Comunicato stampa Ufficio Staff sindaco di Quarto

«Signor Presidente della Repubblica, mi rivolgo a Lei attraverso questa lettera aperta per chiedere un Suo autorevole intervento nella delicata vicenda della gestione dell’emergenza rifiuti in Campania. Ci aiuti Lei, altrimenti affogheremo nella spazzatura, malgrado gli sforzi compiuti». Il sindaco di Quarto, Sauro Secone, ha inviato questa mattina una lettera aperta al presidente della Repubblica Giorgio Napoletano per chiedergli un intervento sulla emergenza rifiuti. Ma il primo cittadino quartese non tralascia di criticare la gestione commissariale e lancia la proposta di un coordinamento dei sindaci dell’area flegreo-giuglianese per uscire dalla crisi.
«Malgrado gli sforzi profusi e nella emergenzialità del momento, ci troviamo in una situazione paradossale, nella quale sembra di essere alla mercè ed in balia degli umori dei rappresentanti del Commissariato straordinario di governo per l’emergenza rifiuti in Campania, con una situazione non più tollerabile di lunghe file di camion e autocompattatori incolonnati al di fuori degli impianti Cdr, nella vana attesa di poter conferire i rifiuti – dichiara il sindaco Sauro Secone – Noi preleviamo la spazzatura ma, poi, non ci consentono di scaricare ed i camion della società che gestisce la raccolta dei rifiuti solidi urbani, stracarichi di pattume, sono costretti a fare la spola tra i diversi siti regionali. Una odissea che diventa aggravio di spesa per la Cosa pubblica e che, comunque, non risolve nulla, visto che dovunque è la stessa storia: lunghe code ed impossibilità di scaricare. Dal Commissariato di governo danno l’impressione che si viva alla giornata, senza una programmazione seria e rispettosa dei cittadini. In questa situazione di gestione commissariale non immune da critiche e nell’ottica del passaggio dalla fase del commissariamento a quella della ordinaria gestione, che avverrà a fine anno – conclude il primo cittadino quartese – Il Comune di Quarto si sta facendo promotore, inoltre, di una serie di incontri e di un vero e proprio coordinamento tra le Amministrazioni locali della zona flegreo-giuglianese della provincia di Napoli, allargati alla presenza del prefetto di Napoli Alessandro Pansa e di un rappresentante del Commissariato per lavorare ad una soluzione condivisa per “macrozone”. Il problema rifiuti non lo può risolvere una sola Amministrazione comunale, ma c’è bisogno di un Tavolo di concertazione a cui partecipino i rappresentanti politici delle comunità coinvolte in questa situazione».

da:
L’ufficio comunicazione dello staff del Sindaco Secone
seconesindaco [seconesindaco@libero.it]


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.