La territorialità è servita. La tradizione culinaria campana sbarca anche a Potenza.

Non solo pizza napoletana, quella con il marchio europeo Stg (Specialità tradizionale garantita), ma anche mozzarella di bufala e derivati, insaccati a base di carne di bufala, vini campani e prodotti di agricoltura biologica: tutti rigorosamente controllati e testati.
Inaugurato con un press event il ristorante- pizzeria dei “Fratelli La Bufala Pizzaioli Emigranti”, catena conosciuta e apprezzata in tutto il mondo con 121 punti (www.fratellilabufala.com).
Situato in via del Seminario Maggiore, accanto alla Coin, il locale ha 140 posti a sedere.
Stile minimal l’arredo: tavoli in legno massello e lampade di design, elementi in vetro e acciaio delle cucine a vista.
Un raffinato connubio di modernità con richiami alla tradizione, con soffitti realizzati con materiali ecocompatibili come la paglia pressata.
Tocco artistico alle pareti con gli affreschi realizzati direttamente in loco dal maestro napoletano Antonio Montariello. Ogni dipinto, dai colori accesi, rappresenta la bufala. Lo spazio esterno accoglie gli ospiti in piena naturalezza con un cortile di pietre bianche dalle quali si insinua il verde del prato sottostante.
Il porticato in travi di legno offre una disponibilità di circa 50 posti a sedere.
In occasione dell’inaugurazione, presenti l’imprenditore, Gennaro Bonomo, il gestore Daniele Oliviero e l’ingegnere Sandro Abeille, fondatore della catena.
<>.

Da degustare la carne di bufala cotta alla griglia. Parola di chef. Per un mese, per avviare la nuova realtà commerciale, Francesco Moccia che ha aperto ben 80 punti, si è trasferito a Pot4nza per dare avvio alla fase di start -up.
<>. Provare, per credere.

INFO
Iranna De Meo
giornalista free lance
Mobile + 39 347-9553076
referente Basilicata per l’Arga Campania-Calabria-Basilicata
iranna77@gmail.com;


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.