17 AGOSTO 2005 – INCONTRO CONVOCATO DALL’ASSESSORE CASCETTA CON LE COMPAGNIE DI NAVIGAZIONE: SOSPESI GLI AUMENTI TARIFFARI PER TUTTI I RESIDENTI E I PENDOLARI
Oggi, 17 agosto 2005, presso la sede dell’Assessorato regionale ai Trasporti, al Centro Direzionale di Napoli, si è tenuto un incontro tra i funzionari dell’Assessorato e le compagnie di navigazione marittima locale, convocate d’urgenza dall’Assessore Ennio Cascetta per fornire chiarimenti in merito agli aumenti tariffari decisi da alcune compagnie.All’incontro erano presenti i rappresentanti delle compagnie Nlg, Alilauro, Alilauro Gruson, Consorzio Linee Marittime Partenopee, Medmar, Linee Lauro, Alicost, Travelmar, Giuffrè & Lauro, Snav.Nel corso della riunione, i rappresentanti dell’Assessorato hanno innanzitutto rilevato di non essere stati informati a tempo debito dalle compagnie della decisione presa, e di non condividere una variazione del livello tariffario effettuata solo su alcune linee e senza un congruo preavviso. Successivamente si è verificato che l’aumento tariffario non avrebbe riguardato comunque residenti e pendolari dei servizi minimi, che sono infatti garantiti in base agli obblighi di servizio sottoscritti tra Regione e compagnie di navigazione.
Per quanto riguarda le altre tariffe, pur non essendo una competenza regionale, i dirigenti dell’Assessorato hanno richiesto comunque la sospensione ad horas di tutti gli aumenti previsti.Le compagnie hanno accettato di sospendere solo gli incrementi per tutti i residenti e pendolari e relativi abbonamenti, compresi quelli dei servizi residuali.L’Assessore Cascetta ha quindi convocato nelle prossime settimane una riunione di insediamento di un tavolo tecnico tra Regione, Acam (Agenzia campana per la mobilità sostenibile), Enti locali, Capitanerie di Porto, Autorità portuali e compagnie, nel quale verranno riesaminati i servizi minimi e i relativi obblighi, così come previsto alla scadenza del primo triennio dell’accordo sottoscritto tra Regione e compagnie. Inoltre, l’Assessorato ha richiesto alle compagnie una dettagliata relazione tecnica con l’analisi delle motivazioni e delle scelte effettuate sulle variazioni tariffarie e dei relativi conti economici.“Questi episodi – dichiara l’Assessore Cascetta – confermano, da un lato, l’utilità di aver avviato un processo di regolamentazione del settore dei trasporti marittimi, che ci consente di tenere sotto controllo le tariffe sociali per residenti e pendolari, cosa che prima non sarebbe stato possibile. D’altro canto, emerge la necessità di compiere un ulteriore passo nel processo di regolazione dei collegamenti marittimi come forma di trasporto pubblico locale, al fine di garantire trasparenza e certezza sulle condizioni del servizio. Insieme alle altre istituzioni, attiveremo una revisione degli obblighi di servizio e dei servizi minimi, monitorando l’effettiva utilizzazione delle linee, anche per individuare quelle corse che possono essere eliminate senza svantaggi per l’utenza, in modo da ridurre i costi di produzione dei servizi. E’ evidente – conclude Cascetta – che comunque ci troviamo di fronte a una crescita del costo dei carburanti imprevista e significativa, rispetto alla quale auspichiamo che il Governo intervenga – come proposto da alcuni suoi componenti – per ammortizzare gli effetti sul costo del trasporto. Per conto nostro, vigileremo sulla pronta eliminazione degli incrementi tariffari, appena i costi del carburante torneranno a scendere, così come ci hanno garantito le stesse compagnie”.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.