CULTURAL VIDEO PRODUCTION “What do you want?”
Lo spettacolo, scritto e diretto da Stefano Scognamiglio
apre il tour extra cittadino della seconda edizione di “Quartieri di vita”
Il festival di formazione e teatro sociale, per la direzione artistica di Ruggero Cappuccio, realizzato con il sostegno della Regione Campania dalla Fondazione Campania dei Festival
Una pièce dolce e amara, tiene insieme i temi dell’immigrazione e del riscatto
Sabato 9 dicembre alle ore 21, al Teatro Comunale di Caserta

NAPOLI. Una pièce dolce e amara che racconta frammenti di vita vissuta e sognata, testimoniando un modo di stare al mondo, anche attraverso canti e danze, nel tentativo di svelare l’intima verità di ciascuno degli attori. Sarà “What do you want?”, scritto e diretto da Stefano Scognamiglio, in programma domani (sabato 9 dicembre alle ore 21), al Teatro Comunale di Caserta, ad aprire il tour extra cittadino della seconda edizione di “Quartieri di vita”. Il festival di formazione e teatro sociale, per la direzione artistica di Ruggero Cappuccio, realizzato con il sostegno della Regione Campania dalla Fondazione Campania dei Festival. La manifestazione, inserita quest’anno anche tra i progetti speciali del Mibact, fino al 22 dicembre presenta laboratori, incontri e mostre, che coinvolgeranno, oltre al capoluogo, numerosi altri centri della regione. “What do you want?”, frutto di un laboratorio teatrale realizzato al centro sociale Ex Canapificio di Caserta, porta in scena quattro uomini (appartenenti alla S.P.R.A.R.: servizio protezione richiedenti asilo rifugiati, del ministero dell’interno) e quattro donne africane, che recitano con un testo in italiano, cucito su ciascun interprete, e tramato di dialetti africani e dal cosiddetto “broken english”. In scena ci saranno: Florence Omorogeva, Becky Collins, Jennifer Omigie, Tessy Akiado Igiba, Osman Nuhu, Israel Emovon, Ibrahim Diallo e Wadud Husseini; il disegno luci è di Jack Hakim e Fabio Faliero, il suono di Jack Hakim e il produttore esecutivo è Luca Palamara.
Per “Quartieri di Vita” è previsto un biglietto d’ingresso, simbolico di 2 e 5 euro, che servirà a raccogliere fondi per l’Ospedale Pediatrico Santobono-Pausilipon, come pure saranno riservati, in alcune date specifiche, alcune centinaia di posti per le associazioni, i volontari e le cooperative sociali che operano sul territorio.

«L’Italia è un paese razzista – spiega Stefano Scognamiglio – la maggior parte degli italiani percepisce o considera i migranti come nemici. L’indagine sulle cause di quanto appena affermato e le azioni per porvi rimedio, in una qualunque democrazia, dovrebbero essere considerate una priorità nazionale. Nel sonno profondo della ragione e delle idee, il flusso migratorio dai paesi africani verso le coste italiane, assumono connotati di natura fantastica. In questo spettacolo vogliamo svelare l’intima verità di ciascuno degli attori, verità che in quanto tale sfugge, si costruisce attraverso il dubbio, lo scontro, l’incontro, principalmente, appunto, l’ascolto, di sé e degli altri”.

Biografia regista
Studi classici, laurea in filosofia, giornalista pubblicista dal 2003, Stefano Scognamiglio, si forma teatralmente partendo da Roma alla scuola del teatro stabile d’innovazione Furio Camillo, incontrando nel suo percorso formativo (itinerante) e professionale artisti molto diversi tra loro. Alterna esperienze televisive e cinematografiche, da scritturato a lavori propri. E’ protagonista e produttore del progetto cross-mediale “Connection House”, vincitore quale “best comedy” al Berlino web fest del 2017 e “miglior regia” al Roma web fest nel 2016.
Nel 2009 fonda a Napoli, la rassegna, poi diventata stabile, Pausilypon-Suggestioni all’imbrunire. Per la suddetta rassegna ha curato e, o, interpretato i seguenti spettacoli: “Lettera dal Pausilypon”, “L’altra Eurudice”, “Il bosco e la belva”, “Le città silenti”, “Il mio giorno speciale”, “Moby Dick”, “E nacque dunque il caos primissimo” e “Bistecche di pinguino”.
Ufficio stampa per “What do you want?”
Désirée Klain (mobile) + 39-345-4259681 (Ph-fax) +39 081-403255
Nelle foto in allegato:
Da sx: Israel Emovon, Jennifer Omigie, Becky Collins, Wadud Husseini, Florence Omorogeva, Ibrahim Diallo, Osman Nuhu
Florence Serraino
Da sx: Becky Collins, Tessy Akiado, Jennifer Omigie, Florence Serraino, Ibrahim Diallo, Israel Ovon, Wadud Husseini.
Da sx: Becky Collins, Tessy Akiado, Jennifer Omigie, Florence Omorogeva, Stefano Scognamiglio, Ibrahim Diallo, Israel Emovon, Wadud Husseini

Categorie: Eventi

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.