Sportello online e guide: quest’estate viaggia a “6 zampe”.
Le agenzie di viaggio si stanno organizzando con soluzioni per chi parte con gli animali: affido temporaneo al vicino, guide e siti web con indirizzi di agriturismi ed alberghi, pensioni per quattrozampe, dogsitter.
Perfino consulenze online.
Per chi parte e ha animali in casa, come si vede, sono tante le possibilità anche per questa estate.
Basta pensarci per tempo. Tutto, insomma, fuorché l’ abbandono , che in questa stagione ripropone copioni incivili.
Vacanze bestiali
– Cambiano le abitudini di viaggio e le famiglie in partenza scelgono sempre più spesso la vacanza “a sei zampe”, quelle umane e quelle animali. Tante sono infatti le strutture turistiche che accettano i piccoli compagni, ci sono anche alcune (ancora poche) spiagge dove poter fare il bagno insieme. Ma se proprio si deve lasciare l’animale per raggiungere mete lontane o per lavoro, ecco alcune soluzioni.
Affido temporaneo e scambio alla pari
– Ritorna, complice anche la minore disponibilità economica, l’abitudine di lasciare cani, gatti e altri animali domestici alle cure del vicino o di un amico. Spesso chi si offre lo fa per amicizia, basta lasciare l’occorrente per i pasti e per la pulizia. Ma non è raro trovare chi si accorda per uno “scambio alla pari”: e allora quando parte l’amico si rende la cortesia. Sui blog in Internet o in altri annunci sono inoltre molti gli appassionati che si offrono, volontari o a pagamento, come dogsitter. In questi casi la parola d’ordine è “cautela”, se non si conosce la vera identità di chi si offre. Meglio allora, per il dog(o cat) sitter, il passaparola tra conoscenti.
Agenzie di viaggio
– E’ l’alternativa per i più pigri e disorganizzati. Alcune agenzie sono più specializzate nel confezionare i pacchetti (viaggio, pernottamento, altri servizi), le altre con un po’ di buona volontà riescono a trovare comunque soluzioni per viaggi a sei zampe in Italia o altrove.
C’è anche uno sportello online
– Chi partirà in treno o con altri mezzi di trasporto pubblico sappia che ha la possibilità di una consulenza online o telefonica per avere le dritte giuste. Lo ha annunciato Lorenzo Croce, presidente dell’Aidaa (Associazione italiana difesa animali ed ambiente).
Le informazioni potranno essere richieste via e-mail all’indirizzo presidenza.aidaa@yahoo.it o al numero di cellulare 3296552051.
Siti Internet specializzati
– Per chi sa scegliere nella mole di informazioni della Rete, le idee utili per programmare una vacanza con il proprio animale sono a portata di mouse.
Sul portale del Ministero della Salute c’é una sezione con il vademecum per la partenza, i documenti e le vaccinazioni richieste all’estero, i consigli per il viaggio.
Molto ricco, tra gli altri, è anche il sito dogwelcome.it.
Libri e guide
– In libreria si possono acquistare guide specializzate sulle vacanze “allargate”.
Tra queste “Viaggiare in Italia con cane e gatto” del Touring Club Italiano (316 pp.- 19,50 euro) offre una scelta di itinerari nel verde, spiagge accessibili, mappe autostradali con le aree attrezzate per il pet, perfino i consigli del veterinario e dell’avvocato in caso di necessità.
Pensioni per cani e per gatti
– Se infine si sceglie di lasciare il proprio animale in pensione, è bene prenotarla in anticipo.
In genere le migliori arrivano presto al “tutto esaurito”.
Il consiglio poi è di visitarla di persona. Sono infatti molti coloro che si improvvisano.
(da: Archivio Tiscali animali)

—————-
IN PIEMONTE…
—————-
Con gli amici si va in vacanza: la campagna contro gli abbandoni estivi.
E’ la stagione dell’estate e col suo arrivo torna anche il problema dei cani abbandonati.
Molte le iniziative studiate anche a livello locale per combattere il triste fenomeno e il Piemonte ne è un esempio.
È, infatti, in costante calo il numero di abbandoni canini a Torino nei mesi estivi, scesi in due anni del 44% da 1299 a 898 nel 2007.
Un numero comunque rilevante, specie tenendo conto che in ben 459 casi non è stato possibile restituirli ai legittimi proprietari perché sprovvisti di tatuaggio o targhetta.
La campagna
– Per fare in modo che la diminuzione di abbandoni continui anche quest’estate il comune di Torino e la Regione Piemonte hanno lanciato una campagna di comunicazione che si articolerà con messaggi sui mezzi pubblici, sui cartelloni stradali e attraverso la pubblicazione di una guida dal titolo “Pets in the city”.
Stop agli abbattimenti
– A livello regionale sono circa 10mila i cani abbandonati ogni anno, su una popolazione cinofila di 800mila esemplari, di cui 52mila a Torino.
Rispetto al passato le novità sono molte, pur restando attive le squadre di accalappiacani, i randagi non vengono più abbattuti, i 60 morti dopo la cattura nel 2006 sono infatti deceduti a causa di ferite o gravi patologie.
In Piemonte sono 63 i canili sanitari e 75 i canili rifugio dove gli animali vengono lasciati dopo il periodo al canile durante il quale vengono valutate le condizioni di salute.
Anche i mici sono da proteggere
– La campagna ” Con gli amici si va in vacanza ” durerà tutto giugno e luglio ed intende lottare anche contro l’abbandono dei gatti, sempre più diffuso negli ultimi anni.
Ad esempio a Torino sono 100 i gatti attualmente nelle strutture del comune di Torino, a fronte di 300 cani.
(da: Archivio Tiscali animali e foto)


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.