Colori, sapori, escursioni; dopo AGRICultura 2004 , continua il progetto integrato Campania.
Dopo il successo di “AGRICultura” 2004, la manifestazione svoltasi a “Città della Scienza” dal 6 al 11 luglio per celebrare i colori e i sapori della Campania, continuano le iniziative volte a favorire lo sviluppo della nostra regione. Si chiama “Filiera del Turismo Enogastronomico” il Progetto Integrato 2000-2006, protagonista del Programma di sviluppo del Mezzogiorno, avviato grazie ai fondi strutturali per le regioni italiane dell’Unione Europea. Ideato prioritariamente per distribuire in maniera omogenea il turismo in Campania, quest’iniziativa è anche un modo per stimolare il popolo locale più pigro ad ampliare la propria conoscenza su cultura, tradizione e quant’altro c’è da sapere sulla nostra colorata e fiorita terra. Stando al Primo Rapporto sul Turismo in Campania, infatti, italiani e stranieri si affollano laddove si scorge il mare, considerando di secondo piano le poco ambite zone interne. Cosa si sa, per esempio, di Castelvenere e Torrecuso, tra i luoghi più caratteristici del Sannio, o di Roccaromana, Rocca d’Evano e San Gregorio Matese, nell’Alto Casertano? Niente, o quasi. E pensare, invece, che custodiscono un’antica tradizione di vini, liquori, oli e tanti altri prodotti tipici che rappresentano il tesoro di queste nascoste patrie dei sapori. E’ proprio questo lo scopo: sviluppare un interesse distribuito lungo tutta la regione per promuovere uno sviluppo totale di portata internazionale. Si parte dalla degustazioni, ma la strategia prevede programmi precisi, che inoltrano gli ospiti negli abissi delle origini. Sono previste, quindi, visite presso le strutture di produzione, eventi del gusto dettagliatamente organizzati, itinerari enogastronomici e tanto altro. Per di più il Progetto prevede tre fasi: conoscenza, sviluppo e consolidamento. Proprio tutto quello che spetta di diritto ad una terra come la Campania. Cosa aggiungere ancora…provare per credere! ( Marina Capparelli)


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.