Presso lo Studio Arti e Decorazione “Le Muse” , in via Toledo n°22, Napoli, è visitabile da sabato, 1° aprile, (inaugurazione ore I9) ,la personale di Mario Barrotta “Enigmi dell’anima”.

Mario Barrotta ha iniziato la sua carriera artistica configurandosi nell’astrattattismo, realizzando una serie di forme, talvolta anche indefinite, arricchite da un’autentica esplosione di colore. Di recente, ha aderito alla corrente dell’Esasperatismo, per promuovere un anelito che nella postcontemporaneità ritrovi l’energia vitale tipica dei Paesi del Mediterraneo, attualmente oscurata dalla tendenza alla globalizzazione realizzatasi anche nel campo delle arti figurative. Con i suoi richiami alla pittura di Miro e Kandinskj, l’artista si propone come espressione di un linguaggio efficace, nitido, che rielabora gli antichi archetipi per rinnovarli nello spirito della modernità. Stimato dall’entourage che si riconosce nella tendenza del “Bidone”, proporrà nel corso del “Maggio dei Monumenti” una diversa modalità espressiva. La mostra, con intervento critico di Stefania Marotti, sarà aperta al pubblico fino al prossimo I4 aprile.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.