24 GIUGNO 2005 – FESTEGGIATI IN SALA GIUNTA GLI 80 ANNI DI GIORGIO NAPOLITANO –
“Caro Giorgio, ti siamo davvero grati per i tanti anni di battaglie che hai speso nei vari livelli istituzionali in Italia e in Europa, sempre con coerenza e soprattutto con rigorosa cultura di governo anche da rappresentante dell’opposizione”. E’ l’augurio rivolto dal Presidente della Regione, Antonio Bassolino, all’on. Giorgio Napolitano, festeggiato nella sala della Giunta regionale per gli 80 anni che compirà nei prossimi giorni.
Alla cerimonia sono intervenuti il presidente della Provincia di Napoli, Dino Di Palma, il Sindaco di Napoli, Rosa Russo Iervolino, assessori e consiglieri regionali, provinciali e comunali, oltre a esponenti politici del centrosinistra e del centrodestra locale.
“Per questi valori che hai interpretato – ha concluso Bassolino – continuerai ad essere un grande esempio da seguire per il raggiungimento di quella civiltà politica che deve essere patrimonio di tutti, al di là delle differenze programmatiche tra gli opposti schieramenti. Tanti auguri di lunga vita e buona salute”.
La semplicità (“un’umiltà che è vera grandezza”) nei rapporti con la gente comune ed il coraggio dimostrato in tante scelte difficili, da Ministro dell’Interno come da Parlamentare europeo, sono stati sottolineati dal Sindaco di Napoli, Rosa Russo Iervolino, che ha anche ricordato la costante sensibilità dell’on. Giorgio Napolitano nei confronti della città di Napoli.
Il Presidente della Provincia di Napoli Di Palma si è invece soffermato sullo stile mantenuto da Napolitano in tanti anni di impegno politico.
L’on. Napolitano ha ricambiato fervidi auguri a tutti gli amministratori impegnati nelle istituzioni locali, ribadendo in modo particolare che su temi di interesse comune non può né deve prevalere la logica degli schieramenti.
1) 24 GIUGNO 2005 – INCONTRO IN REGIONE TRA IL PRESIDENTE BASSOLINO, L’ASSESSORE CASCETTA E IL MINISTRO DEI TRASPORTI TUNISINO ABDERRAHIM ZOUARI – Il Presidente della Regione, Antonio Bassolino, e l’Assessore ai Trasporti, Ennio Cascetta, hanno ricevuto oggi, a Palazzo Santa Lucia, il ministro dei Trasporti della Tunisia, Abderrahim Zouari, che era accompagnato dall’Ambasciatore, Habib Mansour, dal Console a Napoli, Mohamed Imed Torjemane, e dai Direttori generali dei Trasporti, Mahmoud Ben Fadhl e della Marina, Mokhtar Rachdi. L’incontro – al quale hanno partecipato anche l’Amministratore della Gesac (la società di gestione dell’aeroporto di Capodichino), Mauro Pollio e il Presidente e il Segretario generale dell’Autorità portuale di Napoli, Francesco Nerli e Pietro Capogreco – fa seguito alla visita fatta a Tunisi dall’allora Assessore alle Attività Produttive, Gianfranco Alois, e di una delegazione di Feder-Industria Campania. Nel corso dell’incontro si sono affrontati temi per una possibile cooperazione nel campo economico, sociale, culturale, universitario e scientifico. Particolare attenzione si è posta alle grandi reti infrastrutturali (trasporti, telecomunicazioni, energia), sottolineando come il modello della rete metropolitana in costruzione in Campania può rappresentare un’utile esperienza a cui fare riferimento. In particolare si è stabilito di lavorare congiuntamente per:
· L’istituzione di un volo di linea Napoli-Tunisi;
· Il rafforzamento dei collegamenti delle autostrade del mare tra Napoli, Salerno e i porti tunisini;
· La valorizzazione del nuovo terminal passeggeri e merci dei Paesi extra Schengen (ossia di quei Paesi che non aderiscono al trattato di Schengen sulla libera circolazione);
· L’arrivo in Campania per la seconda settimana di luglio di una delegazione tecnica tunisina per studiare i principali progetti sul trasporto pubblico locale avviati dalla Regione, in particolare la metropolitana regionale, la tariffa integrata Unicocampania, le nuove tecnologie e il metrò del mare.
Sia il Presidente Bassolino che l’Assessore Cascetta hanno sottolineato che esiste un reciproco interesse a stabilire contatti istituzionali che consentano di elaborare progetti congiunti: in questo ambito si inserisce il Seminario organizzato a Napoli l’8 e 9 luglio dal Ministero degli Affari Esteri e dalla Regione cui parteciperanno anche rappresentanti del Governo tunisino (Ministeri della Cooperazione Interregionale, dello Sviluppo, dell’Interno) e di alcuni Governatorati (Sousse, Jandouba).
“Condivido pienamente la strategia di sviluppo dei collegamenti aerei e marittimi tra Campania e Tunisia che abbiamo intenzione di avviare – ha detto il Ministro tunisino dei Trasporti, Abderrahim Zouari – per questo mi impegnerò da subito a verificare la possibilità di attivare un collegamento aereo con la compagnia di linea nazionale. Ho trovato poi molto interessanti le vostre esperienze nel campo del trasporto pubblico locale e promuoverò commissioni congiunte di studio per portare avanti tutti i progetti comuni di cui abbiamo discusso in questa nostra visita”.
“E’ stato un incontro molto positivo – ha detto il Presidente Bassolino – nel quale abbiamo affrontato soprattutto il tema delle infrastrutture di trasporto, un settore a cui siamo entrambi, Governo tunisino e regione Campania, molto interessati. Infatti le infrastrutture hanno ed avranno un ruolo centrale nei commerci e negli scambi tra Italia e Tunisia, anche in vista della zona di libero scambio del Mediterraneo che sarà attivata nel 2010 e che sarà per la Campania un’occasione da non perdere per lo sviluppo dei traffici con il Maghreb, oltre che con gli altri Paesi dell’area. Il Ministro e la delegazione hanno manifestato un grande interesse per le nostre politiche in materia di infrastrutture di trasporto, a cominciare dai porti di Napoli e Salerno, dagli aeroporti e agli interporti e alle ferrovie, abbiamo posto le basi per un proficuo rapporto di collaborazione che vedrà svolgere un ruolo fondamentale alla nostra regione nel sistema dei collegamenti e dei traffici tra l’Europa e il Nord Africa”.
“Il Ministro e i suoi collaboratori – ha dichiarato l’Assessore Cascetta – hanno molto apprezzato i progetti infrastrutturali che stiamo portando avanti, a partire dalla metropolitana regionale e dagli interventi di potenziamento sul porto di Napoli, e per questo hanno voluto anche visitare alcune stazioni della linea 1 della metropolitana e lo scalo e la Stazione marittima. Oltre che attenti allo sviluppo dei collegamenti aerei tra i nostri due Paesi, i rappresentanti tunisini si sono detti molto interessati anche ai progetti sul trasporto pubblico locale, in un Paese che – ci hanno detto – comincia ad avere seri problemi di traffico e congestione e nel quale il trasporto pubblico è in diminuzione, essendo passato dal 60 al 40 per cento in pochi anni”.
“Siamo molto soddisfatti per l’incontro di oggi – dichiara il Presidente dell’Autorità portuale di Napoli, Francesco Nerli – la delegazione ha visitato a lungo e approfonditamente lo scalo marittimo e si è mostrata molto interessata ai nostri progetti di sviluppo e al traffico merci e passeggeri che abbiamo raggiunto. Mi auguro dunque che i rapporti con questo Paese si intensifichino soprattutto in vista dell’avvio dell’area di libero scambio nel Mediterraneo”.
“L’incontro di stamattina – afferma l’Amministratore della Gesac, Mauro Pollio – è stato molto proficuo e ha gettato le basi per cominciare a lavorare già dalla prossima settimana, in collaborazione con l’ambasciata tunisina all’attivazione di un collegamento di linea diretto Napoli-Tunisi
2) 24 GIUGNO 2005 DEFINITE LE PROCEDURE PER LA REGOLARIZZAZIONE DELLE SUPERFICI COLTIVATE A VITIGNI. La Giunta Regionale, su proposta dell’assessore all’Agricoltura e alle Attività produttive, Andrea Cozzolino, ha deliberato e definito le procedure applicative della legge regionale 6/2005 relativa alla regolarizzazione delle superfici coltivate a vitigni.
“Si tratta – ha sottolineato l’assessore Cozzolino – di un provvedimento molto atteso dai viticoltori campani, un’importante occasione per l’intero settore. Con la delibera approvata oggi, si definiscono i criteri da seguire per mettere a posto la posizione di chi, nel periodo compreso tra il 1° aprile 1987 ed il 31 agosto 1998, aveva impiantato o reimpiantato vitigni senza autorizzazione. I viticoltori interessati, potranno far pervenire la loro richiesta ai Competenti settori Tecnico Amministrativi Provinciali a partire da oggi fino alle ore 16 del 1 agosto 2005”.“Con l’avvio delle procedure applicative della legge – aggiunge Cozzolino – si danno certezze all’intero comparto, oggi teso all’ammodernamento delle proprie strutture attraverso l’utilizzo dei fondi comunitari. Tale provvedimento segue la più recente assegnazione di 420 ettari di nuovo impianto assegnati nelle aree DOC e DOCG della Regione. Le operazioni di assegnazione si sono da poco concluse e a beneficiarne sono stati circa 350 viticoltori che vanno ad incrementano le produzioni di qualità regionali”.
3) 24 GIUGNO 2005 – PROGETTO NEGOZIO SICURO – LA GIUNTA REGIONALE STANZIA 630.000 EURO.
La Giunta Regionale, su proposta dell’assessore al Personale e alla Sicurezza Urbana, Andrea Abbamonte, ha approvato il progetto “Negozio Sicuro” in partenariato con la Camera del Commercio di Napoli.
Si tratta di un progetto che consente l’accesso, mediante bando, ad un finanziamento per alcune categorie di commercianti (tabaccai, gioiellieri, benzinai, supermercati, ecc.) di Napoli e Provincia per garantire più sicurezza con sistemi di videosorveglianza collegati con le sale operative della Questura e dei Carabinieri.
Lo stanziamento complessivo del progetto è di euro 780.000, di cui 630.000 euro a carico dell’Amministrazione Regionale e 150.000 euro dell’Ente Camerale.
Il finanziamento interesserà iniziative per la dotazione di sistemi di videosorveglianza, nonché di sistemi telematici antirapina collegati appunto con le sale operative delle Forze dell’Ordine, alla Questura e dei Carabinieri, di sistemi antifurto, antirapina o antintrusione ad alta tecnologia; di sistemi di pagamento elettronici, di sistemi di allarme con individuazione satellitare, di cristalli antisfondamento, serrande e porte di sicurezza e quanto altro ne garantisca la sicurezza.
Secondo le procedure previste dal bando, la Regione, istituisce il Fondo che contribuisce a finanziare fino al 50% il sistema antifurto con un massimale di 5.000 euro (per un totale di circa 160 imprese finanziabili).L’istruttoria e la gestione tecnico-economica del bando emanato dalla Regione sarà curata dall’Ente camerale.
“Si tratta – ha affermato il presidente Antonio Bassolino – di un provvedimento importante perché, grazie a finanziamenti pubblici, permette ai commercianti di dotarsi di impianti di videosorveglianza e di sistemi telematici antirapina.
I fondi stanziati oggi si aggiungono ai 10 milioni di finanziamenti già varati per aiutare le vittime della criminalità organizzata e dell’usura e per finanziare i Comuni impegnati nel riutilizzo dei beni confiscati alla camorra.
Su questo fronte bisogna continuare a investire con grande forza e determinazione. Serve l’impegno di tutti: governo nazionale, istituzioni locali,magistratura, forze dell’ordine, cittadini per garantire un diritto fondamentale, come quello della sicurezza, non solo per lo sviluppo economico, sociale e civile ma anche per una migliore qualità della vita.”.
“In linea con le indicazioni della Prefettura di Napoli e del Ministero dell’Interno – ha dichiarato l’Assessore alle Risorse Umane, Andrea Abbamonte – la Regione Campania ha voluto dare una risposta concreta alle istanze di sicurezza dei commercianti. Il nostro impegno si traduce nell’anticipazione di risorse finanziarie indispensabili per il consolidamento di un sistema integrato di sicurezza delle città ”.
4) 24 GIUGNO 2005 – RICEVUTI DALL’ASSESSORE ABBAMONTE COMANDANTI E UFFICIALI DELLA POLIZIA LOCALE IN PARTENZA PER UNO STAGE A VILNIUS IN LITUANIA.
A Palazzo Santa Lucia l’Assessore regionale al Personale e alla Sicurezza delle Città, Andrea Abbamonte, ha incontrato i Comandanti e gli Ufficiali di polizia locale in partenza per uno stage, presso l’Università di Vilnius in Lituania.
Con la realizzazione di questo stage si compie il primo passo di un programma di riqualificazione della Polizia Locale aperta ad esperienze di interscambio formativo e culturale in tutta Europa. Polonia, Spagna, Grecia e altri sono i prossimi Paesi coinvolti.L’esito di queste prime esperienze di carattere internazionale potrà fornire un panorama di quella che è la formazione erogata all’estero a favore della Polizia locale e spunti di riflessione per ottimizzare i percorsi formativi in progettazione.
L’Assessore ha ribadito la necessità di una riqualificazione della polizia locale che, ha detto, .
Di qui l’importanza strategica della Scuola Regionale di Polizia Locale, con sede a Benevento: .
24 GIUGNO 2005 – RICEVUTI DALL’ASSESSORE ABBAMONTE COMANDANTI E UFFICIALI DELLA POLIZIA LOCALE IN PARTENZA PER UNO STAGE A VILNIUS IN LITUANIA.
A Palazzo Santa Lucia l’Assessore regionale al Personale e alla Sicurezza delle Città, Andrea Abbamonte, ha incontrato i Comandanti e gli Ufficiali di polizia locale in partenza per uno stage, presso l’Università di Vilnius in Lituania.
Con la realizzazione di questo stage si compie il primo passo di un programma di riqualificazione della Polizia Locale aperta ad esperienze di interscambio formativo e culturale in tutta Europa. Polonia, Spagna, Grecia e altri sono i prossimi Paesi coinvolti.L’esito di queste prime esperienze di carattere internazionale potrà fornire un panorama di quella che è la formazione erogata all’estero a favore della Polizia locale e spunti di riflessione per ottimizzare i percorsi formativi in progettazione.
L’Assessore ha ribadito la necessità di una riqualificazione della polizia locale che, ha detto, .
Di qui l’importanza strategica della Scuola Regionale di Polizia Locale, con sede a Benevento: .
Circa l’incontro del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza, a Palazzo Partanna, Abbamonte ha dichiarato: . Infine Andrea Abbamonte ha concluso: .


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.