“Il cinema ci racconta: l’Italia tra ieri, oggi e domani” Laboratorio e rassegna di Cinema a Poggioreale
Maggio – Luglio 2018

In anteprima a Napoli il doc sul ritorno dei curdi a Kobane
presentato dal Direttore del Festival dei Popoli
Venerdì 4 maggio 2018 ore 21.00
Cinema Astra – via Mezzocannone, 109 – Napoli
RADIO KOBANÎ
di Reber Dosky
(Paesi Bassi 2017 – 72′)
Introduce la proiezione Alberto Lastrucci Direttore Artistico del Festival Internazionale dei Popoli di Firenze
Venerdì 4 maggio alle ore 21.00 al Cinema Astra (Via Mezzocannone 109 a Napoli) un’altra grande esclusiva cinematografica, in anteprima a Napoli, per AstraDoc: RADIO KOBANÎ di Reber Dosky, film vincitore di numerosi premi in tutto il mondo tra cui Miglior Documentario al Camerimage Festival, selezionato in concorso ufficiale all’IDFA di Amsterdam e presentato in Italia alla 48° edizione del Festival dei Popoli a Firenze. Sarà proprio Alberto Lastrucci, Direttore Artistico del Festival dei Popoli, il più antico festival di cinema documentario europeo, ad introdurre la proiezione al Cinema Astra.
Girato nell’arco di tre anni, durante e dopo i combattimenti, Radio Kobanî è un documento crudele e potente di una delle più sanguinose battaglie contro lo Stato Islamico, così come un racconto ispiratore di resilienza e amore, un inno di speranza diffuso su onde radio. Un documentario emotivamente straordinario che sta girando il mondo con il racconto del ritorno alla vita de i curdi a Kobanê dopo la distruzione della città.
Finita l’occupazione dello Stato Islamico di Kobanê, la popolazione curda lentamente rientra in quella che una volta era la propria città e che oggi si presenta come un cumulo di macerie, sotto cui sono ancora nascosti gli strazianti segni dell’orrore che si è consumato in quel luogo.
Dopo lo scioccante racconto di questa rientro della gente, pian piano si tenta di ritornare ad una normalità. Attraverso la radio, messa su appena liberata la città siriana dall’occupazione dell’Isis, da parte di una giovane giornalista curda, Dilovan, che racconta proprio quella vita che riprende, con interviste ai sopravvissuti, ai profughi di ritorno, ai combattenti e ai poeti che danno un senso di appartenenza agli ascoltatori, lei stessa usa la radio per raccontare non solo la vicenda più ampia dei curdi, ma anche la propria storia personale.
Il film ci mostra, quindi, il graduale ritorno alla vita di Kobanê e il lento processo di ricostruzione della città liberata dall’assedio dello Stato Islamico, a cui contribuisce anche quella libertà della radio di Dilovan, rifugio e conforto per sopravvissuti, soldati e musicisti della Siria, che diviene pian piano megafono della voglia di riscatto e di recupero della dimensione umana da parte di una popolazione straziata dagli orrori della guerra.
Con questa narrazione Radio Kobanî restituisce uno dei più accorati ritratti mai realizzati su quei luoghi e su quella gente che si è sacrificata per il bene del resto del mondo nella battaglia contro le follie dello Stato Islamico. Il documentario rappresenta, perciò, anche lo spunto per riflettere su quello che sta accadendo ora con i curdi abbandonati al loro destino da quelli che prima li avevano sostenuti e foraggiati.

Reber Dosky (1975, Dohuk /Kurdistan) è un regista curdo-olandese. Vive in Olanda dal 1998. Ha studiato regia cinematografica alla Netherlands Film&Television Academy completando gli studi con il film con cui si è laureato, The Call (2013) che racconta l’impatto della guerra e della separazione tra un padre e un figlio. The Call ha partecipato a molti festival internazionali ottenendo diversi riconoscimenti. Il corto documentario Sniper of Kobanî (2015) l’ha portato alla ribalta internazionale ed è stato premiato da molti festival.
AstraDoc è organizzata da Arci Movie Napoli, Parallelo 41 Produzioni, Università degli Studi di Napoli Federico II e Coinor.

***
Il botteghino sarà aperto da mezzora prima dell’inizio delle proiezioni.
INGRESSO 3,00 € | SOCI ARCI 2,50 €

Coordinate rassegna:
Curatore: Antonio Borrelli
Dove: Cinema Astra, via Mezzocannone, 109 Napoli
INFO: 081.5967493 | FB: Astradoc – Viaggio nel Cinema del Reale | www.arcimovie.it | info@arcimovie.it
Info stampa: Dott.ssa Roberta D’Agostino 3384546447 | dagostino.roberta@gmail.com

PROGRAMMA
4 maggio
ORE 21.00 RADIO KOBANÎ di Reber Dosky (Olanda 2017 – 72’)
La proiezione sarà introdotta da ALBERTO LASTRUCCI Direttore del Festival dei Popoli
11 maggio
ORE 21.00 RAMY GENERATION di David Batty (Gran Bretagna 2017 – 75’)
18 maggio
ORE 19.30 NON PUÒ ESSERE SEMPRE ESTATE di Sabrina Iannucci e Margherita Panizon (Italia 2018 – 62’) *
ORE 21.00 VITA DI MARZOUK di Ernesto Pagano (Italia 2018 – 52’) *

————————————————————————-
20 incontri con ospiti del mondo della cultura, dello spettacolo, del cinema e della televisione compongono la rassegna “Il Cinema ci racconta: L’Italia tra ieri, oggi e domani” che prenderà il via il 4 maggio (10 maggio 2018 si terrà la presentazione del progetto alla presenza dell’Assessore regionale Lucia Fortini) all’interno del carcere di Poggioreale (dalle 12 alle 15 o dalle 13 alle 16). L’iniziativa nasce dalla sinergia tra Arci Movie e la scuola serale del CIPIA2 di Napoli che vede impegnati 4 docenti e 2 volontari di Arci Movie che lavoreranno su due laboratori paralleli con due gruppi diversi di detenuti: il giovedì nel padiglione Genova e il venerdì negli spazi della scuola del carcere. Arci Movie da diversi anni svolge con i suoi operatori e volontari attività sociali di promozione del cinema nelle carceri napoletane (Poggioreale e Secondigliano) con laboratori, proiezioni, rassegne e incontri con attori, registi, intellettuali e operatori sociali sensibili alla condizione carceraria dei detenuti. In particolare, nell’ultimo biennio l’attività nel carcere di Poggioreale di Napoli si è particolarmente intensificata, trovando un grande riscontro di attenzione e partecipazione nelle istituzioni carcerarie e nella dirigenza della scuola serate, ma soprattutto nei detenuti coinvolti.
“Oltre ad avere riaperto e difeso vecchie sale di città e aver insistito sul valore e la bellezza del cinema all’aperto nei parchi pubblici dichiara Roberto D’Avascio presidente di Arci Movie – negli ultimi anni la nostra associazione sta lavorando molto per portare la possibilità del cinema in luoghi ancora più difficili e lontani come le carceri. Sempre con l’obiettivo di riattivare forme di educazione e di socialità attraverso la cultura, in particolare attraverso un magico flusso di luce e di immagini capaci di raccontarci delle storie. Con la risposta della grande passione che molti detenuti hanno dimostrato alle proiezioni”.

La rassegna è dedicata ad una serie di classici del cinema italiano dagli anni ’50 ai giorni nostri, capaci di raccontare il nostro paese, le sue crisi e i suoi malesseri sociali, con l’occhio beffardo dell’ironia e il tono leggero della commedia. L’attività di proiezione in carcere sarà sempre preceduta da una introduzione critica del film e del periodo storico raccontato nella pellicola, e sarà seguita da un dibattito con i detenuti che parteciperanno alle attività. Sarà preparata e distribuita a tutti una scheda didattica per ogni film e sarà richiesto ai partecipanti di essere attivi nella produzione scritta di brevi testi, che possono alternare una narrazione di tipo personale e/o scritti critici relativi all’esperienza della proiezione. Le proiezioni saranno spesso accompagnate da alcuni ospiti del laboratorio, personalità importanti del mondo del cinema, della cultura e della società, che verranno a presentare delle opere cinematografiche e a raccontare la loro testimonianza e/o esperienza ai detenuti.
Gli ospiti della rassegna saranno: Lucia Fortini assessore regionale all’Istruzione e alle Politiche sociali, Titta Fiore giornalista e presidente Fondazione Film Commission Regione Campania, Marzio Honorato attore, regista e produttore, Guido D’Agostino storico, Nelson cantautore, Gabriele Frasca saggista e scrittore, Anna Masecchia docente universitario, Gennaro Carillo docente universitario, Rosaria Troisi sorella di Massimo Troisi.

I film selezionati per la rassegna:
Venerdì 4 maggio 2018 ore 12-15 “Tutto quello che vuoi”
Giovedì 10 maggio 2018 ore 13-16 “Tutto quello che vuoi”
Venerdì 11 maggio 2018 ore 12-15“I soliti ignoti”
Giovedì 17 maggio 2018 ore 13-16 “I soliti ignoti”
Venerdì 18 maggio 2018 ore 12-15 “Il capitale umano”
Giovedì 24 maggio 2018 ore 13-16 “Il capitale umano”
Venerdì 25 maggio 2018 ore 12-15 “Song’e Napule”
Giovedì 31 maggio 2018 ore 13-16 “Le vie del signore sono finite”
Venerdì 1 giugno 2018 ore 12-15 “Il sorpasso”
Martedì 5 giugno 2018 ore 13-16 “Il sorpasso”
Venerdì 8 giugno 2018 ore 12-15 “Fantozzi”
Martedì 12 giugno 2018 ore 13-16 “Fantozzi”
Venerdì 15 giugno 2018 ore 12-15 “Song’e Napule”
Giovedì 21 giugno 2018 ore 13-16 “Le vie del signore sono finite”
Venerdì 22 giugno 2018 ore 12-15 “Le mani sulla città”
Giovedì 28 giugno 2018 ore 13-16 “Le mani sulla città”
Venerdì 29 giugno 2018 ore 12-15 film da definire
Giovedì 5 luglio 2018 ore 13-16 film da definire
Venerdì 6 luglio 2018 ore 12-15 “Posti in piedi in paradiso”
Giovedì 12 luglio 2018 ore 13-16 “Posti in piedi in paradiso”

Ufficio stampa Arci Movie
Dott.ssa Roberta D’Agostino
3384546447- dagostino.roberta@gmail.com

Categorie: Eventi

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.