LA NUOVA NAVE GRIMALDI PER BARCELLONA
Di Laura Caico
Capitani coraggiosi. I cospicui investimenti realizzati nel corso di questi ultimi anni nel progetto “Autostrade del Mare” testimonia lo spirito imprenditoriale del Gruppo Grimaldi Ferries Prestige di Napoli, capitanato dal patriarca Guido e dai figli Manuel e Gianluca, che ha recentemente arricchito la sua flotta di traghetti ro/pax con il “battesimo”della new entry, l’Eurostar Barcelona” guidata dal valente comandante torrese Salvatore Mastellone, che copre la tratta da Civitavecchia per il capoluogo della Catalogna, in sostituzione dell’Eurostar Valencia, ora in funzione sulla recentissima autostrada del mare Civitavecchia-Tolone, realizzata in joint venture con gli armatori francesi del Gruppo Louis Dreyfus Lines.
Il primo viaggio ufficiale dell’Eurostar Barcelona, a cui ho partecipato con entusiasmo insieme a una nutrita rappresentanza di giornalisti italiani e stranieri, è avvenuto da Civitavecchia ed è stato concluso con una cerimonia ufficiale nel porto di Barcellona con l’autorevole presenza del vicesindaco della città Imma Mayol i Beltràn nelle vesti di madrina, delle autorità portuali e governative catalane, esponenti del mondo dei trasporti e del turismo italiano e spagnolo. Ho molto apprezzato il coinvolgimento dei quadri istituzionali catalani, attenti a favorire chi offre possibilità di sviluppo ai porti, moltiplicando il volume dei trasporti e favorendo i contatti sia commerciali che turistici: una sensibilità che premia la Catalogna e contribuisce ad ampliare i suoi orizzonti economici per il presente e per l’avvenire.
L’Eurostar Barcelona, ex Prometeus, batte bandiera italiana ed è una modernissima nave lunga m. 212 larga m. 25 che raggiunge una velocità di crociera di 32 nodi e collega i porti di Civitavecchia e Barcellona in sole 20 ore: la sua capacità di carico è di 1.900 metri lineari di merce rotabile, di 100 auto e dispone di 202 confortevoli cabine (con aria condizionata, doccia e Wc e, in alcuni casi, anche Tv satellitare), di due “suite”, di due cabine per disabili, nonché di 151 poltrone per complessivi 1.200 passeggeri. A bordo, il tempo passa piacevolmente e le comitive di studenti in viaggio- studio fra i due capolinea, nonché i passeggeri, hanno a disposizione due bar, discoteca, due ristoranti (uno self-service, l’altro “à la carte”, gestito dall’onnipresente maitre Corrado Belviso che sovrintende ai pasti preparati dagli chef di bordo Pietro Generoso e Salvatore Esposito) una sala videogiochi, un negozio fornito di articoli da regalo e di uso personale ed una saletta ricreativa con televisore digitale riservata ai bambini presenti a bordo: Il Centro Informazioni supervisionato dall’abile commissario di bordo Ilaria Sorrentino si avvale di ottimi operatori come Marco Carpigiani, Chiara Gatti e Vittoria Vitale.
L’Eurostar Barcelona dispone, infine, di una piscina con bar e vasche idromassaggio e di un Centro Benessere, dove vengono effettuati trattamenti di bellezza, massaggi rilassanti e dimagranti (e vi posso garantire che la simpatica Tamara Abril Mcpherson, di origine cubana, è molto preparata e professionale) e si può usufruire di apparecchiature solari: con l’entrata in vigore di questa nuova splendida unità, il servizio Civitavecchia-Barcellona diventa giornaliero con partenze dalle rispettive città alle ore 19:00 e con arrivo allo scalo opposto alle ore 15:00, contribuendo in modo significativo al programma delle Autostrade del Mare, tese a sottrarre traffico pesante e ordinario dalle vie rotabili abituali, incrementando i trasporti e abbassando sensibilmente l’inquinamento acustico e atmosferico. La vita di bordo scorre in modo funzionale, grazie all’attento staff di ufficiali agli ordini del dinamico e simpatico comandante Mastellone, fra cui Louis Colaianni, Giuseppe Caso, Ermando Iacono, Francesco Santangelo, Giuseppe Cefalù, e di ingegneri capitanati da Francesco Barbato, ovvero Cesare Mattera, Giuseppe Coppola, Antonio Mitrano, Aldo Russo, Gennaro De Luca, tutti molto efficienti e disponibili; per qualsiasi problema di natura medica, c’è il gioviale dr. Francesco Nicolò, reperibile sia di giorno che di notte, per ovviare a qualche intemperanza alcolica o alimentare dei passeggeri e per fronteggiare qualsiasi tipo di emergenza.
Il potenziamento della linea Civitavecchia – Barcellona arricchisce la rete di Autostrade del Mare del Gruppo Grimaldi Napoli che già collega altri porti del Mediterraneo come Tolone, Livorno, Malta, Palermo, Salerno, Tunisi, Valencia e Cagliari con i Car Ferry Eurostar Valencia (gestito dalla Grimaldi & Louis Dreyfus Lines) e Eurostar Salerno e contribuisce a decongestionare ulteriormente le autostrade consentendo di evitare code, ingorghi, valichi come le Alpi e i Pirenei.

Categorie: Mare e Pesca

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.