———————-
11 febbraio 2012.
————————-
FINCANTIERI. LUCCI (CISL): AVEVAMO VISTO GIUSTO FIN DALL’INIZIO, ORA LAVORARE UNITI PER FUTURO AZIENDA E OCCUPAZIONE
«il referendum che si è tenuto oggi dimostra che avevamo visto giusto sin dall’inizio – ha dichiarato Lina Lucci, Segretario Generale Cisl Campania – quando a credere nel futuro di Fincantieri a Castellammare di Stabia eravamo in pochissimi».
«Si è trattato di una nuova importante espressione di democrazia diretta che chiude definitivamente una fase caratterizzata anche da tensioni, specie dentro altre sigle sindacali. Ora – ha aggiunto Lucci – occorre proseguire uniti per il futuro dell’azienda all’insegna dello sviluppo e dell’occupazione e siamo certi che i lavoratori, tutti, si stringeranno attorno a questo obiettivo fondamentale per tutta l’area di Castellammare di Stabia»
«Adesso Regione Campania e Governo non hanno più alibi. Bisogna ad horas sottoscrivere il protocollo d’intesa interistituzionale anche per assicurare concretezza alla delibera regionale che stanzia 40 milioni di euro per l’Area Torrese Stabiese, proprio per il rilancio di tutta l’area e per offrire risposte concrete, non solo ai lavoratori di Fincantieri ma anche alle famiglie dei lavoratori dell’indotto. Vanno, inoltre, approfondite – ha concluso Lucci – nel merito le opportunità che possono scaturire da investimenti in ricerca ed innovazione che coinvolgano la cantieristica stabiese».***
CISL CAMPANIA Ufficio Stampa [stampa@cislcampania.it]


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *