A NATALE LA FAVOLA PARTENOPEA DI COLAPESCE CON CARMELO PITTARI IL 25 E 26 SU RADIOUNO, ORE 18.

Carmelo Pittari, autore peraltro di molti racconti di avventure e disavventure a mare, del libro “Racconti nella barca” – Ediz. SEN 1981 – prefazione di Domenico Rea, racconta : io sono un pescatore sportivo di lungo corso e ho incontrato Còlapésce un giorno, a mare. Ho avuto sempre una grande passione per la pesca con il bolentino, in barca, al largo, sulle “poste” individuate nella foschia del giorno che nasce: la “posta” per i saraghi di Sorrento, le mennelle di Erchie, i Murmuri a Castellabate, le occhiate ad Acciaroli, le spigole nella corrente a Siracusa, al largo dell’antica Ortigia, oppure con le lenze della notte per i totani a Positano, per i totani neri al radiofaro di Capri, le triglie al chiaro di luna, in primavera, a Sperlonga, la fragrante tavolozza di colori della frittura pescata a Camogli.
Ho vissuto terribili imprevisti del cielo e del mare in questi punti magici, fuori dal modo, momenti di meravigliosa rigenerazione dello spirito e del corpo. Ho fatto esperienze suggestive, preziose.
Eppure, una volta, quando ho creduto di aver incontrato Còlapésce all’alba, nel golfo di Napoli, di fronte al Vesuvio, non ho ascoltato i suoi consigli e quel giorno ho rischiato la vita e sono vivo per miracolo.

RAI: SU RADIOUNO A NATALE LA FAVOLA PARTENOPEA DI COLAPESCE
12:08, Venerdì 19 Dicembre 2008
AGI Globale Cultura e Spettacolo
cod. R012193 2049 car.
(AGI) – Napoli, 19 dic. –
La favola napoletana di Colapesce arriva a Natale su RadioUno Rai. Alle 18 del 25 dicembre, infatti, andra’ in onda nella trasmissione “C’era una volta e c’e’ ancora adesso” – che poi il 26 dicembre proporra’ ‘La piccola fiammiferaia’ – l’elaborazione di Francesca de Carolis e Daniela Morandini della leggenda di Colapesce, meta’ bimbo siciliano e meta’ pesce, che ancora abita le caverne marine sotto il Vesuvio e nuota tra il golfo di Napoli e lo stretto di Messina.
La rilettura e’ in chiave di cronaca, e Colapesce incontrera’ nel suo nuotare l’archeologo subacqueo Marino Maranzana, che gli spieghera’ il pericolo di quei fondali e come sia rischioso e complesso costruire un ponte proprio li’; Mario Franco Mandara, pescatore di Positano, che ha visto polpi giganti e balene; Salvo Lupo, il marinaio che trovo’ i resti dei corpi dei 300 clandestini affogati a Portopalo; Peppe Barra e Luigi De Filippo, gli attori che lo condurranno alla scoperta del presepe; Lorenzo Misuraca e Antonio Ruspanti, che gli narreranno la storia di una pesca miracolosa sulle coste di Sicilia; Carmelo Pittari, giornalista e scrittore, cultore della canzone napoletana, che crede di averlo gia’ incontrato proprio nel golfo, di fronte al Vesuvio.
La rilettura di Andersen, il giorno di Santo Stefano, cerca di capire attraverso le testimonianze di Pardo Fornaciari e Sergio Bontempelli il rogo dei bambini rom a Livorno; di comprendere la storia di Andrea, che si e’ dato fuoco a Rimini; di conoscere il lavoro di volontari quali Carlo Fabbri; e di scoprire attraverso Umiza Halilovic come si vive da stranieri nel proprio paese. Nella storia interviene Franco Zeffirelli, con i suoi ricordi di bambino orfano, il coro della bimbe lavoratrici di Marinella Manicardi e Fiorella Rossi con il suo sogno di un pranzo di fine anno. La contemplazione delle stelle e’ affidata all’astrofilo Fabrizio Barbagaglia. Finale a sorpresa con lo scrittore di gialli Valerio Varesi. (AGI) Lil
ZCZC760/ SXR
Arte, cultura, intrattenimento Radio SPE S44 QBXO

NATALE: IL 25 E 26 DICEMBRE DUE FAVOLE SU RADIOUNO
(ANSA) – NAPOLI, 19 DIC – Il 25 e il 26 dicembre su RadioUno,
alle 18,07, andra’ in onda la trasmissione ‘C’era una volta e
c’e’ ancora adesso’ con la proposta di due favole ‘Colapesce’ e ‘La piccola fiammiferaia’ reinventate da due giornaliste,
Francesca de Carolis e Daniela Morandini, con la regia di
Giovanna Romano.
Secondo quanto sottolinea una nota, ”e’ un modo per
riflettere, con leggerezza sulla realta’, sulla cronaca, su
quello che accade nel mondo”.
In una nota, lo scrittore Carmelo Pittari plaude alla riscoperta
della favola alla radio nel giorno di Natale, dice: ”La favola che puo’ avere un effetto terapeutico,
nell’era dei telefonini multifunzioni alienanti, dei videogiochi violenti, dell’Internet che narcotizza”.
‘La piccola fiammiferaia’ cerca di capire cos’è successo la
notte del rogo in cui sono morti i bambini rom di Livorno.
Ricorda la vicenda di Andrea, l’uomo cui e’ stato dato fuoco, a
Rimini, e il lavoro di volontari come Carlo Fabbri. Nella nostra
storia interviene anche Franco Zeffirelli, con i suoi ricordi di
bimbo. (ANSA).
COM-TOR 19-DIC-08 15:08 NNNN

da: Carmelo Pittari [carmelo.pittari@alice.it]

Categorie: Eventi

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.