COLDIRETTI CALABRIA: LE BUONE NOTIZIE DALL’ATTIVITA’ DELLA GIUNTA E DEI DIPARTIMENTI REGIONALI E QUELLO SU CUI OCCORRE LAVORARE.

Bene il Bando della Misura 215 del PSR “Pagamenti per il benessere animale”. Scadenza il 30 giugno p.v.

Estendere alle imprese agricole la moratoria per un anno per il pagamento dei mutui contratti dalle piccole e medie imprese.

L’accesso al credito pesa come un macigno sulle imprese agricole ed agroalimentari.

“La pubblicazione del Bando da parte del Dipartimento Agricoltura per la presentazione delle domande di aiuto e pagamento annualità 2010 relative all’attuazione della misura 215 “pagamenti per il benessere degli animali” è senza dubbio un fatto positivo perché va incontro allo sviluppo e qualificazione delle imprese zootecniche in una fase alquanto difficile”.

Cosi commenta Pietro Molinaro presidente di coldiretti Calabria il Decreto del dirigente generale dell’assessorato Agricoltura –Foreste e Forestazione prof. Giuseppe Zimbalatti che fissa la scadenza delle domande al prossimo 30 giugno e che prevede una dotazione annua di unmilioneduecentomila €uro per un totale nel quinquennio di sei milioni.

“L’assessore regionale on. Michele Trematerra, ha mantenuto la promessa –continua Molinaro –fatta la scorsa settimana in occasione della Festa dell’allevatore a Cosenza davanti a numerosi allevatori e quindi lo annoveriamo come un fatto positivo.
Ma se da un versante arrivano buone notizie da un altro la coldiretti chiede l’applicazione dell’estensione alle imprese agricole ed agroalimentari della moratoria di un anno per il pagamento dei mutui contratti dalle piccole e medio imprese approvata dall’ultima giunta regionale su proposta degli assessori regionali alle Attività Produttive Caridi e al Bilancio Mancini.

Il tessuto imprenditoriale agricolo –prosegue Molinaro –è fatto da piccole e medie imprese e la moratoria regolata da un avviso sottoscritto il tre agosto 2009 dall’ABI, dal Ministero dell’Economia e dalle associazioni di rappresentanza di tutti i settori prevedeva tra l’altro la sospensione per dodici mesi della quota capitale delle rate di mutuo e l’allungamento a 270 giorni delle scadenze delle anticipazioni bancarie sui crediti; la conferenza stato/regioni, ha integrato l’avviso prevedendo che ciascuna Amministrazione regionale procedesse ad individuare l’elenco degli interventi di incentivazione regionale a cui estendere l’applicazione.

La metodologia di accesso al credito attivata poi dall’assessore Caridi per le imprese artigiane coinvolgendo FINCALABRA è da emulare anche per le imprese agricole ed agroalimentari.

“L’accesso al credito – insiste Molinaro- pesa come un macigno ed è tema essenziale per le imprese agricole perché serve a rafforzarne il loro profilo competitivo; per questo consideriamo con favore tutte le iniziative che servono a stemperare la crisi con strumenti e risorse dedicate che possano riempire il terreno che oggi è terra di nessuno tra capitale e credito”.

“La giunta regionale sono certo –conclude Molinaro – farà tesoro di queste nostre sollecitazioni che servono alla crescita del sistema agricolo ed agroalimentare”.

da: Ufficio Stampa Coldiretti Calabria


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.