Il mercatino ”Aspettando il Natale “
di sabato 23 a Serrastretta, contrada Viterale
Se qualcuno aveva dubbi sulla bontà e sulla semplicità di questo mercatino organizzato dalle famiglie di Viterale legga l ‘articolo scritto dal gruppo Viterale. Non si tratta dei soliti mercatini stereotipati in cui si trova di tutto pur di fare cassa. A Viterale troverete le facce e le mani dei contadini che organizzano tutto questo con il piacere di accogliervi e di presentarvi i tesori della terra e le originali preparazioni. E se fa freddo e se non abbiamo particolari problemi familiari o impedimenti, andiamoci comunque con i guanti e le sciarpe…Anche questo fa parte del contesto e capiremo meglio il valore della tenace “resistenza” di chi vive ed opera in questa contrada.
Nota: Viterale è una contrada rurale del comune di Serrastretta e si raggiunge dal capoluogo proseguendo lungo la provinciale direzione lamezia o da lamezia/ nicastro salendo da via del progresso . Ancora tanti auguri di buon Natale,Marisa Gigliotti

Questa la nota di Angelo Aiello tra gli organizzatori del gruppo delle famiglie di Viterale
Ricco e concentrato il programma della quinta edizione di “Aspettando il Natale 2017” che il 23 dicembre si terrà a Serrastretta nella contrada Viterale.
Il “Gruppo Viterale” rappresentato da tutte le famiglie del luogo col patrocinio del Comune di Serrastretta con la collaborazione dall’Associazione Dalida e da Slowfood Soverato versante dello Ionio sta ultimando i preparativi per l’evento previsto per il pomeriggio di sabato 23 dicembre prossimo.
Le previsioni meteorologiche sembrano dar ragione anche per questa edizione alla caparbietà degli organizzatori che sfidano ogni anno la pioggia o la neve che se presente vanificherebbero gli sforzi al punto che la manifestazione potrebbe non tenersi o quantomeno tenersi in forma molto ridotta avendo a disposizione come parte riparata dalle intemperie l’utilizzo dei locali della ex scuola elementare di Viterale.
Sara celebrata la santa Messa a cura del sacerdote Don Antonio Costantino della parrocchia di Serrastretta che con i volontari della Speranza A.U.G. in uno stand appositamente allestito faranno una raccolta volontaria di fondi per le popolazioni di Bolivia e Uruguay.
Gli stand con i prodotti dell’agricoltura e artigianato locale saranno la vetrina per le spese delle prossime feste.
Tra questi prodotti uno in modo particolare fa la differenza e cioe’ la “rusarella”. Si tratta della pastilla cotta a vapore che una piccola azienda familiare produce e commercializza.
Intorno a questo prodotto opera da anni la comunità di Terra Madre “Castagne e Pastille di Serrastretta” che è emanazione di Slowfood Soverato Versante Ionio che proprio in questa manifestazione celebra il Terra Madre Days valorizzando i frutti della terra prodotti in modo rispettoso dell’ambiente.
La casetta di Babbo Natale, lo spettacolino di bolle di sapone di Gessica allieteranno i piu’ piccini.
Apprestandosi il Natale non possono mancare le “grispelle”, fritto ottenuto da impasto di farina patate e lievito, che accompagnate da un bicchiere di vino potranno essere degustate a Viterale.
Ma dall’origine di questa manifestazione la protagonista è la pignolata. Il miele di castagno darà il sapore inconfondibile. La bontà ma anche la forma di presentare questo gustosissimo dolce delle feste natalizie ha caratterizzato le precedenti edizioni, si è passati dal serpentone da record all’albero di natale addobbato con le palline fatte di pignolata alla scritta augurale sempre di pignolata.
Quest’anno in rispetto della produzioni del luogo quindi a chilometro zero gli organizzatori hanno pensato di fare di pignolata il perimetro del nostro territorio. Per soddisfare la vostra curiosità ed il vostro palato basta venire a trovarci naturalmente ben riparati dal fresco inevitabile di questo periodo per portarvi a casa qualcosa di genuino e di originale, alimenti o ricordini per i vostri regali delle feste.
Potrete acquistare la pignolata già pronta oppure in sacchetti da preparare a casa con il miele nel momento a voi più congeniale ma mantenendo tutte le caratteristiche della nostra tradizione.
Durante tutto l’anno potrete degustare i prodotti della zona in tutti i locali del luogo e soprattutto nell’Agriturismo “E Turre” di Marco Molinaro a Viterale e nel ristorante Il vecchio Castagno di Delfino Maruca a Serrastretta che hanno fatto tesoro della filosofia Slowfood.
In questa piccola contrada, Viterale, troverete ad attendervi ed a farvi gli auguri buone feste, anche se difficilmente li vedrete, il piccolo Maicol di pochi mesi e la Piccola Alice di poche settimane che in quest’anno 2017 sono arrivati ad allietare ed a popolare questa terra.
marisa gigliotti


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *