Critiche a pioggia e da tutte le parti. La Lega nord contro gli aiuti alla Campania dalle altre regioni. Il sindaco di Napoli ha lanciato l’idea, ma a tutti è parso il classico guanto di sfida. La Iervolino aveva detto che anche a Napoli si potranno costruire termovalorizzatori per i rifiuti. Una posizione giusta, se vista dalla parte di quelli che oggi negli altri comuni fanno la battaglia, perché non vogliono i rifiuti napoletani. Ma non la pensano così eminenti uomini pubblici, i quali si sono dichiarati contrari. Senza nemmeno sapere “dove” il sindaco li avrebbe fatti costruire. Intanto dovrebbe decidere il Consiglio comunale, su una proposta della giunta in tal senso. Ci vorrebbero studi di fattibilità per l’impatto ambientale e quindi l’eventuale placet degli organismi deputati, tra i quali anche la protezione civile. Insomma, tanto rumor per nulla, anzi no, per le elezioni europee. Questo sì. In più, ci si mette anche la Lega nord che, per sottolineare il loro distacco dalle problematiche del sud, minacciano addirittura la crisi di governo, se si interviene a favore della Campania per la faccenda dei rifiuti. La sussidiarietà, la solidarietà e altre amenità del genere non le ha chieste il sud, le hanno scritte loro, votandole, nella modifica al Titolo V della Costituzione. Ora si contraddicono, Bossi non lo avrebbe detto, anche se lo pensava, perchè quelle modifiche le ha votate il suo partito, lanciato verso un federalismo che se è quello percepito dai suoi adepti, non sembra destinato a fare molta strada..


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.