E’ partito il progetto borgo didattico a Badolato con la giornata presso l’agriturismo Zangarsa con la sinergia dell aopt riviera e borghi degli angeli, della comunità di terra madre borghi in Comunità, dell’associazione MAMA, della condotta slow food soverato versante jonico.
Dopo l’esperienza di venerdì 3 novembre con i bambini della scuola elementare e con il patrocinio del comune di Badolato (che aderisce ai borghi della salute ) domenica si è realizzata una giornata con tanti stimoli: la raccolta delle olive, la spremitura in frantoio , la conversazione con la dssa Romana Aloisi presidente dell’ADI sulla dieta mediterranea, la compilazione del questionario slow food sui comportamenti alimentari.
La sosta a pranzo con i buoni piatti della tradizione di Badolato sono stati una nota trasgressiva in termini di calorie che ci si può consentire appunto solo la domenica. Interessante la conclusione con la visita al convento degli Angeli con la guida di Guerino Nistico che ha portato all’ attenzione il patrimonio storico del convento seicentesco e la cura dell orto da parte dei ragazzi della comunità ospiti della struttura.
Il nuovo appuntamento a Badolato sara’ al ristorante “i pirari ” per la cena slow Wine con una presentazione a sorpresa di un prodotto storico della tradizione Badolatese .
la condotta slow food Soverato Versante Jonico
da: marisa gigliotti


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *