglie di olio extravergine di oliva di qualità Ravece.
INFO
Per ulteriori informazioni sull’iniziativa e sul regolamento del Concorso Fotografico: www.condottabaroniadivico.it;
info@condottabaroniadivico.it

da: lidiamerola@libero.it


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.