LE FESTE PRE NATALIZIE CON LE OFFICINE GOURMET TRA POZZUOLI E VICO EQUENSE.

———————————–
Mercoledì 17 Dicembre,ore 20,30
———————————–
La cucina delle feste di A’ Taverna do Rè e le bollicine francesi di Joaquin Vely.
Mercoledì 17 dicembre alle 20,30, evento esclusivo a Taverna Do Rè. Per la prima volta a Napoli si presenta lo Champagne Cuvèe Joaquin – Vely, prodotto da Pinot Noir, Pinot Meunier e Chardonnay dei vigneti di Ecueil, sulla Montagna di Reims, dipartimento della Marna.
Il vino esprime al meglio il terroir da cui ha origine, Ecueil. L’impianto prevalente di Pinot Noir regala struttura e, con l’affinamento, colore giallo oro, al naso crosta di pane non completamente lievitato, fiori maturi.
Con ingresso elegante, si fa apprezzare per un finale lungo e persistente.
Partecipa alla serata il patron di Joaquin Vely, Raffaele Pagano
Joaquin – Vely: storia recente di una volontà.
Nella mente di Raffaele Pagano, è stata sempre presente, la determinazione a spingersi oltre i confini nazionali nella produzione di vini.
L’occasione di iniziare a parlare di Champagne arriva per caso nel 2005 quando in un viaggio in Alsazia, Raffaele incontra Jean Marie e Yve Vely, piccoli
vigneron ad Ecueil nel zona della Montagne de Reims in piena area di
allevamento del Pinot Noir, che da anima alle “Bollicine Francesi”.
Subito fu intesa, da una parte la spinta a comprendere le assonanze,
non solo fonetiche, tra la Campania e la regione dello Champagne, e nei nuovi “Amici di
Oltralpe” la voglia di aprire nuove strade distributive per i propri vini.
Parte così nel 2005 il progetto di un grande – piccolo Champagne.
Dopo attente valutazioni, insieme allo Chef de Cave della Maison Vely-Prodhomme, si capì quale poteva essere la Cuvée migliore.
Nasce la Cuvée Joaquin-Vely, le prime bottiglie arrivano in Italia nel mese di Novembre 2006 in appena 1200 esemplari, tutti immediatamente venduti ad amici ed appassionati.
Da allora si continua su questi numeri, privilegiando il rapporto
con “Enoteche e Buona Ristorazione” sicuramente il veicolo migliore per parlare di un’idea, di un viaggio.
Per l’occasione lo Chef Francesco Parrella ha preparato un menù natalizio dai sapori tradizionali con vaghe e curiose rivisitazioni.
Il menu’
Entreé: Crudo napoletano
Antipasto: Tartarre di pesce bandiera marinato al mandarino
su letto di spinaci freschi.
Primo: Paccheri con vongole con scottata di gamberi imperiali
I Secondi: Terrina di insalata di rinforzo all’aceto balsamico con supreme di baccalà fritto in olio extravergine di oliva – Involtini di anguilla su vellutata di fagioli a formella …il cotechino del futuro!
Pre Dessert: Sorpresa natalizia dello chef
Dessert: Finto babà al gusto di panettone su crema di agrumi
Quota di partecipazione € 38,00, sconto soci Ais 10%
Solo su prenotazione 081.5522424, info@atavernadore.it
Credits: www.joaquin-vely.com
www.leofficinegourmet.it
A Taverna Do Rè: dove rustico e innovazione si incontrano nel piatto per essere gustati
Via Melisurgo,(traversa del teatro Mercadante)
tel. 0815522424 cell. 3398789602
da: Taverna do Rè Eventi [tavernadore@gmail.com]

——————————–Giovedì,18 Dicembre, ore 20,30
——————————–
ABRAXAS OSTERIA & OFFICINE GOURMET
presentano le Cantine Viviani: il fascino discreto dell’Amarone.
Un appuntamento da non perdere all’Osteria Abraxas, una cena tutta flegrea dedicata agli appassionati dell’Amarone.In diretta dalla Valpolicella Cinzia Viviani racconterà la storia di un territorio attraverso la degustazione di cinque eccezionali vini, in particolare il cru Casa dei Bepi Amarone della Valpolicella 2003 e il recente Tre Bicchieri del Gambero Rosso, Campo Morar Valpolicella Clasico Superiore 2005.
L’az. Agricola Viviani di Negrar (Vr) produce Valpolicella, Amarone e Recioto da vigneti di oltre sessant’anni.
Per la prima volta a Napoli,Cinzia Viviani guiderà la degustazione di cinque eccezionali vini:
– Valpolicella Superiore Ripasso 2006
– Valpolicella Classico Superiore Campo Morar 2005
– Amarone della Valpolicella 2005
– Casa dei Bepi Amarone della Valpolicella 2003
– Recioto 2004
Partecipano alla serata l’az. Agr. F.lli De Gennaro produttrice di carni e salumi locali a Bacoli (Na) e Enzo D’Alessandro de ‘E Curti, produttore di Nucillo a Sant’Anastasia (Na)
I piatti della cucina flegrea di campagna
L’Antipasto: Bruschetta al pesto di olive, Badevisco di Sessa Aurunca (Ce), Polpettina di broccoli, patate e pancetta, Parmigiana di patate, Focaccina con scarola, Salsicce, verza e castagne, Zuppetta di fagioli cannellini.
I Primi: Fusilloni di Gragnano con crema di patate, pancetta croccante e pecorino Laticauda, Casarecce di Gragnano con filetto di baccalà, friarielli e trito di pane raffermo agli aromi.
Il Secondo: Involtino di carne di maiale flegreo con friarielli e provola, Cacio Moròlo (Fr).
Pre dessert: Biscottini e cioccolato by ‘E Curti
Dessert: Sfoglia scomposta di ricotta e fondente
INFO
Quota di partecipazione €40,00, solo su prenotazione ai n. 0818549347 – 3392236700
info@abraxasosteria.it Via Scalandrone 15 Pozzuoli (Na)
Credits: www.abraxasosteria.it – www.leofficinegourmet.it – www.cantinaviviani.com –
www.e-curti.it

———————————- Venerdì 19 Dicembre ore 20,30
———————————-
L’ARCANTE ENOTECA & IL RUDERE RISTORANTE
in collaborazione con Officine Gourmet presentano Il lato spumante della Falanghina & la cucina di mare di Antonio Lubrano. Una festosa cartolina da Pozzuoli.
Una cena gourmet per salutare il 2008. Per la prima volta insieme due realtà d’eccezione del panorama enogastronomico flegreo.
Angelo Di Costanzo, Primo Sommelier della Campania 2008 e Patron dell’Enoteca L’Arcante, presenta il lato spumante della Falanghina.
Tre interpretazioni diverse del vitigno autoctono più diffuso in Campania raccontate direttamente dai produttori.
In abbinamento un menù della classica tradizione marinara flegrea proposto da Nunzia Andriolo Di Razza e da suo marito Rino con la sapiente realizzazione del giovane house Chef Antonio Lubrano.
Nunzia, Rino e Antonio, come Angelo e Lilly de L’Arcante, hanno scommesso e investito per promuovere la propria terra e lavorano ogni giorno con passione e competenza utilizzando materie prime d’eccellenza.
Una serata effervescente dunque, all’insegna del buon mangiare e del buon bere, circondati da intermezzi di vero “opus reticulatum” caratteristico delle costruzioni flegree del centro storico.
Partecipano:
– Alessandro Palmieri di Feudi di San Gregorio – Dubl Falanghina Spumante Metodo Classico
– Pasquale Massa di Cantine del Mare – Brezza Flegrea Falanghina Spumante Metodo Charmat
– Francois Di Domenico di Cantine Astroni – Astro Falanghina Spumante Brut Metodo Charmat
Si chiude in dolcezza con l’enologo Vincenzo Di Meo de I Vini della Sibilla che presenta il proprio passito di Falanghina.
Qualche anticipazione dallo Chef : Ricotta e acciughe in tempura di semola e pizzelle di bianchetti…Il tutto condito da un comune e fondamentale ingrediente: la passione!
INFO
Ticket di partecipazione: €38,00
Sconto Soci Ais e Slow Food 10%
prenotazioni L’Arcante Enoteca 081.3031039
larcante@libero.it
Ristorante Il Rudere 081.5262943 info@ristoranteilrudere.it
Credits: L’Arcante , www.vinix.it/detail.php?ID=25330 – www.ristoranteilrudere.it
www.feudi.it – www.cantinedelmare.it – www.cantineastroni.com –
www.leofficinegourmet.it
Ristorante Il Rudere Via Pergolesi 80 Pozzuoli (Na)

———————————Sabato 20 dicembre, ore 20.00
———————————
Grand Hotel Angiolieri di Vico Equense (Na).
Nove grandi chef campani, provenienti da varie aree della regione, riuniti per una nobile causa: una serata di solidarietà in favore del progetto dell’Unicef per contrastare l’alto tasso di mortalità infantile in Guinea Bissau.
Nove grandi artisti dei fornelli che danno vita a una vera e propria jam session con la presenza discreta dell’Avvocato Ciro Polliere, Presidente dell’Associazione “In Cucina con gli Avvocati”, ideatore e promotore dell’iniziativa. Palcoscenico d’eccezione della serata sarà il ristorante L’Accanto dello splendido Grand Hotel Angiolieri di Vico Equense, una delle perle della Penisola sorrentina.
L’appuntamento, fissato per il 20 dicembre alle ore 20,00, è di quelli da non perdere sia per i nomi che hanno dato la loro disponibilità a partecipare all’evento sia per la finalità benefica dell’evento stesso.
Ai fornelli de L’Accanto si esibiranno, oltre al padrone di casa Michele De Leo:
– Giuseppe Aversa del Buco di Sorrento (Na),
– Paolo Barrale del Marennà di Sorbo Serpico (Av),
– Christoph Bob del Relais Blu di Massalubrense (Na),
– Gianluca D’Agostino della Città del Gusto di Napoli,
– Nino Di Costanzo del Mosaico del Manzi Terme di Ischia,
– Gennaro Esposito della Torre del Saracino di Vico Equense (Na),
– Giuseppe Guida del Nonna Rosa di Vico Equense (Na),
– Lino Scarallo del Palazzo Petrucci di Napoli.
Oltre agli chef, hanno aderito con entusiasmo all’appello due importanti aziende vitivinicole campane, Villa Matilde di Cellole (Ce) e Feudi di San Gregorio di Sorbo Serpico (Av), che metteranno a disposizione i propri vini per la serata, la Delta srl di Napoli, azienda leader nella realizzazione di strumenti di scrittura di alto pregio, che realizzerà per l’evento una penna in esemplare unico che verrà messa all’asta nel corso della serata per incrementare la cifra da devolvere al progetto dell’Unicef, nonché Coltellerie Berti, azienda leader mondiale nella realizzazione di coltelli artigianali che significherà la propria solidarietà con la donazione di un set di coltelli forgiati a mano e realizzati per l’evento da un unico artigiano nel rispetto della tradizione più autentica.
L’obiettivo è contribuire all’immunizzazione dei bambini sotto i 12 mesi contro morbillo, difterite, pertosse e tetano, e alla distribuzione su larga scala di vitamina A, sale iodato e zanzariere trattate con insetticida.
L’evento verrà presentato alla stampa e al pubblico martedì 9 dicembre alle ore 10 presso la Città del Gusto di Napoli.
Menu:
– Lasagnette di mozzarella di bufala campana e crudo di gamberi su passatina di broccoli di Natale;
– Astice al fumo speziato di 7 legni su clorofilla di prezzemolo, peperoni, ricotta ed olio ai capperi;
– Crudo di pesce azzurro, ananas e mandorle allo zenzero;
– Palla di alice su ragout di peperoni;
– Pasta fresca con patate affumicate e sensazioni di bosco;
– Variazione di maiale;
– Caldo di provolone del monaco con terrina di pane al profumo d’arancia e noci caramellate;
– gelato ai porcini e cerfoglio aromatizzato;
– Passata tiepida di sorbe, cremoso al cioccolato e flan gelato ai “portualli”;
– Stranocciola.
In abbinamento : Dubl Falanghina 2006 metodo classico (Feudi) – Falerno del Massico bianco 2007 (Villa Matilde) – Pietracalda 2006 Fiano di Avellino D0CG (Feudi) – Camarato Falerno del Massico 2003 (Villa Matilde) – Serpico 2005 Irpinia Aglianico (Feudi) – Eleusi (Villa Matilde) – Privilegio 2005 Campania Bianco(Feudi) – Nocillo (I Curti).
Acque: Paradiso e San Faustino
INFO
Quota di partecipazione: 150 euro
L’incasso della serata sarà devoluto interamente all’Unicef
Grand Hotel Angiolieri
Via Santa Maria Vecchia, 2
Seiano di Vico Equense (Na)
Tel. 327/2817905
www.grandhotelangiolieri.it
www.incucina-congliavvocati.it

INFO
Le Officine Gourmet
di Giulia Cannada Bartoli
tel/fax + 39.081.8041841
mob.+39.3398789602
www.leofficinegourmet.it

Da: GCB [officinegourmet@gmail.com]


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.