18 GENNAIO 2006 CAMPANIA: 8 MILIONI DI EURO PER LA COOPERAZIONE
L’Assessorato alle Attività produttive e all’Agricoltura della Regione Campania ha pubblicato il secondo bando relativo al programma regionale per lo sviluppo della cooperazione.
Si tratta di un provvedimento che prevede agevolazioni per 8milioni di euro per le “nuove cooperative” di produzione-lavoro e sociali, o loro consorzi.
Per “nuove” si intendono quelle cooperative che, alla data di presentazione della domanda, non abbiano ancora approvato il bilancio del primo esercizio, nonché quelle che abbiano realizzato, per ciascuno dei due esercizi precedenti a quello di presentazione della domanda, un fatturato non superiore a 500mila euro.
Possono presentare domanda di ammissione alle agevolazioni le cooperative di produzione-lavoro e sociali che, sempre alla data di presentazione della domanda, risultino iscritte all’Albo delle Società Cooperative istituito presso il Ministero delle Attività Produttive, così come i loro consorzi costituiti sotto forma di società cooperativa.
Due le tipologie di contributi previste dal bando appena pubblicato:
agevolazioni in conto investimenti (Titolo I), pari al 50 per cento delle spese ammissibili per l’acquisto di beni materiali, immateriali e servizi reali;
agevolazioni de minimis in conto gestione (Titolo II), per un importo massimo di 100mila euro nei tre anni successivi a quello di avvio degli investimenti di cui al Titolo I.
Sono considerate ammissibili:
le spese sostenute successivamente alla data di presentazione della domanda e relative a:
suolo aziendale, opere murarie e assimilate, impianti, macchinari e attrezzature (immobilizzazioni materiali)
programmi informatici, brevetti concernenti nuove tecnologie di processo e di prodotto (immobilizzazioni immateriali)
progettazioni, direzione lavori, collaudi di legge, attività di promozione (servizi reali)
le spese riguardanti
i costi per servizi professionali
i costi per godimento di beni di terzi
gli oneri diversi di gestione
Le spese possono essere effettuate tramite acquisto diretto o attraverso il sistema della locazione finanziaria, devono essere capitalizzate e i beni acquistati non devono essere ceduti, alienati o distolti dall’uso per almeno 5 anni dalla data di ultimazione del programma di investimenti.
Rispetto al Primo Bando, l’Assessorato regionale, raccogliendo i suggerimenti delle organizzazioni di categoria, ha apportato alcune modifiche che permettono un incremento del numero di progetti presentabili e ne agevolano l’attuazione:
estensione delle attività ammissibili alle agevolazioni, secondo la classificazione ISTAT;
semplificazione dei requisiti previsti per l’individuazione del Soggetto Promotore per l’iniziativa presentata dalla “nuova cooperativa” (minore rigidità dei criteri di valutazione relativi all’esperienza quinquennale richiesta e abbassamento del parametro relativo al fatturato minimo fissato per la partecipazione);
possibilità di richiedere l’erogazione di una prima quota del contributo a titolo di stato di avanzamento dei lavori (SAL) o anche a titolo di anticipazione, dietro presentazione di apposita fidejussione bancaria o polizza assicurativa.
L’opportunità di richiedere l’anticipazione di una quota del contributo, pari al 30 per cento dell’agevolazione concessa, ha comportato una preliminare modifica del Programma Regionale di Sviluppo della Cooperazione di produzione-lavoro e sociale, approvato dalla Giunta regionale con Delibera n. 1968 del 23 dicembre 2005.
Le domande di accesso alle agevolazioni potranno essere presentate a partire dal trentesimo giorno successivo alla data di pubblicazione sul BURC e fino al novantesimo giorno successivo alla stessa.
“La nostra – ha dichiarato l’Assessore Cozzolino – è una scelta strategica per favorire le cooperative e i loro consorzi: privilegiamo gli investimenti innovativi, che devono mirare a creare opportunità aggiuntive. Ma, soprattutto, puntiamo sulla qualità e sulla efficacia dei progetti proposti dalle cooperative, per offrire sviluppo e crescita duratura alla Campania. Il ruolo della cooperazione nella nostra regione è stato importante per lo sviluppo dell’occupazione. Ad oggi si contano oltre 10mila cooperative con circa 50mila addetti, che rappresentano il 10 per cento del totale degli occupati del settore privato. Anche per questo – conclude l’Assessore – a fine novembre abbiamo istituito, per la prima volta in Campania, il Forum Permanente sulla Cooperazione, che comprende tutte le organizzazioni regionali impegnate nel settore: un tavolo di concertazione che lavorerà, in primo luogo, per elaborare un testo di legge quadro che sostituisca la legge regionale attualmente in vigore, e che svolga un ruolo di promozione, sostegno e sviluppo del settore in Campania”.
18 GENNAIO 2006

Pubblicato sul Bollettino Ufficiale n.4 del 18 Gennaio 2006 il II Bando per la presentazione delle domande di ammissione alle agevolazioni delle “nuove cooperative” di produzione-lavoro e sociali o loro consorzi.
E’ stato pubblicato oggi sul Burc n. 4 (Bollettino Ufficiale della Regione Campania) il II Bando per la presentazione delle domande di ammissione alle agevolazioni delle “nuove cooperative” di produzione-lavoro e sociali o loro consorzi, ai sensi della Delibera di Giunta Regionale n. 3708 del 19 dicembre 2003.
Le domande possono essere presentate a partire dal trentesimo giorno successivo alla data di pubblicazione sul BURC del presente bando e fino al novantesimo giorno successivo alla stessa. Quale data di presentazione fa fede il timbro postale di spedizione. Il Bando con gli allegati è disponibile in rete www.regione.campania.it.
18 GENNAIO 2006

IL PRESIDENTE BASSOLINO IN VISITA UFFICIALE IN CINA
Da domani il Presidente della Regione Campania Antonio Bassolino inizia la sua visita ufficiale in Cina.
Il primo appuntamento a Pechino è l’inaugurazione dell’Anno dell’Italia in Cina. Dopo la conferenza stampa del Ministro Buttiglione e del Ministro della Cultura cinese, che presenteranno il programma, sarà proprio la Campania ad inaugurare l’Anno con un concerto lirico del Teatro di San Carlo e dell’Orchestra Scarlatti che si terrà alla Concert Hall della Città Proibita


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.