SCOPERTO IL FOSSILE DI UNA ANTICA VITE ROMANA NELLA TERRA DEL MASSICO LA STORIA DEL VINO FALERNO

Con Costiera dei Fiori e Montagna Viva alla scoperta delle bellezze casertane.

“Per Borghi e castelli dell’Alto Casertano” chiude con un record di presenze. Cala il sipario sulle visite guidate nell’ambito di “Montagna Viva”. Falco: Un’esperienza da ripetere”.

Sei itinerari, undici borghi visitati e oltre 650 turisti provenienti da Caserta e Napoli accorsi per gli appuntamenti del programma “Per borghi e castelli dell’alto casertano”, che ha consentito di conoscere e valorizzare Letino, Castello del Matese, Piedimonte Matese, San Potito Sannitico, Alife, Raviscanina, Liberi, Formicola, Dragoni, Roccaromana e San Pietro Infine.

Un evento dai grandi numeri, quindi, che ha portato entusiasti visitatori alla scoperta di chiese, musei e centri storici, lasciandosi catturare dalla suggestiva atmosfera di luoghi dall’indubbio fascino, che per l’occasione hanno ospitato performance artistiche e degustazioni. I borghi casertani vestiti a festa per una manifestazione diffusa che si spera di replicare anche il prossimo anno.

L’iniziativa è stata organizzata nell’ambito del Programma Speciale di Marketing Territoriale “Montagna Viva”, ideato e promosso dall’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania e realizzato da una partenariato locale costituito dalla Camera di Commercio di Caserta, Stapa Cepica ed Amministrazione Provinciale di cui Agrisviluppo è soggetto attuatore.

“L’esperienza di partenariato tra i diversi enti – sottolinea il presidente di Agrisviluppo, Giuseppe Falco – ha costituito la vera forza del progetto. Motore delle iniziative le realtà locali, coinvolte tramite l’Unpli Caserta, così come le associazioni culturali mobilitate nel corso degli appuntamenti, che hanno consentito alle aree interne di presentare il loro lato migliore e variegato. Borghi trasformatisi in tesori da scoprire, da apprezzare e valorizzare, custodi di sapori e tradizioni da promuovere. Come è avvenuto per le imprese agricole che hanno mostrato ai visitatori i prodotti più genuini delle terre dell’alto casertano. L’impegno – conclude il presidente Falco – è quello di rafforzare le sinergie esistenti e realizzare in futuro altre simili iniziative di promozione culturale, sociale e turistica”.
—————————————
11 OTTOBRE S. PIETRO INFINE, ore 9.00
—————————————
Con “Montagna Viva” alla scoperta di San Pietro Infine.
Ultimo appuntamento con gli itinerari tra gusto, cultura e folclore.
Domenica 11 ottobre “Per borghi e castelli dell’alto casertano” fa tappa – per la giornata conclusiva degli itinerari – a San Pietro Infine per scoprire chiese, musei e centri storici, lasciandosi catturare dalla suggestiva atmosfera di luoghi dall’indubbio fascino.
Prevista l’accoglienza da parte della locale associazione culturale con la visita al “Parco per la Memoria Storica”, recentemente inaugurato che attraverso un allestimento permanente ripercorre le vicende della comunità locale tristemente interessata, nel dicembre del 1943, da una delle più cruenti battaglie del secondo conflitto mondiale.
Dopo pranzo visita al centro storico con degustazione di prodotti tipici.
L’iniziativa è organizzata nell’ambito del Programma Speciale di Marketing Territoriale “Montagna Viva”, ideato e promosso dall’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania e realizzato da una partenariato locale costituito dalla Camera di Commercio di Caserta, Stapa Cepica ed Amministrazione Provinciale di cui Agrisviluppo è soggetto attuatore.
Il progetto ha previsto itinerari per accontentare appassionati e semplici curiosi facendo conoscere loro le aree montane casertane, che hanno ospitato durante i cinque precedenti appuntamenti anche performance artistiche e spettacoli. Oltre alle visite guidate c’è la possibilità di degustare i piatti tipici del territorio grazie agli abbinamenti culinari dell’associazione “I Piatti del Sapere”.
Bus gratuiti – ma su prenotazione – in partenza da Napoli e Caserta (ore 9.00 – zona stazione) ma è possibile raggiungere i borghi anche con mezzi propri.
Per info e per prenotazioni: info@unplicaserta.it (081.5013368 – 081.5011261); www.agrisviluppo.it. Costo pranzo facoltativo euro 20.00
LA SCHEDA
11 ottobre 2009 san pietro infine
dslcomunicazione.com
per borghi e castelli dell’alto casertano montagna viva, programma di sviluppo locale per i territori montani
6. “Il cibo è come un’opera d’arte: prima di capire devi sentire…
e nell’addentrarti nella comprensione occorre che tu abbia uguale
passione e sentimento di chi va in cerca di opere d’arte millenarie
o pievi romaniche..”
Carlo Petrini Presidente Slow Food
PROVINCIA DI CASERTA: san pietro infine
Sorge in direzione della valle del Liri, alle pendici del monte Sambucaro,
nella piana che si distende a nord ovest del vulcano di Roccamonfina
verso il Garigliano.
Il comune è ai confini con il Lazio e il Molise. La prima parte del nome
riflette le devozione per San Pietro. La specifica “Infine” è intesa da
alcuni come “di confine”, essendo la zona posta al limite dei possedimenti
di Montecassino. Secondo altri la parola “Infine” riflette il
latino ad flexum, ossia presso la curva.
Popolazione Residente 1.011 denominata: Sanpietresi
Santo Patrono: Maria SS. dell’Acqua che si festeggia il 12 settembre
S. Pietro Infine è medaglia d’oro al merito civile .
“Situato sulla linea Reinhard, occupato da truppe tedesche, durante
l’ultimo conflitto mondiale,si trovò al centro di numerosi
combattimenti, subendo violenti bombardamenti e feroci rappresaglie
che procurarono numerose vittime civili e la totale distruzione
dell’abitato. I cittadini, costretti a trovare rifugio in grotte
improvvisate, resistettero con fierissimo contegno agli stenti e alle
più dure sofferenze per intraprendere, poi, la difficile opera di ricostruzione.»
SITI DA VISITARE:
-S. Pietro Infine è inserito nel “Gran Percorso della Memoria”.
All’ingresso della rampa di accesso dell’antico borgo di San Pietro
Infine sorge un centro di introduzione alla visita del paese. Un allestimento
permanente, realizzato dallo staff del maestro Carlo
Rambaldi, che avvalendosi di tecnologie, ambientazioni scenografiche
e sonore di grande impatto emotivo, in 7 spazi ripercorre le
vicende di San Pietro fornendo una chiave di accesso alla comprensione
della storia di una comunità che in soli 10 giorni, nel dicembre
del 43, verrà coinvolta in una delle battaglie più cruente della
campagna di Italia.
-Nella caseificazione e nella concia di diverse tipologie di formaggi
locali vengono tradizionalmente utilizzate specie appartenenti alla
flora autoctona locale (cardo mariano, timo, maggiorana ed altre
erbe aromatiche), che conferiscono a tali prodotti sentori ed aromi
del tutto particolari. Per tali ragioni, è apparso particolarmente
appropriato e condivisibile la proposta, promossa dalla locale associazione
culturale “Aquilonia” e sostenuta dall’amministrazione
comunale di San Pietro in Fine, di realizzare un “Giardino botanico”
di specie tipiche dell’Appennino Centrale, a carattere turistico, didattico-
divulgativo ed anche promozionale.
La struttura di gestione del “Giardino botanico – Parco della memoria”,
che verrà costituita in seno al costituendo partenariato locale,
si occuperà della realizzazione di percorsi naturalistici, di visite guidate,
dell’organizzazione di eventi informativi e promozionali rivolti
a sviluppare una maggiore conoscenza dei valori storici e culturali
dell’area, nonché della promozione delle produzioni tipiche locali,
con particolare riferimento ai formaggi ovicaprini, all’olio di oliva
extra vergine DOP “Terre Aurunche”, ai rinomati prodotti da forno
locali tipici, come il pane casereccio e i taralli all’olio
COSE BUONE DA GUSTARE:
L’olivo è la principale fonte di sostentamento locale: un artigianato
della trasformazione legata ai frantoi . Olio DOP “Terre Aurunche”
Una pastorizia minore, stanziale, fornisce il latte e il letame ai contadini,
ciascuno dei quali possiede pochi capi caprini, ovini o bovini
lasciati pascolare sulle pendici del Monte Sambucaro. In zona si
producono infatti ottimi e rinomati formaggi pecorini tradizionali,
tra cui il noto “Casoperuto”, nonchè ricotte e caciotte di fuscella.
RISO AI FUNGHI DI MONTAGNA CON FORMAGGIO
Ingredienti : 400 gr. di riso,150 gr. di burro,150 gr. di funghi porcini,
70 gr. di parmigiano grattugiato½ bustina di zafferano, 250 gr. di
formaggio di montagna, brodo vegetale (non salato) quanto basta
½ bicchiere di vino bianco, Sale e pepe
Procedimento: Soffriggere gr. 30 di burro, aggiungere il riso e lasciare
tostare quanto basta. Versare ½ bicchiere di vino bianco unito a ½
bustina di zafferano. Aggiungere gr. 100 di funghi precedentemente
saltati . Versare il brodo vegetale e a poco a poco i 120 gr. di burro.
Cuocere per 15 minuti circa. Togliere il tegame dal fuoco e mantecare
con gr. 200 di formaggio di montagna e gr. 70 di parmigiano. Salare,
versare il tutto in un vassoio di portata, ricoprire con fettine sottilissime
di formaggio di montagna e mettere in forno per 2 minuti
(160 °). Togliere dal forno il risotto e aggiungere i rimanenti funghi
precedentemente soffritti nel burro.
COSTINE DI AGNELLO ALLE ACCIUGHE
Ingredienti :1000 gr agnello, 1/2 bicchiere vino bianco, 1 dito aceto
di vino, rosmarino 1 spicchio aglio, 2 acciughe, sale, pepe
Procedimento: Lavate e asciugate la carne tagliata a pezzi, salate e
pepate con abbondanza e mettete in una teglia precedentemente
scaldata. Fate rosolare e quando avrà preso un colore uniforme, versate
il vino oppure acqua e aceto ed aggiungete un trito di rosmarino,
acciughe ed aglio.
Lasciate cuocere a fuoco minimo per circa 30 minuti e poi servite ben caldo.
www.agrisviluppo.it www.ipiattidelsapere.splinder.com
————————————
IL 4 OTTOBRE 2009, ore 9.00,
————————————
visita a DRAGONI/ROCCAROMANA
Itinerario del 4 ottobre 2009
Con “Montagna Viva” alla scoperta di Dragoni e Roccaromana. Una domenica tra castelli, prodotti tipici e spettacoli.
Domenica “Per borghi e castelli dell’alto casertano” fa tappa a Dragoni e Roccaromana per scoprire chiese, palazzi e centri storici, lasciandosi catturare dalla suggestiva atmosfera di luoghi dall’indubbio fascino. Domenica a Dragoni ci sarà l’accoglienza da parte della locale Proloco con la visita al centro storico ed al “Castello Medioevale”, poi dopo pranzo ci si sposta verso Roccaromana con visite al centro, spettacoli itineranti e degustazioni di prodotti tipici.
L’iniziativa è organizzata nell’ambito del Programma Speciale di Marketing Territoriale “Montagna Viva”, ideato e promosso dall’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania e realizzato da una partenariato locale costituito dalla Camera di Commercio di Caserta, Stapa Cepica ed Amministrazione Provinciale di cui Agrisviluppo è soggetto attuatore.
Il progetto prevede itinerari per accontentare appassionati e semplici curiosi facendo conoscere loro le aree montane casertane, che ospiteranno anche performance artistiche e spettacoli. Oltre alle visite guidate c’è la possibilità di degustare i piatti tipici del territorio grazie agli abbinamenti culinari dell’associazione “I Piatti del Sapere”.
Bus gratuiti – ma su prenotazione – in partenza da Napoli e Caserta (ore 9.00 – zona stazione) ma è possibile raggiungere i borghi anche con mezzi propri.
Per info sui diversi itinerari che si concluderanno l’11 ottobre e per prenotazioni: info@unplicaserta.it (081.5013368 – 081.5011261); www.agrisviluppo.it.
Costo pranzo facoltativo euro 20.00
————————————
27 OTTOBRE 2009
———————————–
“Montagna Viva”: domenica 27 settembre la tappa a Liberi e Formicola
Quarto itinerario all’insegna di gusto, cultura e folclore
“Per borghi e castelli dell’alto casertano” fa tappa, domenica 27 settembre, a Liberi e Formicola. Alle ore 9 la partenza dei bus messi a disposizione dall’organizzazione da Napoli e Caserta (zona stazione) poi l’arrivo a Liberi con l’accoglienza da parte della locale Pro Loco, la visita ai reperti fossili di interesse paleontologico e la partenza verso Formicola dove è prevista la visita al “Santuario di Santa Maria a Castello”, al “borgo di Fondola” e alle sue cantine.
A seguire passeggiata lungo via Carafa con spettacoli itineranti e stand gastronomici.
Gli itinerari si inquadrano nell’ambito del Programma Speciale di Marketing Territoriale “Montagna Viva”, ideato e promosso dall’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania e realizzato da una partenariato locale costituito dalla Camera di Commercio di Caserta, Stapa Cepica ed Amministrazione Provinciale di cui Agrisviluppo è soggetto attuatore.
Il progetto prevede appuntamenti per accontentare appassionati e semplici curiosi facendo conoscere loro le aree montane casertane, che ospiteranno anche performance artistiche e spettacoli.
Oltre alle visite guidate c’è la possibilità di degustare i piatti tipici del territorio grazie agli abbinamenti culinari dell’associazione
“I Piatti del Sapere”.
Bus gratuiti – ma su prenotazione – in partenza da Napoli e Caserta (ore 9.00 – zona stazione) ma è possibile raggiungere i borghi anche con mezzi propri.
Per info sui diversi itinerari che si concluderanno l’11 ottobre e per prenotazioni: info@unplicaserta.it
(TEL. 081.5013368 – 081.5011261); www.agrisviluppo.it.
Costo pranzo facoltativo euro 20.00
—————————–
19 e 20 settembre 2009
—————————–
“Montagna Viva”: tappe a Piedimonte Matese, San Potito Sannitico, Alife e Raviscanina
Seconda e terza tappa degli itinerari all’insegna di gusto, cultura e folclore
“Per borghi e castelli dell’alto casertano” fa tappa, questo fine settimana, a Piedimonte Matese e San Potito Sannitico (sabato 19 settembre), Alife e Raviscanina (domenica 20 settembre).
Due giorni per scoprire chiese, palazzi e centri storici, lasciandosi catturare dalla suggestiva atmosfera di luoghi dall’indubbio fascino.
Proprio come è avvenuto per il primo appuntamento, con la visita a Letino e al Castello del Matese, che ha visto la partecipazione di un centinaio di persone arrivate grazie ai bus partiti da Napoli e da Caserta. Entusiasti i cittadini partenopei che hanno potuto visitare i borghi casertani e numerose sono le prenotazioni già confermate per le prossime mete.
Sabato a Piedimonte Matese ci sarà l’accoglienza da parte della locale Pro Loco con degustazione di prodotti tipici e la visita del centro storico, poi ci si sposta verso San Potito Sannitico con visita a chiese e palazzi d’epoca.
Il giorno successivo accoglienza ad Alife e passeggiata alle testimonianze di età romana prima di raggiungere Raviscanina, dove dopo le tappe nel centro storico ci si lascerà coinvolgere da spettacoli itineranti.
L’iniziativa si svolge nell’ambito del più ampio Programma Speciali di Marketing Territoriale “Montagna Viva”, ideato e promosso dall’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania e realizzato da Agrisviluppo in collaborazione con Stapa Cepica e Amministrazione Provinciale di Caserta. Il progetto prevede itinerari per accontentare appassionati e semplici curiosi facendo conoscere loro le aree montane casertane, che ospiteranno anche performance artistiche e spettacoli.
Oltre alle visite guidate c’è la possibilità di degustare i piatti tipici del territorio grazie agli abbinamenti culinari dell’associazione “I Piatti del Sapere”.
Bus gratuiti – ma su prenotazione – in partenza da Napoli e Caserta (ore 9.00 – zona stazione) ma è possibile raggiungere i borghi anche con mezzi propri.
Per info sui diversi itinerari che si concluderanno l’11 ottobre e per prenotazioni: info@unplicaserta.it (081.5013368 – 081.5011261); www.agrisviluppo.it.
Costo pranzo facoltativo euro 20.00
Ufficio Stampa
DSL Comunicazione
Via G.Fiorelli, 12 – 80121 Napoli
Tel. +39.081.7641316; +39.081.19303460
Fax +39.081.19303464
Emanuela Sorrentino
Cell. +39.333.4765246
ufficiostampa@dslcomunicazione.com
www.dslcomunicazione.com
————————-
13 settembre 2009
————————
Da Napoli si va “Per borghi e castelli dell’alto casertano”. E oltre alla visita guidata c’è la possibilità di degustare i piatti tipici del territorio grazie agli abbinamenti culinari dell’associazione “I Piatti del Sapere”.
L’appuntamento è per domenica, quando alle ore 9 da piazza Garibaldi partirà il bus per il primo viaggio tra folklore, tradizione e gastronomia. Partenza di un bus anche dalla stazione di Caserta.
L’iniziativa si svolge nell’ambito degli itinerari di “Montagna Viva”, il progetto realizzato da Agrisviluppo su incarico dalla Camera di Commercio di Caserta che prevede sei itinerari per accontentare appassionati e semplici curiosi per un tour attraverso le aree montane casertane, che per l’occasione ospiteranno anche performance artistiche e coinvolgenti spettacoli.
Prima tappa a Letino e poi al Castello del Matese, dove sono previsti spettacoli e momenti di intrattenimento curati anche dalle locali Pro Loco.
Per info sui diversi itinerari che si concluderanno l’11 ottobre e per prenotazioni: info@unplicaserta.it (081.5013368 – 081.5011261); www.agrisviluppo.it.
Si tratta di un mix di visite guidate, eventi culturali ed enogastronomici per valorizzare la provincia di Caserta e le sue tipicità. Agrisviluppo, su incarico dalla Camera di Commercio di Caserta, di intesa con i soggetti finanziatori l’iniziativa, quali l’Assessorato all’agricoltura della Provincia di Caserta e Stapa Cepica, è soggetto attuatore delle iniziative Costiera dei Fiori e Montagna Viva, realizzate nell’ambito dei Programmi Regionali Speciali di Marketing Territoriali della Regione Campania.
Questo il programma in sintesi (rientro tardo pomeriggio o serata)
13 SETTEMBRE ore 9.00 LETINO/CASTELLO DEL MATESE
19 SETTEMBRE ore 9.00 PIEDIMONTE MATESE / S. POTITO
20 SETTEMBRE ore 9.00 ALIFE/RAVISCANINA
27 SETTEMBRE ore 9.00 LIBERI / FORMICOLA
04 OTTOBRE ore 9.00 DRAGONI/ROCCAROMANA
11 OTTOBRE ore 9.00 S. PIETRO INFINE
Info e prenotazioni
UNPLI CASERTA Unione Nazionale Proloco d’Italia
081/5013368 – 081/5011261 info@unplicaserta.it – costo pranzo facoltativo € 20,00 – Menù curati dall’associazione “I Piatti del Sapere”
Per maggiori informazioni sui singoli appuntamenti di MONTAGNA VIVA è possibile consultare il sito web www.agrisviluppo.it
DSL Comunicazione
Tel. 081 7641316 fax 081.19303464;
Tel. +39 0823 352368 fax +39 0823 259641
ufficiostampa@dslcomunicazione.com
—————————
CASERTA 6 agosto 2009
—————————
– Un mix di visite guidate, eventi culturali ed enogastronomici per valorizzare la provincia di Caserta e le sue tipicità. Agrisviluppo, su incarico dalla Camera di Commercio di Caserta, di intesa con i soggetti finanziatori l’iniziativa, quali l’Assessorato all’agricoltura della Provincia di Caserta e Stapa Cepica, è soggetto attuatore delle iniziative Costiera dei Fiori e Montagna Viva, realizzate nell’ambito dei Programmi Regionali Speciali di Marketing Territoriali della Regione Campania.
Agrisviluppo, coerentemente con il proprio ruolo istituzionale, oltre ad accompagnare i singoli Comuni partner realizzerà un convegno e una serie di attività a sostegno e per la valorizzazione del Vino Falerno, nonché di tutte le attività di promozione e di comunicazione dei programmi speciali regionali.
Nel corso dei prossimi due mesi si terranno importanti manifestazioni nell’ambito di COSTIERA DEI FIORI nei territori dei tre comuni del litorale domizio – Cellole, Sessa Aurunca e Mondragone – quali degustazioni di Falerno nella notte di San Lorenzo a Mondragone (Notte bianca dell’Arte Calici di Stelle – il 10 agosto nel centro storico, la “Fagiolata” a fine mese promosse dalla locale Proloco) e il 25 settembre il seminario sul vino Falerno al museo della Sinuessa.
Spazio poi a rappresentazioni teatrali curate dall’associazione OKA (Officine culturali Aurunca) nel centro storico e nel Teatro Romano di Sessa Aurunca, fino a passeggiate naturalistiche con gli attivisti di Legambiente senza dimenticare a Cellole la sagra dei fagioli il 15 agosto, le visite guidate all’area archeologica e alle aziende vitivinicole del territorio e il dovuto omaggio alla mozzarella di bufala campana (il 23 agosto).
Per gli appassionati di murales, parentesi artistico-culturale nel centro storico di Valogno, pittoresca frazione di Sessa Aurunca, con le opere ispirate al tema del brigantaggio.
Nell’ambito di MONTAGNA VIVA saranno, invece, realizzate visite in bus turistici con partenza da Napoli e Caserta nelle aree montane interne della provincia di Caserta: immancabili appuntamenti che permetteranno ai cittadini di apprezzare il patrimonio ambientale, culturale ed enogastronomico.
Cinque gli itinerari per accontentare appassionati e semplici curiosi per un tour attraverso le aree montane casertane, che per l’occasione ospiteranno anche performance artistiche e coinvolgenti spettacoli.
Questo il programma in sintesi:
13 settembre ore 9.00-20.00 LETINO/CASTELLO DEL MATESE
19 SETTEMBRE ore 9-00-20.00 S. POTITO/PIEDIMONTE MATESE
20 SETTEMBRE ore 9.00-20.00 ALIFE/RAVISCANINA
27 SETTEMBRE ore 9.00-20.00 FORMICOLA/LIBERI
04 OTTOBRE ore 9.00-20.00 DRAGONI/ROCCAROMANA
Info e prenotazioni
UNPLI DI CASERTA Unione Nazionale Proloco d’Italia
081/5013368 – 081/5011261 info@unplicaserta.it – costo pranzo € 20,00 – Menù curati dall’associazione “I Piatti del Sapere”
Per maggiori informazioni sui singoli appuntamenti di COSTIERA DEI FIORI e MONTAGNA VIVA è possibile consultare il sito web www.agrisviluppo.it
DSL Comunicazione
Via G.Fiorelli, 12 – 80121 Napoli
Tel. 081 7641316 fax 081.19303464;
Tel. +39 0823 352368 fax +39 0823 259641
+39.081.19303460
www.dslcomunicazione.com

da: ufficiostampa@dslcomunicazione.com


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.