Il Premio Campania Europa, giunto alla sua seconda edizione, e organizzato dall’Arec, Associazione ex consiglieri regionali campani, ha fornito l’occasione per valutare quanto sanno gli studenti campani sull’Unione Europea. Infatti, l’ampliamento da 15 a 25 stati membri dell’Unione Europea, avvenuta di recente, pone una serie di problematiche che si sono evidenziate anche dagli elaborati degli studenti sul tema dei nuovi scenari dell’unità europea, determinati dall’adesione di quindici nuovi Paesi che ripropongono la necessità di una riflessione sul tema della disuguaglianza sociale. Agli studenti toccava il compito di individuare le cause del fenomeno, formulando concrete proposte di strategie che possano favorire il processo di unificazione, con riferimento alle aree meno sviluppate ed in particolare alla Regione Campania. I numerosi elaborati pervenuti dalle scuole campane hanno permesso alla giuria composta da docenti ed ex consiglieri regionali, di selezionarne 5 che poi sono risultati i vincitori di questa edizione. Si tratta di Enza Puca, di Roccadaspide, liceo Parmenide; Luisa Vittoria Campanile di San Sebastiano al Vesuvio, liceo Di Giacomo; Antonio Credendino di Napoli, liceo Convitto V.Emanuele; Eleonora Mastromarino di Benevento, magistrale Guacci; Diana Ciliberti di Piedimonte Matese, liceo linguistico J.Joyce. I 5 studenti hanno ricevuto un buono per l’acquisto di attrezzature per personal computer del valore di euro 2500 cadauno e un viaggio premio a Bruxelles per visitare le istituzioni dell’Unione, con partenza lunedì 17 maggio accompagnati dal segretario del premio, Carmine Ranucci. La cerimonia, svoltasi il 14 maggio a Città della Scienza, alla presenza di una folta delegazione di ex consiglieri regionali campani, guidata dai due vicepresidenti Silvio Vitale e Nicola Imbraco, e dai componenti la giuria Gennaro Melone, Enzo Cappello, Nando Morra, si è svolta alla presenza di oltre 500 studenti che frequentano l’ultimo anno delle scuole medie superiori campane. Hanno portato il saluto del Consiglio Regionale della Campania, il presidente Bruno Casamassa, e il presidente della Commissione regionale cultura, Giuseppe Ossario; al Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Campania, Alberto Bottino, è toccato il compito di ricordare ai giovani italiani la missione di diventare cittadini europei, integrandosi nell’Unione mediante la diffusione delle proprie tradizioni, storia e cultura, realizzando, così, il villaggio globale europeo. E’ seguito lo spettacolo di poesia e musica “La follia a l’amore” interpretato da Vanda Monaco Westerstahl con alla viola Paolo Sullo. La cerimonia si è conclusa con la visita gratuita al Museo di Città della Scienza, riservata a studenti, giornalisti e autorità partecipanti all’evento.(nota di Gianpaolo Necco, inviata alle Arga)


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.