I sindaci dell’agro aversano, ben 19, bloccano la linea ferroviaria Napoli-Roma, occupando la stazione di Aversa e i binari di Villa Literno, seguiti da numerosi residenti e minacciano di dimettersi, se non cambia la situazione dei rifiuti. La protesta è scaturita dopo che per una giornata intera si sono fronteggiati commissario e sindaci interessati i quali, dicendo di non avere poteri, non sono in grado di offrire soluzioni che poi non siano realizzate da altri. In parole povere, siccome loro non possono, facciano altri, con tutto quel che segue. Da parte sua, il commissario si rende conto che la collaborazione richiesta ai rappresentanti comunali non è quella necessaria, perché i termovalorizzatori non li vuole nessuno, le discariche nemmeno. Eppure negli altri paesi d’Europa, ma anche in Italia, se non ci fosse la collaborazione tra pubbliche istituzioni e cittadini, starebbero tutti come in Campania. In tal caso, non ci sarebbe bisogno nemmeno di porre il problema, alle prese, come certamente saremmo, con epidemie varie. Intanto, oggi e domani la commissione bicamerale d’inchiesta sui rifiuti è in Campania e giovedì proverà a tracciare un bilancio della situazione, offrendo la soluzione, mentre allo stesso tempo un aereo proverà a monitorare le zone utilizzate come discariche, per rilevare con particolari radar eventuali altri veleni oltre alla diossina.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.