CORTEO STPRICO A S.LEUCIO DI CASERTA

Oltre 200 figuranti in abiti del Settecento, una partecipazione di pubblico proveniente da tutta la Campania, un coinvolgimento di popolo che è andato oltre le più rosee previsioni.

Questo il bilancio, più che lusinghiero, del Corteo Storico della Real Colonia di San Leucio, che si è svolto il 29 giugno sera nella magnifica cornice del borgo borbonico nell’ambito delle festività dedicate alla Madonna delle Grazie.

Un appuntamento fisso che da più di trent’anni rappresenta un momento di incontro e di festa per la comunità leuciana.

«Nel corso di questi anni – ha dichiarato don Battista Marello, il parroco della comunità e una delle anime del Comitato Organizzatore – il corteo è stato di volta in volta migliorato e di conseguenza arricchito con nuove figure e simboli tanto da raggiungere, quest’anno, anche grazie alla partecipazione fortemente qualificata dell’Istituto d’Arte, il numero ragguardevole di 200 figuranti. Nella scenografia naturale che offre il luogo, sono state inserite musiche e danze che raccontano la storia di S. Leucio prendendo spunto dal codice delle leggi firmato da Ferdinando IV promulgato a beneficio degli abitanti della colonia. A tutti va il mio ringraziamento perché ritrovarci nella nostra storia è un forte collante per la nostra crescita e per la nostra armonia». Anche quest’anno il Corteo è stato inserito nell’ambito delle manifestazioni del Leuciana Festival, manifestazione di cultura e spettacoli di richiamo internazionale realizzata dalla Regione Campania e dal Comune di Caserta, collocando il corteo in una posizione di prestigio nell’ambito delle attese culturali che offre il panorama artistico della città. Dal cancello d’ingresso del Belvedere, ieri sera, le trombe hanno annunciato l’inizio della sfilata. Via del Setificio, via Vaccheria, via Antonio Panelli, piazza della Seta per poi raggiungere il cortile del Belvedere dove il gruppo “De Utopia”, gli allievi del corpo di ballo della scuola “A ritmo di danza” ed i giovani della comunità leuciana, hanno presentato uno spettacolo di chiusura composto da monologhi, poesie e canzoni dal titolo “S. Leucio, nel canto, nel ballo e nella poesia”.

Il programma del 30 giugno:

– ore 8 il lancio della carta
– ore 9 giro per le vie del Borgo del Complesso Bandistico
“Francesco Marchesiello – Città di Marcianise”
– ore 9,30 deposizione di una corona di alloro al Monumento ai Caduti con esecuzione di brani di musica classica
– ore 10.30 la celebrazione della messa solenne con canti del “Coro e Orchestra Arcadia” diretto dal Maestro Antonio Gentile
– ore 19.30 la Processione per le vie del Borgo dell’immagine della Madonna delle Grazie. Al termine, fuochi pirotecnici.

Il 1° luglio, alle ore 8, nuovo lancio di bombe carta, alle 10 poi la messa per la Madonna delle Grazie.

don Battista Marello
Comitato Festeggiamenti
Corteo Storico San Leucio

da: comunicatixlastampa [comunicatixlastampa@libero.it]


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.