1° DICEMBRE 2005 BASSOLINO SU POMIGLIANO D’ARCO. “Voglio esprimere piena solidarietà, anche a nome della Giunta Regionale, ai rappresentanti dello Sdi di Pomigliano D’Arco per il grave atto intimidatorio subito” ha dichiarato il Presidente della Giunta Regionale Antonio Bassolino, in merito ai colpi di arma da fuoco esplosi la scorsa notte contro la porta della sezione locale dello Sdi. “Si tratta di un fatto di notevole gravità che giunge dopo altri episodi inquietanti, come la diffusione di volantini intimidatori ai commercianti e al sindaco della città – continua Bassolino, che conclude: “Episodi come questi non possono che rafforzare l’impegno di tutti noi, forze dell’ordine, magistratura, istituzioni, partiti, associazioni, cittadini, per la tutela della sicurezza nei nostri territori e nei nostri comuni”.
1° DICEMBRE 2005
IL PRESIDENTE BASSOLINO TELEFONA A DI PALMA.
Il Presidente Bassolino ha telefonato al Presidente della Provincia di Napoli, Dino Di Palma, e gli ha espresso la sua più sentita e affettuosa solidarietà.
1° DICEMBRE 2005
ABBAMONTE SU POMIGLIANO D’ARCO.”Piena solidarietà alla sezione Sdi di Pomigliano d’Arco, presa a colpi d’arma da fuoco la scorsa notte”. Ad esprimerla è l’assessore alla Sicurezza delle città della Regione Campania Andrea Abbamonte. “Auspico che le indagini in corso da parte di Polizia e Carabinieri possano fare rapidamente luce su questo grave atto intimidatorio, che fa pensare all’esercizio della forza da parte della criminalità organizzata contro chi ha legittimamente reagito con civiltà e senso di responsabilità alle pressioni subite dai commercianti della zona”.“Il racket – continua Abbamonte – è un fenomeno con cui le istituzioni devono sapersi misurare utilizzando strumenti legislativi mirati e concertati dal basso, ossia vicini alle reali necessità dei cittadini e degli operatori. Attraverso la legge 11 del 2004, la Regione ha a disposizione uno strumento prezioso per sostenere le vittime della criminalità, per prevenire e contrastare i fenomeni dell’usura e dell’estorsione, anche attraverso il finanziamento di associazioni e organizzazioni antiestorsione e antiusura”“Al finanziamento di tale legge – continua Abbamonte – la Regione, nel 2005, ha destinato 4 milioni di euro. Metà di questi stanno per essere assegnati alle amministrazioni locali e agli organismi antiusura ed antiestorsione che hanno presentato progetti. Si tratta di circa un milione di euro in più rispetto all’ammontare iniziale del bando scaduto il 30 settembre, visto l’interesse che esso ha riscosso”.
“Pomigliano d’Arco – continua Abbamonte – è al centro di una serie di iniziative. Tramite gli interventi della legge n. 12/2003, il Comune è assegnatario, per le annualità 2002, 2003 e 2004, di circa 125.000 euro per la realizzazione di progetti di sicurezza urbana integrata. Inoltre è destinatario di un altro investimento legato alla legge n.23/2003, pari a circa € 90.000, per la riqualificazione di un immobile confiscato alla camorra, da destinare alla localizzazione del Comando di Polizia locale”
“Si tratta di interventi importanti che vanno certamente intensificati, anche attraverso l’accompagnamento delle amministrazioni locali nello sviluppo di una forte progettualità che possa realizzare un approccio programmatico alla sicurezza, efficace e dai risultati durevoli” conclude l’assessore Abbamonte.
1 DICEMBRE 2005 CONFERENZA REGIONALE PER I PAESAGGI IN RETE – DUE GIORNI DI CONFRONTO PER LA RECEP IL 2 E 3 DICEMBREPromossa dall’Assessorato all’Urbanistica della Regione Campania, si terrà domani 2 dicembre e sabato 3, con inizio alle ore 9,30 presso l’hotel S.Francesco al Monte in corso Vittorio Emanuele 328, Napoli, la conferenza degli enti territoriali degli Stati membri del Consiglio d’Europa per l’attuazione della Convenzione europea del Paesaggio (RECEP), in preparazione dell’Assemblea generale costitutiva in programma a Strasburgo nella primavera del 2006.“Si tratta – sottolinea l’assessore all’Urbanistica Gabriella Cundari – di un importante incontro internazionale che sancisce il ruolo di protagonista della Campania in materia paesaggistica. La creazione della Rete europea degli enti locali per l’applicazione della Convenzione europea del Paesaggio è un tassello fondamentale per la tutela del territorio e dell’ambiente. La Campania ha nei suoi paesaggi una delle più grandi ricchezze, un patrimonio immenso che va esaltato e tutelato, in quanto rappresenta una straordinaria occasione per lo sviluppo del nostro territorio”.I lavori, ai quali prenderà il presidente del Congresso dei Poteri locali e regionali del Consiglio d’Europa Giovanni Di Stasi, si articoleranno su diverse tavole rotonde, cui parteciperanno rappresentanti istituzionali nazionali ed internazionali, si concluderanno sabato alle ore 12.
N.B. domani, venerdì 2 dicembre, alle ore 11, ci sarà un incontro con la stampa. Si pregano i colleghi di essere puntuali all’appuntamento.
Per ulteriori informazioni, è possibile consultare il sito www.napolirecep.it


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.