CONSIGLIO REGIONALE: SEDUTA ANTIMERIDIANA, COMMEMORATO SILVIO VITALE, APPROVATA LEGGE MUSICOTERAPIA E DISPOSIZIONI PER SEMPLIFICAZIONE PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO
NAPOLI, 28 SETTEMBRE 2005 – Il Consiglio regionale della Campania ha commemorato Silvio Vitale, ex consigliere regionale deceduto il 26 maggio scorso.
Il Presidente Sandra Lonardo ha ricordato che Vitale è stato consigliere regionale dal 1975 al 1995, aderente al Gruppo del Movimento Sociale Italiano, ha ricoperto la carica di eurodeputato, ha svolto una intensa attività giornalistica, è stato uno studioso della Patria, fondando e dirigendo il periodico l’Alfiere, è stato traduttore di numerose opere straniere nonché autore di studi su diversi personaggi delle Due Sicilie.
Presenti in Aula l’ex Presidente della Giunta regionale Antonio Rastrelli, il vicepresidente della Giunta Nicola Imbriaco e i componenti dell’Associazione regionale degli ex Consiglieri regionali, di cui Vitale è stato presidente
Il Presidente Lonardo ha, poi, comunicato, a proposito del Regolamento per il funzionamento della Commissione consiliare speciale per la revisione dello Statuto della Regione Campania e del Regolamento interno del Consiglio regionale iscritto all’ordine del giorno della seduta consiliare, che la Conferenza dei Capigruppo ha preso atto che Commissione sta lavorando alla revisione del regolamento e, quindi, ha deciso all’unanimità ha deciso di rinviarne l’esame ad altra seduta consiliare.
Nel prosieguo dei lavori della seduta antimeridiana, il Consiglio regionale ha approvato con 39 voti a favore su 40 presenti e l’astensione del Presidente Lonardo la proposta di legge “Norme sulla musicoterapica e riconoscimento della figura professionale di musicoterapista”.
Il provvedimento è stato introdotto dal Presidente della VI Commissione permanente Luisa Bossa, quale relatrice: “la musica è considerata medicamento – ha spiegato il consigliere Bossa – in quanto esercita una influenza psicologica e sul sistema nervoso, in particolare sulle persone affette da autismo, nelle quali favorisce il processo di estroversione. Con questa proposta di legge la nostra regione può aprirsi al grande campo delle medicine alternative e dolci”.
Il capogruppo di An Francesco D’Ercole, nell’illustrare gli emendamenti del vicepresidente del Consiglio regionale Salvatore Ronghi, ha proposto di “aggiungere alla musicoterapica la ippoterapia, tenuto conto che essa ha assunto un ruolo fondamentale e parallelo alla musicoterapia”. A tal proposito Bossa si è impegnata a rendere l’ippoterapia oggetto di apposita proposta di legge.
Il disegno di legge disciplina le finalità della musicoterapia (preventiva, riabilitativa, socio-sanitaria), introduce la figura del musicoterapista (soggetto già in possesso di diploma di scuola superiore di secondo grado, con buona conoscenza della musica, che abbia svolto un corso triennale di impostazione multidisciplinare socio-psico-pedagogica-medico-musicale), ne delinea il percorso formativo e istituisce il registro professionale regionale dei musicoterapisti.
Il Consiglio regionale ha, poi, approvato il disegno di legge “Disposizioni per la semplificazione del procedimento amministrativo” (31 voti favorevoli su 32 presenti e l’astensione del vicepresidente Ronghi) che è stato introdotto dal consigliere Pietro Ciarlo, che ne ha sottolineato “la ratio semplificativa e l’obiettivo di snellire i lavori consiliari stabilendo tempi certi per l’approvazione dei provvedimenti”.
Dopo il dibattito in Aula, maggioranza e opposizione hanno trovato un’intesa su un subemendamento sostitutivo degli emendamenti proposti dal capogruppo dell’Udc Marrazzo. L’assemblea ha approvato il disegno di legge che fissa in quaranta giorni dall’assegnazione il termine per le Commissioni competenti per rendere i pareri sugli atti amministrativi previsti dalla vigente legislazione. La norma stabilisce, altresì, che decorso tale termine senza che le Commissioni si siano pronunziate, il parere si ha per acquisito. Inoltre, è fatto obbligo agli uffici delle Commissioni di comunicare immediatamente ai componenti le commissioni stesse gli atti di cui comma precedente. I Presidenti iscrivono l’argomento all’ordine del giorno della prima seduta utile entro sette giorni dall’assegnazione, in mancanza provvede il Presidente del Consiglio regionale. Il termine di quaranta giorni resta sospeso dal 16 luglio al 14 settembre.
Prendendo atto delle decisioni assunte dalla Conferenza dei Capigruppo, il Consiglio regionale ha, infine, rinviato i provvedimenti, anch’essi iscritti all’ordine del giorno della seduta consiliare, relativi alla integrazione della L.R. 13/08/1998 n.14 sulle politiche regionali per il lavoro e i servizi per l’impiego, e la proposta di istituzione di un Comitato tecnico-scientifico per la tutela della salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro.

SEDUTA POMERIDIANA

CONSIGLIO REGIONALE: IL PRIMO QUESTION TIME

Nella seduta consiliare pomeridiana il Consiglio regionale ha tenuto il primo Question Time della VIII Legislatura.
Nato per iniziativa del Presidente Lonardo e improntato al modello parlamentare, nel Question Time i consiglieri hanno rivolto interrogazioni al Presidente della Giunta regionale Antonio Bassolino e agli assessori, i quali hanno risposto nel corso della seduta, che è stata ripresa dalle telecamere di Canale 10. I lavori sono stati trasmessi in diretta sul canale satellitare e su Canale 10.
Il consigliere della Margherita, Guglielmo Vaccaro ha proposto una interrogazione sullo stato complessivo della spesa Por chiedendo a Bassolino di rendere noto lo stato delle cose. Bassolino ha evidenziato che “anche quest’anno grazie all’impegno di tutti, la Campania farà un utilizzo virtuoso delle risorse comunitarie”.
Il capogruppo di An Francesco D’Ercole, ha proposto una interrogazione in materia di nomine delle A.s.l. chiedendo al Presidente Bassolino di chiarire se “ i manager delle Asl sono in possesso dei requisiti previsti dalla legge, in particolare nell’azienda ospedaliera di Avellino, nella quale c’è un legame molto stretto tra manager e l’assessore Montemarano”. Il Presidente della Giunta regionale ha ricordato che “la nomina dei direttori amministrativi e sanitari delle Asl è di competenza esclusiva dei direttori generali che ne devono verificare i requisiti, e questi ultimi hanno confermato, salvo il caso del Monaldi, in cui il contratto con il direttore sanitario è stato rescisso, che tali requisiti sussistono”. Bassolino ha anche evidenziato che “l’assessore Montemarano ha quindi chiesto nuovo parere alla avvocatura regionale per sapere se è possibile intervenire con sanzioni nei casi di assenza di tali requisiti, i risultati della verifica in corso verranno tempestivamente comunicati a D’Ercole e ai capigruppo”.
Il capogruppo dei Ds Antonio Amato ha interrogato il Presidente Bassolino sugli interventi adottati dalla Giunta regionale per far fronte al disagio economico delle famiglie; il vertice del governo regionale ha ricordato che “in questi ultimi mesi abbiamo messo in campo importanti iniziative contro il carovita e anche contro il crollo dei consumi: siamo stati tra i primi di Italia ad anticipare i saldi estivi al 30 giugno, abbiamo dato il via alla campagna ‘il mercato a buon mercato’, invitando in consumatori ad acquistare nei mercati all’insegna del risparmio, con l’avvio del nuovo anno scolastico, abbiamo messo a disposizione un kit a prezzi scontati, e bloccato fino al 6 gennaio 2006 i prezzi di 18 beni consumi nella grande distribuzione, sospeso a metà agosto gli aumenti tariffari decisi da alcune compagnie di navigazione”. Bassolino ha anche annunciato l’intenzione di “avviare sportelli per il consumatore presso gli Urp e un ufficio amministrativo dedicato ai consumatori”.
Il consigliere di FI Giuseppe Sagliocco ha proposto una interrogazione in tema: assunzioni presso l’Asl Caserta 2, in particolare per quanto riguarda i trasferimenti, le consulenze, i comandi. Anche in questa occasione Bassolino ha ricordato che “le scelte delle Asl in materia di personale sono di competenza delle rispettive direzioni generali ferme restando le normative di riferimento e il monitoraggio del competente assessorato, dal quale inulta che nell’Asl Caserta 2 sono stati conferiti otto incarichi tutti antecedenti all’anno in corso”.
Il consigliere dei Popolari – Udeur Fernando Errico ha interrogato il Presidente Bassolino sul sistema produttivo campano utilizzo Por. Nel rispondere, Bassolino nha evidenziato che “sul Feoga la Campania viene indicata dal Ministero delle Politiche agricole quale positiva eccezione rispetto alle altre regioni italiane per i livelli di spesa nei Feoga: partendo da questa realtà la nuova programmazione intende assicurare equilibrio territoriale coniugando il Feoga con gli altri interventi”.
Il capogruppo dell’Udc Pasquale Marrazzo ha chiesto al Presidente Bassolino spiegazioni in merito al commissariamento del consorzio bonifica comprensorio di Salerno; il capogruppo di Prc Vito Nocera è intervenuto sulla crisi della Finmek, ricordando che “domani scioperano i lavori metalmeccanici, a Napoli apriranno la manifestazione i lavoratori della Finmek, che da mesi sono senza stipendio e senza prospettiva di lavoro”. A questo proposito, Bassolino ha affermato che “sembra anche a me giusto e significativo che domani siano i lavoratori della Finmek ad aprire manifestazione, forte è la nostra solidarietà e il nostro sostegno: la Giunta è intervenuta sul problema per spingere il Governo a convocare i sindacati e il commissario per dare prospettiva ai circa tremila lavoratori del gruppo. A inizio settembre un bando di vendita che non è andato a buon fine, al Ministro Scajola abbiamo chiesto l’attivazione di un tavolo nazionale, con il coinvolgimento di tutti i soggetti della vicenda, e attiveremo iniziative con il ministro delle attività produttive”.
Il consigliere del Nuovo Psi Massimo Grimaldi ha interrogato il Presidente Bassolino sulla crisi del zootecnia in Campania, evidenziando che “essa sta penalizzando gravemente la Campania”. Bassolino ha ricordato che “la Giunta regionale ha dato seguito a direttive comunitarie e nazionali con vaccinazione di tutti bovini e ovini e l’ attivazione piani di sorveglianza”. Grimaldi ha evidenziato che “non sembrano sufficienti le misure adottate, in quanto la gravità del problema richiede la responsabilizzazione del Consiglio regionale e l’adozione di una iniziativa di tutela da parte del Presidente Bassolino, anche nell’ambito della Conferenza Stato Regioni”. Il consigliere dei Verdi Buono ha proposto una interrogazione oggetto sul Bilancio della Regione Campania, per chiedere quali iniziative la Giunta intenda adottare affinché il bilancio regionale di previsione venga approvato in temi brevi.
Bassolino ha ricordato che “nel luglio scorso il Consiglio ha approvato importante manovra di bilancio che ha ridotto spese e aumentato investimenti. Vogliamo continuare a dare risposte concrete a sistema produttivo, soprattutto in questa fase di grave incertezza che attanaglia l’Italia. Infatti, su 37 miliardi di euro per infrastrutture strategiche, solo 6 al Mezzogiorno. Seguiremo con attenzione l’evolversi della legge finanziaria, per evitare che possa crescere ancora il divario tra Sud e Nord. Ci muoveremo con le altre regioni meridionali per una grande alleanza per la crescita e lo sviluppo – ha aggiunto Bassolino – in questo quadro vogliamo fare la nostra parte per approvare entro 31 ottobre il bilancio in Giunta affinché il Consiglio possa approvarlo entro 31 dicembre prossimo”.
Il consigliere del Pdci Antonio Scala ha, infine, interrogato Bassolino sugli elettrodotti a Castellammare di Stabia, che, per Bassolino “sono un problema serio per il quale abbiamo sollecitato l’attenzione di tutti gli organi competenti, dall’Arpac all’Enel, per la mappatura degli impianti, nonché il monitoraggio dell’assessorato alla sanità”. Bassolino ha, infine, ricordato che “la normativa nazionale in materia è stata modificata con nuovi limiti di esposizione ai campi magnetici, ma ciò non significa che la Campania abbasserà la guardia”. Nel replicare, Scale si è detto parzialmente soddisfatto in quanto “la soddisfazione la vedremo successivamente perché il problema degli elettrodotti è veramente grave e mi auguro che la Giunta regionale intervenga tenendo conto della salute dei cittadini e non del danno accettabile” (SEGUE).

VACCARO(MARGHERITA): QUESTION TIME, INTERROGAZIONE SU SPESA FONDI EUROPEI
NAPOLI, 27 SET 2005 – Nel corso del Question Time, che debutta domani alle ore 15 in Consiglio regionale, il consigliere regionale della Margherita Guglielmo Vaccaro proporrà una interrogazione sul tema dell’utilizzo dei fondi europei.
“Un argomento di straordinaria attualità in un momento in cui è necessario il massimo sforzo per recuperare tutte le risorse economiche disponibili per lo sviluppo economico del territorio – ha spiegato Vaccaro – in particolare si tratta di spingere per il massimo avanzamento della spesa allo scopo di evitare che il volume dei finanziamenti previsti dai fondi europei per la Campania veda crescere la quota destinata al disimpegno. In una fase congiunturale così delicata sarebbe un serio danno per il territorio campano, compresa la provincia di Salerno”.
L’esponente della Margherita ha, quindi, anticipato alcuni passaggi dell’interrogazione che rivolgerà domani al Presidente della Giunta regionale Antonio Bassolino:
“Signor Presidente, poniamo due domande sul POR ed in particolare sul rischio di disimpegno automatico delle risorse di cui si parla con insistenza negli ultimi giorni:
Grazie alle informazioni in suo possesso ritiene di poter confermare ed eventualmente quantificare l’ammontare delle risorse del POR Campania a rischio disimpegno in base alla regola n+2 per difficoltà nell’avanzamento della spesa?

Quali iniziative intende assumere la Giunta Regionale per evitare che la condizione di difficoltà denunciata non si riproduca in futuro?
Tra le iniziative urgenti la Giunta sta considerando l’opportunità di modificare il quadro finanziario del POR entro il 30/09/2005 in tempo utile, quindi, per acquisire una decisione della Commissione Europea entro la fine dell’anno in corso?”.

SEDUTA POMERIDIANA
CONSIGLIO REGIONALE: CONVALIDA CONSIGLIERI CIARLO, GIUSEPPE RUSSO, ANZALONE, PELUSO,
INCOMPATIBILITA’
Su proposta del capogruppo di An Francesco D’Ercole, il Consiglio regionale ha invertito l’ordine del giorno e ha affrontato la materia della convalida e delle incompatibilità di alcuni consiglieri regionali.
Sul tema ha relazionato il consigliere di FI Fulvio Martusciello, presidente della Sottocommissione che, nell’ambito della Giunta delle Elezioni, ha istruito tali casi.
Prendendo atto dei lavori della Giunta delle Elezioni e delle proposte formulate al Consiglio, l’assemblea regionale ha proceduto (con voto segreto) alla convalida dei consiglieri Giuseppe Russo, Pietro Ciarlo, Luigi Anzalone, Gennaro Oliviero, Francesco Lombardi, Antonio Peluso.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.