Ristoriamoci incontra i giornalisti. Il giorno 20 Aprile 2017 alle ore 10:00 presso la Sala Taglialatela, la Redazione del Giornalino Scolastico Ristoriamoci incontrerà i giornalisti Ottavio Lucarelli, Claudio Silvestri, Gerardo Ausiello, Attilio Iannuzzo, Raffaella Cetta e Gianpaolo Necco.
————
I docenti Innocenzo Calzone e Angela Ristaldo, persone solari e attivissime, hanno realizzato uno degli obiettivi per i redattori iunior del giornalino della scuola “Ristoriamoci”, facendoli incontrare con alcuni dei giornalisti senior che lavorano per organi di informazioni presenti nella loro città al fine di far acquisire ai ragazzi le primarie conoscenze utili per proseguire su quello che per alcuni di loro potrebbe rappresentare un futuro di lavoro.
Leggendo alcune copie del giornalino non sono mancate le sorprese: i ragazzi hanno scritto di quello che per la loro giovanissima età risulta importante. Sognare di incontrare il calciatore del cuore e i propri idoli cinematografici, sperare di dimagrire rinunciando allo zucchero, aiutare i bambini africani, vedere da vicino animali difficili da trovare nello zoo napoletano,fare il bagno in un fiordo norvegese, andare nel bosco di Capodimonte e guardare il cielo stesi sull’erba oppure al Polo Sud per incontrare i pinguini, un viaggio a Parigi per visitare il museo del Louvre e vedere da vicino la torre Eiffel ma anche augurarsi di diventare un buon giornalista…un mondo di desideri e opinioni che non so quanti adulti, docenti a parte, siano in grado di percepire nella loro semplice ma chiara enunciazione.
I venticinque ragazzi, che dispongono di una sala dotata di computer per le loro attività didattiche ma, soprattutto giornalistiche, hanno mostrato curiosità e interesse per come i giornalisti presenti hanno descritto il proprio percorso di vita professionale con storie e aneddoti da “colleghi” grandi.
Questo incontro per loro, che in altre occasioni avevano ricevuto visite di autorità comunali e militari, è stato un ulteriore passo nel lungo percorso che dovranno affrontare per approdare alle soddisfazioni ma anche alle difficoltà della vita da grandi.
Osservandoli si può indovinare che, mantenendo fede ai loro propositi,il mondo che loro abiteranno da grandi sarà migliore sotto i punti di vista. Anche in considerazione del fatto che sono ragazzi che vivono in un quartiere spesso sede di fatti malavitosi che certo lasciano ricordi non proprio piacevoli ma dove, oltre alla loro scuola, vi sono forti attrattori culturali come il Museo Filangieri, la Biblioteca dei Girolamini, il Duomo col tesoro di San Gennaro,l’Auditorium dove l’orchestra Scarlatti tiene i suoi concerti, l’Orto Botanico, i Decumani colmi di chiese e siti archeologici e tanti altri luoghi da vivere e godere, spesso corrispondenti ai desideri che esprimono nei loro articoli sul giornalino che per i psicologi è un manuale da leggere sempre se si vuole veramente capire il mondo dei ragazzi. Telefonini, tablet, computer, video giochi e altre diavolerie moderne sono giochi che i ragazzi della scuola Ristori conoscono ma si capisce che non ne sono vinti.
Un encomio ai loro docenti che si adoperano per far conoscere ai giovanissimi ciò che di buono e utile si può ricevere ed apprezzare dai giorni di questa contemporaneità non sempre gradita dagli adulti.
A margine della visita dei colleghi giornalisti va inoltrato al Comune della città, al Sindaco che è venuto in visita qualche tempo fa, un sollecito: l’ascensore per accedere ai quattro piani dell’edificio c’è ma è guasto da anni: va riparato ma non alle calende greche… I ragazzi non se ne occupano ma il personale docente e impiegatizio che non sono proprio giovanissimi avvertono la fatica e il peso del su e giù per le scale i cui gradini sono più alti del normale (si tratta di una vecchia costruzione addossata al Museo Filengieri)e meglio non pensare se qualcuno dovesse cadere per quelle scale ripide.
In conclusione, un personale ricordo: è stato bello vedere i volti sorridenti e gli occhi vispi di tutta quella gioventù, sicuro segnale di serenità e piacere di frequentare questa grande scuola, per apprendere le cose che domani formeranno il bagaglio di quelli che cresciuti, saranno i protagonisti del mondo futuro, magari migliore di quello ricevuto dagli attuali adulti.
————–
L’Istituto Comprensivo Statale “Adelaide Ristori Napoli 34” è costituito dalla sede centrale “Ristori” che ospita le classi di Scuola Primaria e quelle della Scuola Secondaria di I° grado e dal plesso” Durante”, che accoglie le sezioni di Scuola dell’Infanzia.
CONTATTI
Via L. D’Alagno, 16 – 80138 NAPOLI TEL – FAX 081 554 69 02
Email:naic8a400v@pec.istruzione.it sito web: www.icadelaideristori.gov.it


0 commenti

Lascia un commento

Avatar placeholder

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *