A Giugliano il “Premio Letterario Minerva”, tre i finalisti della quarta edizione

A Giugliano Enrico Deaglio si aggiudica il “Premio Letterario Minerva”

Ha ottenuto la metà dei voti della giuria popolare e si è aggiudicato la quarta edizione del Premio Letterario Minerva – Letteratura di Impegno.
Enrico Deaglio con il suo ultimo libro, “Patria”, edito da Il Saggiatore ha trionfato – con 63 voti – a conclusione del Premio promosso dall’associazione culturale Minerva di Giugliano, presieduta da Bianca Granata Guadalupi, con il patrocinio della locale Amministrazione comunale. “Un riconoscimento – spiega Deglio – che premia il lavoro svolto e mi spinge a continuare su questa strada. Con ‘Patria’ ho inteso tracciare un percorso attraverso l’Italia degli ultimi trent’anni, raccontata in cinquecento storie”. Gli altri due finalisti, Giorgio Falco con “L’ubicazione del bene” (Edizioni Einaudi) e Walter Siti con “Il Canto del Diavolo” (Edizioni Rizzoli) hanno fatto registrare rispettivamente 31 e 32 voti. Gremita la sala di palazzo Palumbo dove si è svolta la serata finale del Premio, alla presenze degli iscritti all’associazione Minerva, che quest’anno festeggia i suoi 20 anni di impegno sul territorio promovendo iniziative culturali e in particolare sensibilizzando verso la lettura di testi che sappiano offrire un’ interpretazione della condizione politica, sociale ed antropologica dell’Italia di ieri e di oggi, come quelli finalisti di tutte le edizioni del “Premio Letterario Minerva”.
Alla cerimonia hanno partecipato oltre ai tre finalisti, i componenti della giuria tecnica formata dagli scrittori Maurizio Braucci, Antonella Cilento e Giuseppe Montesano, dal giornalista e scrittore Francesco Durante e la presidente dell’Associazione Minerva, Bianca Granata Guadalupi. “La nostra associazione vuole essere sempre più visibile – afferma la presidente -, una realtà che da Giugliano si spinge verso i paesi vicini, ecco perché apriremo una sezione del Premio rivolto ai ragazzi e promuoveremo iniziative culturali incentrate sulla lettura anche nelle scuole medie del territorio, a cominciare dal mese di dicembre a Villaricca”.

Premio Minerva 2009: Scheda Vincitore Enrico Deaglio – Patria (Edizioni Il Saggiatore)
Enrico Deaglio (Torino 1947), medico, direttore di Lotta continua e Reporter, collaboratore del La Stampa, nel 1996 ha dato vita al settimanale Diario che ha diretto fino al 2008. Corrispondente negli anni ottanta per il programma tv Mixer, ha poi condotto per la Rai Milano, Italia (1994), Ragazzi del ’99 (1999), Così va il mondo (2000) e L’Elmo di Scipio (2001- 2004). Numerosi i suoi libri, tra cui La Fiat com’è (1975), Cinque storie quasi vere (1988), Raccolto rosso. La mafia, l’Italia (1993), Besame mucho (1995), Bella ciao (1996), La banalità del bene. Storia di Giorgio Perlasca (Feltrinelli, 1991) da cui è stato tratto il film tv. Autore di reportage televisivi sull’attualità italiana, ha inoltre realizzato con Beppe Cremagnani diversi filminchiesta: Quando c’era Silvio (2006), Uccidete la democrazia! (2006), Gli imbroglioni (2007), Fare un golpe e farla franca (2008).
Patria (Edizioni Il Saggiatore)
Ma davvero è successo tutto questo? In un libro di novecento pagine, una cavalcata in quel vero romanzo che è stata l’Italia degli ultimi trent’anni. È come guardare un film sulla nostra vita, in cui gli avvenimenti sono raccontati mentre succedono. Si comincia con Aldo Moro nella prigione del popolo, nell’anno che ha cambiato tutto. E poi, l’ascesa della mafia, il rapporto stretto tra crimine e potere, la guerra e i segreti di Cosa Nostra, i morti e i soldi che li hanno accompagnati. I grandi condottieri dell’industria tra sogni e corruzione, la fine ingloriosa della Prima repubblica, l’ascesa della televisione e del suo magnate, il Nord conquistato dalla Lega, il nuovo potere del Vaticano, la rivalutazione del fascismo, la crisi e la deriva. La nostra storia in cinquecento storie: anno per anno, i protagonisti, i fatti, le parole, le vittime e i vincitori, le resistenze, la musica e le idee che hanno costruito il nostro paese. Un libro per ricordare quanto è successo e per scoprire che – molto spesso – le cose non erano andate proprio così. (www.saggiatore.it)

da: Dsl Comunicazione [ufficiostampa@dslcomunicazione.com]

————————————
La premiazione il 26 settembre
————————————-
Si conoscerà sabato il nome del vincitore del premio “Premio Letterario Minerva 2009 – Letteratura di Impegno Civile”.
I finalisti di questa quarta edizione sono
Enrico Deaglio con “Patria” (Edizioni Il Saggiatore),
Giorgio Falco con “L’ubicazione del bene” (Edizioni Einaudi) e
Walter Siti con “Il Canto del Diavolo” (Edizioni Rizzoli).

L’evento è promosso dall’Associazione Culturale Minerva di Giugliano, con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Giugliano.

Sabato la proclamazione a Palazzo Palumbo (Giugliano in Campania).
Alla cerimonia, che avrà inizio alle 17, parteciperanno tra gli altri i tre finalisti e i componenti della giuria tecnica formata dagli scrittori Giuseppe Braucci, Antonella Cilento e Giuseppe Montesano, dal giornalista e scrittore Francesco Durante e dalla presidente dell’Associazione Minerva, Bianca Granata Guadalupi.

Il Premio Letterario Minerva per la “Letteratura dell’Impegno” mira a far conoscere al pubblico scrittori che hanno trattato nelle loro opere narrative tematiche di interesse sociale e civile, proprio come i tre finalisti selezionati dalla giuria di esperti, tra cui – dopo una votazione tra i partecipanti alla serata conclusiva – verrà scelto il vincitore.
————————–
L’ANNUNCIO
————————–
L’evento, giunto alla sua quarta edizione, è promosso dall’Associazione Culturale Minerva di Giugliano, con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Giugliano.
Il 26 settembre, la proclamazione del vincitore a Palazzo Palumbo (Giugliano in Campania).
Alla cerimonia, che avrà inizio alle 17, parteciperanno tra gli altri i tre finalisti, e i componenti della giuria tecnica formata dagli scrittori Giuseppe Braucci, Antonella Cilento e Giuseppe Montesano, dal giornalista e scrittore Francesco Durante e dalla presidente dell’Associazione Minerva, Bianca Granata Guadalupi.
Il Premio Letterario Minerva per la “Letteratura dell’Impegno” mira a far conoscere al pubblico scrittori che hanno trattato nelle loro opere narrative tematiche di interesse sociale e civile, proprio come i tre finalisti selezionati dalla giuria di esperti, tra cui – dopo una votazione tra i partecipanti alla serata conclusiva – verrà scelto il vincitore.

I FINALISTI
Sono Enrico Deaglio con “Patria” (Edizioni Il Saggiatore),
Giorgio Falco con “L’ubicazione del bene” (Edizioni Einaudi) e
Walter Siti con “Il Canto del Diavolo” (Edizioni Rizzoli) i finalisti del “Premio Letterario Minerva 2009 – Letteratura di Impegno Civile”.

ASSOCIAZIONE CULTURALE MINERVA
L’Associazione Culturale Minerva nasce nel 1989, vive grazie all’impegno e alla tenacia di un gruppo folto di donne e uomini convinti che la diffusione della cultura costituisce la premessa indispensabile per la crescita civile, sociale e politica di ogni comunità.
Nella sua storia ha svolto un vasto programma nei diversi ambiti conoscitivi e divulgativi, promuovendo ed organizzando visite guidate, rassegne cinematografiche, concerti, corsi di Storia della Musica e di Storia dell’Arte, corsi di lingua inglese, conferenze e incontri con personalità del mondo della cultura.

IL PROGRAMMA
Città di Giugliano
Associazione Culturale Minerva
premioletterariominerva
letteratura di impegno civile

QUARTA EDIZIONE
GIUGLIANO IN CAMPANIA
26 SETTEMBRE 2009 – ORE 17
Palazzo Palumbo – Corso Campano
Le culture non sono entità distinte,
esistono attraverso le persone
che le rappresentano, che non sono mai identiche:
in un paese individui portatori
di varie culture spesso coabitano
in una stessa città, in un quartiere
in una scuola, in un’azienda.
E’ dalla loro capacità di convivere,
ascoltarsi reciprocamente,
influenzarsi che risiede il dialogo delle culture.

AMIN MAALOUF
Il Premio Minerva,
LETTERATURA DI IMPEGNO CIVILE
intende dare risalto a opere nuove di narrativa che abbiano valenza civile e che sappiano offrire una interpretazione della condizione politica, sociale ed antropologica dell’Italia di ieri e di oggi.

I COMPONENTI LA GIURIA TECNICA
Maurizio Braucci, scrittore
Antonella Cilento, scrittore
Francesco Durante, scrittore
Bianca G. Guadalupi, presidente Associazione Culturale Minerva
Giuseppe Montesano, scrittore

I LIBRI FINALISTI
– PATRIA di Enrico Deaglio – Edizioni Il Saggiatore
– L’UBICAZIONE DEL BENE di Giorgio Falco – Edizioni Einaudi
– IL CANTO DEL DIAVOLO
di Walter Siti – Edizioni Rizzoli

Segreteria Organizzativa

ASSOCIAZIONE CULTURALE MINERVA
Tel. 081 5069199
Comunicazione e Ufficio Stampa
DSLCOMUNICAZIONE
info@dslcomunicazione.com tel. 081 7641316

La sede è al Corso Campano – Vico Martino 80014 – Giugliano in Campania (NA) tel-fax: 081/5069199
e-mail: info@minervagiugliano.it


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.