2 DICEMBRE 2005 – METROPOLITANA REGIONALE: 323 MILIONI DI EURO DAL CIPE PER MONTESANTO, “NODO” DI CILEA E LINEE 1 E 6.
Oggi, a Roma, il CIPE (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) – su proposta della Regione Campania – ha approvato il programma economico per il completamento di 4 importanti interventi del sistema di metropolitana regionale in corso di realizzazione, per un totale di circa 323 milioni di euro da finanziare con i fondi della Legge Obiettivo sulle Grandi Opere.
Questi i 4 finanziamenti approvati (vedi scheda per i dettagli):
· 42,2 milioni di euro per il completamento della ristrutturazione della stazione di Montesanto della Sepsa (capolinea delle linee Cumana e Circumflegrea);
38,2 milioni per la realizzazione del “nodo” ferroviario di Cilea (stazione “Cilea” della Circumflegrea e interscambio con la stazione “Quattro Giornate” della linea 1 della metropolitana di Napoli);
· 119,7 milioni di euro per il completamento della tratta Capodichino-Centro direzionale della linea 1 della metropolitana di Napoli;
· 100 milioni di euro per il primo stralcio della tratta San Pasquale-Municipio della linea 6 della metropolitana di Napoli.
Il CIPE ha anche approvato un ulteriore finanziamento di 22,9 milioni provenienti dai fondi residui della legge 211/92 sulle metropolitane per il nodo di Cilea.
I finanziamenti verranno materialmente erogati – con carattere di priorità sulle altre opere – una volta approvata la Legge Finanziaria del 2006.
Il CIPE, infine, ha preso atto della decisione della Regione di finanziare con 2,5 milioni di euro il progetto definitivo ed esecutivo della strada Lioni-Grottaminarda, parte integrante del collegamento interregionale tra le autostrade A3 (Contursi)-A16 (Grottaminarda)-A14 (Termoli).
Grazie a questa presa d’atto – ottenuta su impulso della Regione – e ai fondi regionali messi a disposizione per il progetto definitivo ed esecutivo, si accelera l’iter per il finanziamento successivo della realizzazione di questa opera stradale da parte dello Stato, così come previsto dall’Intesa Governo-Regione del dicembre 2001 sulla Legge Obiettivo, che dovrà avvenire in un’altra seduta del CIPE.
“Dopo circa due anni il Cipe stanzia i finanziamenti necessari per alcune importanti opere del sistema dei trasporti a Napoli ed in Campania – dice il Presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino – dando seguito a quanto previsto dall’Intesa generale quadro sui trasporti siglata da Governo e Regione nell’ormai lontano dicembre del 2001. Queste risorse verranno impiegate per realizzare 4 interventi importanti del sistema metropolitano di Napoli. Inoltre, con la presa d’atto del progetto e degli stanziamenti regionali per la strada Lioni-Grottaminarda, si accelera l’iter nella realizzazione di un’arteria decisiva nei collegamenti autostradali tra la Campania ed il Molise e il litorale Adriatico. Siamo stati in questi anni la Regione che ha fatto di più nel campo dei trasporti su ferro e delle infrastrutture e a noi e alla nostra esperienza, infatti, guardano altre regioni meridionali ed italiane. Adesso possiamo fare un ulteriore passo in avanti e lo faremo con l’efficacia e la determinazione che abbiamo già dimostrato in questi anni”.
“Grazie al lavoro costante svolto dalla Regione – dichiara l’Assessore regionale ai Trasporti Ennio Cascetta – abbiamo ottenuto finanziamenti che – affiancandosi agli altri 525,4 già impegnati precedentemente da Regione e Comune sulle stesse opere, con fondi propri o trasferiti – serviranno a fare un altro importante passo avanti nel potenziamento delle infrastrutture di trasporto. In particolare per quanto riguarda il sistema metropolitano di Napoli si tratta del primo stralcio della tratta S. Pasquale–Municipio della linea 6, ex Ltr, della chiusura dell’anello della linea 1 fino a Capodichino, del restyling di Montesanto e del fondamentale nodo di Cilea che metterà in collegamento il Vomero, la zona Nord e il centro di Napoli con la zona flegrea”.

2 DICEMBRE 2005 — CONVENZIONE EUROPEA DEGLI ENTI LOCALI, IL PAESAGGIO DIVENTA PROTAGONISTA
Si è aperta oggi a Napoli, presso l’hotel san Francesco al Monte in Corso Vittorio Emanuele, la conferenza degli enti territoriali degli Stati membri del Consiglio d’Europa per l’attuazione della Convenzione europea sul paesaggio, promossa dall’Assessorato all’Urbanistica della Regione Campania, in preparazione dell’appuntamento europeo in programma nella primavera prossima. “L’iniziativa odierna – ha detto l’assessore Gabriella Cundari – si prefigge di far nascere una vera e propria Rete che costituisca una struttura di coordinamento, di assistenza e di sostegno a disposizione degli Enti locali, aiutandoli nelle iniziative di valorizzazione del paesaggio. La Rete lavorerà non solo perla tutela delle bellezze dei luoghi ma anche per far conoscere e valorizzare siti poco conosciuti”.
La Regione Campania con tale appuntamento vuol essere portatrice di importanti opinioni dopo la nascita della Carta di Padula, accordo per l’attuazione dei principi della convenzione europea del paesaggio in Campania, firmata lo scorso luglio in collaborazione con la Soprintendenza regionale ai Beni Culturali della Regione Campania. “Perciò stiamo vivendo – ha sottolineato ancora l’assessore Cundari – un importante incontro internazionale che sancisce il ruolo fondamentale della nostra regione in materia paesaggistica. La Campania ha nei suoi paesaggi un delle più grandi ricchezze, non solo nella particolarità e nella bellezza dei luoghi ma anche per la grande tradizione dei nostri territori. Un patrimonio immenso che va esaltato e tutelato e che va fatto conoscer maggiormente anche a livello europeo. Dai nostri paesaggi, inclusi quelli delle periferie, passa la straordinaria occasione per lo sviluppo artistico, naturale e culturale della nostra regione”.

Ai lavori di stamattina sono intervenuti, tra gli altri, il presidente nazionale dei Verdi Alfonso Pecoraio Scanio, l’europarlamentare Alfonso Andria e il presidente del Congresso dei poteri locali del Consiglio d’Europa Giovanni De Stasi.

“L’importanza del coinvolgimento degli enti territoriali in materia paesaggistica è molto importante – ha aggiunto l’on. Pecoraio Scanio – perché il nostro territorio è un bene fondamentale che va valorizzato e tutelato in maniera concreta. Creare una Rete per il paesaggio significa non solo permettere al cittadino di vivere il suo territorio, e quindi, di esserne protagonista ma anche di far conoscere a tutti non solo le bellezze da ‘cartolina’ ma anche quelle delle periferie. Il mio auspicio è che da questa conferenza preparatoria, che l’Assessore regionale Gabriella Cundari ha voluto fortemente, possa partire uno slancio importante per tutto il Paese. Ricordiamo che la prima firma alla convenzione è stata siglata in Italia ma a tutt’oggi, dopo l’approvazione alla Camera, ancora non è passata al Senato”.

“Questa convenzione va nella direzione – ha sostenuto l’on. Andria – di tutelare giuridicamente tutto il paesaggio, difendendolo, valorizzandolo e preservandolo; grazie a questi nuovi strumenti giuridici i territori diventeranno sempre più protagonisti, anche attraverso una maggiore sensibilizzazione dei cittadini verso questi temi ed un più forte coinvolgimento degli enti territoriali e locali. L’assessorato all’Urbanistica della Regione Campania – ha concluso – ha il grande merito di aver puntato su questi obiettivi, in linea con gli orientamenti del Parlamento europeo. Sotto questo aspetto bisognerà prestare sempre grande attenzione alla compatibilità ambientale di tutti gli interventi infrastrutturali che si andranno a realizzare”.

“Costruiamo una rete di enti territoriali dei 46 Paesi del consiglio d’Europa, il cui compito – ha dichiarato il presidente del Congresso dei Poteri locali e regionali del Consiglio d’Europa Di Stasi – è quello di proiettare le politiche del territorio in una nuova ottica. Grazie ai nuovi strumenti giuridici di cui ci dotiamo tutto il paesaggio sarà degno di tutela e di attenzione da parte degli amministratori pubblici. Credo che questo aspetto sia di fondamentale importanza per le regioni meridionali, particolarmente ricche dal punto di vista paesaggistico, storico e culturale”.
I lavori della conferenza proseguiranno nel pomeriggio di oggi con tre tavole rotonde alle quali è prevista la partecipazione, tra gli altri, degli assessori regionali della Campana alla Ricerca Scientifica, Teresa Armato, al Turismo e Beni Culturali, Marco di Lello, e all’Ambiente, Luigi Nocera e di Isaia Sales, consigliere economico del Presidente Bassolino.
2 DICEMBRE 2005
CONFERENZA REGIONALE PER I PAESAGGI IN RETE (RECEP) – DICHIARAZIONE DELL’ASSESSORE GABRIELLA CUNDARI
A conclusione della prima giornata di lavori della Conferenza degli enti territoriali degli Stati membri del Consiglio d’Europa per l’attuazione della Convenzione europea del paesaggio (RECEP), promossa dall’Assessorato all’Urbanistica della Regione Campania, l’assessore Gabriella Cundari ha espresso grande soddisfazione per i risultati ottenuti nella prima sessione di lavori svoltasi a Napoli presso l’hotel S. Francesco al Monte: “Sono stati ben 300 i partecipanti alla sessione d’apertura della RECEP, un successo davvero molto significativo per questa conferenza internazionale. Oggi erano presenti delegati di molti Paesi europei quali la Turchia, la Russia, l’Inghilterra, la Francia e la Romania e massiccia è stata anche l’adesione delle regioni italiane con 12 delegazioni. Credo che un’adesione di tali dimensioni alla nostra iniziativa non possa che confermare la particolare attenzione rivolta ai temi in discussione”.
2 DICEMBRE 2005
L’ASSESSORE CORRADO GABRIELE ALLA MANIFESTAZIONE DI CASORIA PER RICORDARE STEFANO CIARAMELLA L’assessore regionale all’istruzione, formazione e lavoro, Corrado Gabriele, ha partecipato oggi alla manifestazione svoltasi all’Uci Cinemas di Casoria per ricordare Stefano Ciaramella, il diciassettenne accoltellato il 3 settembre 2001 per aver difeso la sua fidanzata dalla violenta aggressione di quattro coetanei. All’incontro hanno partecipato i genitori e la sorella di Stefano, oltre a tantissimi studenti delle scuole di ogni ordine e grado. Al concorso intitolato al nome di Ciaramella hanno preso parte alunni delle 13 scuole di Casoria con elaborati grafici, scritti e dvd. Il primo premio è stato assegnato a Desideria Maglione del Liceo Polispecialistico, autrice di una “Bibbia della legalità”, una vera e propria enciclopedia di messaggi positivi sui vari aspetti della legalità e della giustizia. Tanti i temi trattati ma anche diverse tecniche artistiche, dal collage, all’acquerello, all’uso del sughero. “La legalità non è racchiusa soltanto in regole da osservare – ha detto la ragazza, nel corso della manifestazione – ma riguarda l’assunzione di un quotidiano comportamento fondato sul rispetto delle persone”. La sorella di Stefano, Antonella Ciaramella, è intervenuta per ricordare il fratello e ringraziare tutti gli intervenuti della manifestazione di affetto e di attenzione, “che deve essere – ha sottolineato – anche un impegno per il futuro da parte di ciascuno di noi”. Un plauso all’iniziativa anche da parte del vice prefetto Fiorella Fasano, commissario straordinario della città di Casoria. Dopo l’intervento di Franco Palladino, Presidente del 29° distretto scolastico, ha concluso l’incontro l’assessore Corrado Gabriele, ricordando come la legalità da sola non basti, se non è accompagnata da un anelito di giustizia sociale che consenta di guardare avanti con maggiore fiducia. “Dobbiamo fare ancora di più – ha dichiarato – ma l’impegno straordinario delle tante scuole e delle associazioni è una garanzia. La manifestazione di oggi non è una semplice cerimonia, ma soprattutto l’occasione per ribadire un impegno incessante contro ogni forma di violenza della criminalità comune e delle mafie”.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.