COLDIRETTI CALABRIA PLAUDE ALLA NOMINA DI UMBERTO DE ROSE A PRESIDENTE DI FINCALABRA

17 settembre 2010. Fincalabra adesso si distingua per pragmatismo e attenzione anche al settore agricolo ed agroalimentare
“La nomina da parte della Regione Calabria di Umberto De Rose al vertice della Finanziaria Regionale Fincalabra va sicuramente accolta con favore poiché -commenta Pietro Molinaro presidente regionale di Coldiretti Calabria – potrà avere un impatto positivo sull’importante tematica dell’accesso al credito da parte delle imprese, che devono trovare in Fincalabra un interlocutore attento che può accompagnare la fase degli attuali investimenti e garantire benefici di lungo periodo. Ci aspettiamo –osserva Molinaro –che il neo presidente garantisca adeguati strumenti per un equilibrato e diffuso “accesso al credito” alle imprese agricole ed agroalimentari che nel passato non è stato riconosciuto poiché in questo momento è una garanzia essenziale per consolidarne prospettive di crescita: mantenere la barra dritta su questa prospettiva, per noi – precisa Molinaro – è un conferma importante. La Coldiretti Calabria su queste basi, è pronta a supportarne l’azione contribuendo a trovare nuove idee ed ad infondere coraggio nel realizzarle. L’organizzazione –conclude Molinaro – sul tema dell’accesso al credito non crede che i rubinetti devono essere comunque aperti a tutti, quasi come se esistesse una sorta di diritto a ricevere i soldi, perché questo potrebbe riportare l’orologio all’indietro.
———————————–
COLDIRETTI CALABRIA: FINCALABRA E AGENZIA UNICA DI PROMOZIONE. LA COLDIRETTI APPREZZA LA POSIZIONE DEL PRESIDENTE UNIONCAMERE ROBERTO SALERNO

15 settembre 2010. La Regione Calabria dia l’indispensabile assenso
“La Coldiretti Calabria apprezza la posizione espressa dal presidente UnionCamere Calabria Roberto Salerno sia riguardo l’affidamento di nuovi fondi regionali alla Finanziaria Regionale Fincalabra che sulla
“improcrastinabile concretizzazione di un’unica Agenzia di coordinamento per i Marchio Calabria”.
Pietro Molinaro presidente della Coldiretti Calabria sottolinea che più volte al Sistema Camerale è stato chiesto di fare sintesi su questi due aspetti che incide direttamente sul sistema imprenditoriale calabrese e quindi la posizione chiara espressa dal presidente Salerno è di grande rilievo. Le imprese dell’agroalimentare calabrese da tempo chiedono che si “chiuda il cerchio” perché le sfide che si pongono innanzi sono difficili da compiere e per questo hanno bisogno di un sistema del credito efficiente e certo poiché attualmente “la borsa è vuota”.
Lo sviluppo non può esserci senza imprese e per questo abbiamo urgente necessità di una FINCALABRA rimotivata e caratterizzata da un grande pragmatismo.
Il tema dell’Agenzia Unica di Promozione delle produzioni di eccellenza dell’agroalimentare è un altro tema caro alle imprese. Averlo condiviso focalizzando concretamente una sinergia con la Regione Calabria significa che il tempo è ormai maturo. Su questa tematica che sta molto a cuore alle imprese – aggiunge Molinaro – mi preme dire che non va gestita solo in una ottica di comunicazione o di partecipazione alle fiere ma piuttosto va inquadrata dando una immagine positiva del territorio legandoci ad un patrimonio che dobbiamo rendere ancor più riconoscibile, con le nostre identità, il nostro straordinario paesaggio fatto di ambiente , storia e cultura, il nostro cibo ed i suoi primati in termini di sicurezza ambientale, sociale e sanitaria.
Il futuro del nostro sistema produttivo, fatto di agricoltura, agroalimentare e turismo – conclude Molinaro – sta nel fare cogliere questo valore aggiunto che ci deve necessariamente distinguere.

da: Ufficio Stampa Coldiretti Calabria [ufficiostampa.calabria@coldiretti.it]


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.