In 3 giorni 30 enologi osservano, annusano, degustano, analizzano 300 vini campani.A quelli che supereranno gli 80 centesimi di punteggio un diploma di merito e la menzione speciale “Distinzione Campania Felix”. La prima edizione della Selezione dei Vini Campani risale al 1995. Concorso enologico fra i più accreditati tra gli esperti del settore, organizzato e promosso con cadenza biennale dall’Ente Regionale di sviluppo agricolo in Campania, (ERSAC), la Selezione nasce per valorizzare la produzione d’ eccellenza dell’enologia campana e per premiare le aziende impegnate in un continuo miglioramento della qualità delle loro produzioni. Sono 90 le aziende vitivinicole campane che partecipano gratuitamente al concorso con 300 fra vini tranquilli, frizzanti e spumanti Doc (Denominazione Origine Controllata), Docg (Denominazione Origine Controllata e Garantita) e Igt (Indicazione Geografica Tipica). I campioni di vino, resi anonimi da un notaio, vengono valutati da commissioni di 5 enologi iscritti all’Associazione Enologi Italiani. Le commissioni e gli abbinamenti con i vini sono assegnati per sorteggio. Ogni vino viene giudicato da due commissioni diverse secondo quanto previsto dal metodo dell’Union International des Oenologues. Dalla media aritmetica dei punteggi ottenuti, scartati i voti più alto e più basso, si calcola il risultato finale. Vengono premiati con diploma di merito e “Distinzione Campania Felix” i vini che avranno raggiunto gli 80 centesimi (categoria ottimo). Comunicato dell’Ufficio stampa, Laura Guerra 339 4 48 72 78 (Nota inviata alle Arga)


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.