Unione Nazionale Cooperative Italiane
Coldiretti Campania
FEDERAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA
COOP; AL VIA ANCHE IN CAMPANIA ACCORDO POLITICO- STRATEGICO UNCI – COLDIRETTI

Procede anche in Campania il cammino per realizzare la più grande centrale cooperativa agroalimentare nazionale e l’affermazione di una filiera agricola tutta italiana capace di far superare l’attuale basso potere contrattuale dell’agricoltura, la sempre più scarsa presenza nella grande distribuzione di prodotti realizzati direttamente dagli agricoltori italiani ed il meccanismo perverso della forte divergenza tra i bassi prezzi pagati in campo e quelli richiesti al consumo, che provoca effetti devastanti sul tessuto imprenditoriale e sul potere d’acquisto dei consumatori.

Si è tenuto a Napoli, presso la sede regionale della Coldiretti, il primo incontro tra Unci e Coldiretti Campania, in attuazione dell’intesa siglata dal Presidente nazionale Unci, Luciano D’Ulizia, e dal Presidente nazionale Coldiretti, Sergio Marini che favorisce questi intenti con un articolato progetto politico, organizzativo, economico e sociale, i cui obiettivi sono la crescita dell’economia cooperativa e la promozione di uno sviluppo per il Paese fondato sulla valorizzazione delle distintività territoriali, delle tradizioni e delle specificità locali, all’interno del quale si distingue il ruolo sociale ed economico della cooperazione in termini di crescita, occupazione, solidarietà, oltre che di forte elemento di coesione sociale e territoriale.

Allo scopo del perseguimento delle finalità condivise i vertici regionali delle due centrali hanno deciso di creare un’ampia rete territoriale per la rappresentanza, assistenza e tutela delle cooperative aderenti.
In questa prima fase, la collaborazione, si articolerà in progetti relativi al consumo alimentare basato su prodotti della filiera agricola italiana, alle fattorie sociali, alla bioenergia, alla pesca e al credito.

La sinergia tra Unci e Coldiretti Campania, inoltre, sarà diretta all’organizzazione del prossimo congresso regionale dell’Unione Nazionale Cooperative Italiane.

“L’impegno avviato va verso l’affermazione di una filiera più “trasparente”, più “onesta” perché agricola e più “pulita” perché italiana.
Una filiera che ha le sembianze e ‘la firma’ degli agricoltori e degli allevatori italiani.
Una filiera che trasferisca direttamente al consumatore italiano e del mondo i valori di genuinità, sicurezza, territorialità, distintività e convenienza che sono propri della nostra produzione e rappresentano il vero valore aggiunto della produzione e della cooperazione italiana” – spiega il presidente della Coldiretti campana, Gennarino Masiello.
In questo quadro, le cooperative agricole rappresentano i soggetti fondamentali per la costruzione della filiera agricola tutta italiana con particolare riguardo all’aggregazione dell’offerta, alla trasformazione del prodotto italiano ed alla valorizzazione delle imprese agricole.

“Un progetto volto a dare risposte alla necessità, oggi più che mai” – afferma il direttore della Coldiretti campana, Vito Amendolara – “di combattere con lo sviluppo dell’economia cooperativa e la valorizzazione delle peculiarità territoriali, delle tradizioni e delle specificità locali, le speculazioni finanziarie e le distorsioni dei prezzi dal campo alla tavola migliorando l’efficienza della filiera agroalimentare, a difesa dei redditi delle imprese e del potere di acquisto dei cittadini di alimentarsi in maniera sana. Si tratta” – specifica Amendolara – “di una rivisitazione del modello cooperativo nell’ottica di valorizzazione delle potenzialità di un territorio ricco come quello campano”.
“Sono molto soddisfatto del cammino appena intrapreso” – afferma il presidente dell’Unci Campania, Gabriele Capitelli – “Sono certo che la collaborazione tra noi e la Coldiretti porterà un grosso beneficio alla nostra regione e all’intero Paese. La sinergia tra queste due realtà rappresenta un’occasione di crescita e sviluppo della cultura cooperativistica, che potrà sicuramente coinvolgere altri settori e rafforzare la nostra economia”.

da: Rivieccio Nicola [nicola.rivieccio@coldiretti.it]


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.