ERSAC: il 2 conferenza stampa per il concorso enologico. Il punto sull’agricoltura con l’assessore regionale.
Venerdì 2 dicembre, alle ore 11 nella sede di Parco Maria Cristina di Savoia 40 avrà luogo la Conferenza Stampa per la presentazione del 1°Concorso Enologico “I vini rossi da uve autoctone del Sud” indetto ed organizzato dall’E.R.S.A.C. in collaborazione con l’Associazione Enologi Enotecnici Italiani, che ne realizza gli aspetti tecnico – operativi; alle selezioni che si svolgeranno a Villa Campolieto a Ercolano dal 5 al 7 dicembre, partecipano numerose aziende vinicole di 6 regioni, ovvero Campania, Puglia, Calabria, Basilicata, Sicilia e Sardegna. All’incontro saranno presenti il Direttore Generale dell’E.R.S.A.C. Raffaele Beato e il Commissario Straordinario Gennaro Limone, che illustreranno le modalità del primo Concorso Enologico “I VINI ROSSI DA UVE AUTOCTONE DEL SUD” che si prefigge di evidenziare la crescita del comparto vitivinicolo del mezzogiorno d’Italia e lo sforzo compiuto dai produttori per presentare al mercato una produzione qualitativamente sempre più elevata.
RIUNIONE DI LAVORO ALL’ERSAC.
Intanto si è svolto, all’interno sella sede ERSAC a Parco Maria Cristina di Savoia, l’incontro fra l’assessore alle Politiche Agricole Andrea Cozzolino, il Direttore Generale dell’ERSAC Raffaele Beato, il Commissario Straordinario Gennaro Limone, i dirigenti e responsabili di strutture agroalimentari e i rappresentanti delle organizzazioni sindacali: fra i temi trattati nel corso della conversazione, il processo di riorganizzazione in atto all’interno dei servizi di sviluppo agricolo regionale, la creazione di un nuovo Polo agroalimentare d’eccellenza, il miglioramento costante della qualità dei prodotti tipici e il loro posizionamento sui mercati esteri. L’assessore Cozzolino ha illustrato la necessità di riunire in un’unica piattaforma logistica le varie strutture dei servizi di sviluppo agroalimentare: SESIRCA, ERSVA e altre si concentreranno sotto la guida dell’ERSAC per ottimizzare i risultati, non disperdere gli investimenti finanziari di provenienza comunitaria e dei FAS, Fondi agricoli per lo Sviluppo della Regione e consentire l’applicazione di un articolato piano triennale per l’internazionalizzazione dell’intero comparto agroalimentare campano.
In questa programmazione rientrano anche i diversificati livelli d’incontro che l’Assessorato intende avviare sia con il personale delle strutture che con i titolari delle aziende agricole, per scoprire i punti critici e misurarsi con problematiche più complesse:l’esatta conoscenza delle difficoltà che si presentano nel settore, la tempistica rapida per trovare soluzioni idonee e applicarle, l’istituzione di un Polo d’eccellenza agroalimentare nella provincia di Caserta, la priorità assoluta della qualità come marchio del “made in Campania”, la valorizzazione e il marketing a livello mondiale dei prodotti alimentari regionali sono le mete che l’assessore Cozzolino ritiene indispensabile conseguire per restituire ai produttori del comparto agroalimentare l’orgoglio di essere rappresentati dalla politica agricola regionale.
L’invito è , quindi, quello di accantonare i dualismi e le strategie di parte, creare una solida filiera agroalimentare e realizzare il salto di qualità auspicato con il sostegno e la collaborazione fattiva degli operatori del comparto, finora dispersi fra varie strutture e adesso riuniti sotto l’egida dell’ERSAC sempre apprezzata per la sua affidabilità: la volontà della Giunta regionale è di esprimersi con una centralità di forze e risorse umane in sinergia, attraverso eventi di grande portata e risonanza mediatica che portino ovunque il nome di Napoli e contribuiscano a costruire una rete di rapporti tesi a valorizzare nel mondo l’agroalimentare campano.
UFFICIO STAMPA ERSAC:
LAURA CAICO:
CELL: 338/7589944


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.