Corvese interviene al Corso di formazione
“Educarsi ed educare alla pace” a Caserta
Continua mercoledì 22 febbraio alle ore 9:00, presso l’Aula Magna del Liceo Classico “Pietro Giannone” di Caserta(nella foto), diretto da Giorgio Iazeolla, il Corso di formazione “Educarsi ed educare alla pace”, con l’intervento dello storico Felicio Corvese (Centro Daniele-ICSR) sul tema: “Dalla politica dei blocchi agli scenari attuali”. La relazione di Corvese affronta, alla luce degli sviluppi del più recente dibattito storiografico, alcune delle questioni cruciali della complessa congiuntura storica dell’ultimo quindicennio, tentando di spiegarne gli eventi di maggior rilievo e le rapide mutazioni, a partire dai processi di lunga durata che caratterizzano la storia della modernizzazione in età contemporanea: il crollo dell’URSS e le sue conseguenze, la ripresa delle spinte etnonazionali e dei fondamentalismi religiosi, l’emergere di nuovi soggetti sulla scena mondiale, la parabola dell’egemonia degli Stati Uniti, i futuri scenari che si profilano per l’Europa in un mondo sempre più globalizzato e, insieme, più parcellizzato.
Dopo la relazione dell’esperto, l’incontro continua con la discussione dei partecipanti. I lavori proseguono poi nel pomeriggio, a partire dalle ore 15:00, con i laboratori seminariali, coordinati da Ida Alborino, referente del progetto, e da Gabriella Sedda, assistente tutoriale del Settore Istruzione della Regione Campania che ha promosso l’iniziativa.
“Educarsi ed educare alla pace”, che è rivolto ai docenti delle scuole di ogni ordine e grado della provincia di Caserta, prosegue secondo il seguente calendario: il 21 marzo (La distruzione delle risorse e dell’ambiente) con Giuliana Martirani della “Federico II” di Napoli; l’11 aprile (Guerre e reti di solidarietà) con Maria Marrone di Amnesty International e con Diego Maria Ianiro, peace-keeper in Palestina.
19 febbraio 2006
INFO comunicazione: Mary Attento
(in allegato, un’immagine del portale d’ingresso al Liceo)


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.