FESTIVAL VILLE VESUVIANE
3 luglio – 4 agosto

Ambientato in uno scenario di ineguagliabile bellezza, il Festival delle Ville Vesuviane, teatro musica e danza, festeggia il ventesimo anniversario.
Per l’occasione, sono stati inseriti nel ricco programma, da martedì 3 luglio a sabato 4 agosto, nomi di prestigio come Peppe Barra, Simone Cristicchi, Ginevra di Marco, The Aeroplanes di Liverpool, Riccardo Canessa, Arturo Cirillo, Roberto De Simone.

Location degli eventi, Villa Campolieto di Ercolano, la Real Fabbrica d’armi di Torre Annunziata, Villa Bruno di San Giorgio a Cremano, Villa delle Ginestre di Torre del Greco, Villa Letizia di Barra, Villa Savonarola di Portici, alcune delle 122 ville patrizie settecentesco, costruite dagli architetti Carlo e Luigi Vanvitelli, Ferdinando Fuga, Ferdinando Sanfelice, Domenico Antonio Vaccaro, Nuclerio, nel tratto definito del Miglio d’Oro per la felice collocazione tra mare e Vesuvio.

“Anche quest’anno – ha dichiarato Nino Daniele, sindaco di Ercolano -il notevole patrimonio architettonico delle ville vesuviane sarà fruibile da parte dei cittadini. Splendide scenografie, paesaggi mozzafiato faranno da corollario alle manifestazioni e agli spettacoli programmati nell’ambito del festival”.

Diretto da Paolo Romanello, il festival è organizzato dall’Ente per le Ville Vesuviane, con il sostegno della Provincia di Napoli, della Regione Campania, del Ministero per i beni e le Attività culturali, dell’Unesco, dell’Unione Europea e di tutti i comuni della fascia vesuviana

IL PROGRAMMA DI LUGLIO
Ouverture a Villa Campolieto con Il Campanello dello Speziale, parole e musica di Gaetano Donizetti, farsa composta nel 1836 in soli 7 giorni per il Teatro Nuovo e, trasformata l’anno successivo, in operina buffa. Regia di Riccardo Canessa.

– Sabato 7 luglio a Villa Campolieto, il concerto di Peppe Barra con la JuniOrchestra Collegium Philarmonicum. Direttori Antonella Aloigi, Gennaro Cappabianca, Matteo Gigantino. Musiche di Vivaldi, Mozart, Kenkins, Respighi, Pergolesi e anonimi del 700 napoletano.

– Lunedì, 9 Villa Campolieto,la Rassegna corale internazionale

– Martedì 10 alla Real Fabbrica d’armi, I Palconauti presenta
“Shoah” di Francesco Campanile e Nunzio Zuzio

– Mercoledì 11 e giovedì 12, Simone Cristicchi in concerto

– Venerdì 13 Villa Campolieto Cantautori in Villa in collaborazione il Club Tenco

– domenica 15 a Villa Campolieto Favola Rock presenta “Top of the Rock” rassegna di gruppi emergenti

– Martedì 17 Villa Bruno, Uno spazio per il teatro presenta Nuntereggaepiù Rino. Regia di Vincenzo Borrelli

-Mercoledì 18 Villa delle Ginestre Marco Zurzolo Band in concerto

– Giovedì 19 Villa delle Ginestre “Don Fausto” di Antonio Petito. Regia di Arturo Cirillo;

– Venerdì 20 Villa Letizia, La Cooperativa Sylva Mala presenta Lunatica Ensenable in “Antiche armonie all’ombra del Vesuvio” “La voce antica della luna”

– Sabato 21 Villa Letizia Il Conservatorio San Pietro a Macella presenta Concerti 10 con lode “La musica dell’anima”

– Martedì 24 Villa Savonarola Conservatorio San Pietro a Majella presenta “Salime Saxtet” in concerto

– Mercoledì 25 e venerdì 26 Villa Campolieto Ente Teatro Cronaca e Progetto Europa Giovani presentano “Cinematografo”

– Sabato 28 Villa Campolieto Compagnia Aterballetto presenta Steptext.

IL PROGRAMMA DI AGOSTO

– Giovedì 2, venerdì 3, sabato 4 Villa Campolieto presenta “La ci darem la mano”.

Sono trascorsi oltre due secoli da quando l’aristocrazia partenopea, per emulare Carlo di Borbone che vantava la sua magnifica dimora estiva a Portici, cominciò a farsi costruire splendide ville tra Napoli e Pompei. Il degrado delle ville e dei palazzi cominciò con l’esilio dei sovrani del Regno delle Due Sicilie, ormai non più regno né tantomeno stato autonomo. Molte ville furono abbandonate, in una rapida successione di fitti, subaffitti e vendite. Delle 122 dimore censite, una sessantina sono state recuperate e durante l’anno si svolgono mostre, spettacoli, convegni.

da: Mario Carillo [mcarill@tin.it]


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.