COLDIRETTI NAPOLI
AL VIA UN PROGETTO PER UN PIU’ FORTE RAPPORTO TRA PRODUZIONE AGRICOLA E RISTORAZIONE NEL SEGNO DEL SAPORE E DELLA SALUBRITA’ DELLA TRADIZIONE AGROALIMENTARE NAPOLETANA

Pomodoro di Sorrento ripieno di risi carnaroli, piselli e provola di Agerola, trofiette con crema di zucca napoletana e tartufo, paccheri di Gragnano con pomodorini del piennolo, trito di basilico napoletano e provolone del monaco, treccia sorrentina su letto di rucola e pomodorino vesuviano, involtini di melanzane con gamberi bianchi, mousse di albicocche con granella di nocciole tostate.
Questo ed altro ancora è quanto sarà possibile degustare con più facilità nei ristoranti napoletani nel segno del rilancio del valore nutrizionale e di sapore del salutare e gustoso sodalizio tra la rinomata e salutare tradizione agricola e gastronomica del territorio provinciale, grazie ad una intesa siglata tra la Coldiretti e la Federazione pubblici esercizi- Confcommercio di Napoli in attuazione di un progetto promosso Innova Consulting con il contributo della Camera di Commercio napoletana.

L’iniziativa, i cui contenuti saranno presentati insieme alle pietanze nel corso di una conferenza stampa in programma alle ore 11 di giovedì 5 luglio 2007 nella sede dell’Ente camerale partenopeo, di Piazza Borsa dal Vice presidente della giunta camerale, Vito Amendolara, dal presidente della Coldiretti provinciale, Filomena Caccioppoli e dei vertici della Fipe-Assoristoratori, Massimo Di Porzio e Salvatore Trinchillo, parte da una ricerca della potenziale offerta di prodotti tipici del territorio della provincia di Napoli che mira a consolidare un rapporto diretto tra produttori agricoli e imprese della ristorazione, della ricettività alberghiera e del piccolo negozio specializzato, valutando le possibilità di attivare accordi di fornitura con la ristorazione del territorio e delle aree limitrofe e, conseguentemente, ad organizzare l’offerta, migliorare la qualità e la presentazione dei prodotti.
L’attività partirà con la presentazione delle prime ricette, per due settimane, a luglio nei ristoranti Casa Rossa di Torre del Greco, il Buco di Sorrento, Taverna Viola di Pozzuoli e Playa Luna di Varcaturo. Proguirà, poi, per altre due settimane, a settembre da Ciro a S. Brigida, al Pulcinella, da Don Salvatore e da Umberto a Napoli.

da: Nicola Rivieccio [nicola.rivieccio@coldiretti.it]


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.