Anno di Krupp: Capri celebra la figura di Vincenzo Cuomo, la sua vita e l’amicizia con Friedrich Alfred Krupp.

Capri 10 Settembre 2008.
Il 12 Settembre Capri celebra la figura di Vincenzo Cuomo, nell’ambito delle manifestazioni che il Comune di Capri ha promosso nell’anno dedicato a Krupp e alla cultura tedesca.

Cuomo, il medico e scienziato allievo del grande Antonio Cardarelli oltre alla figura di medico condotto e ufficiale sanitario fu uno dei grandi protagonisti della vita artistica ed intellettuale dell’isola, che già alla fine dell’800 cominciava ad essere un crocevia di culture e personalità internazionali.

E tra questi Krupp, con il quale Cuomo che a Capri approfondì i suoi studi climatici tanto da installare nella torretta della sua villa un osservatorio meteorologico che divenne il punto di riferimento per gli studi europei, instaurò un legame di amicizia intensa, fatta di comunanza intellettuale e di raffinatezza nelle arti musicali, pittoriche e archeologiche, sino alla comune passione per la buona tavola.

E Capri nel centocinquantesimo anniversario della nascita di uno dei suoi più illustri cittadini, intende ricordare il suo profilo umano e quello sensibile del medico che tanto impegno spese anche a favore dell’ambiente, tanto che l’isola di Capri venne inserita nelle stazioni climatiche italiane e consigliata a stranieri e turisti del tempo nella pregiata guida del Touring Club.

E venerdì la giornata di celebrazioni inizierà nell’atrio del Comune alle ore 11.00 con la scoperta della lapide alla presenza del Sindaco, degli amministratori comunali, autorità cittadine e i discendenti della famiglia Cuomo che rappresentano ancora oggi un nome emblematico e significativo nell’ambito della medicina e della ricerca scientifica, per continuare al Grand Hotel Quisisana dove alle ore 19.00 il Rettore della Seconda Università di Napoli, Francesco Rossi e Gerry Melino dell’Università di Tor Vergata a Roma, insieme al Direttore del Conservatorio di Napoli Don Vincenzo De Gregorio parleranno di Krupp, di Vincenzo Cuomo, e della loro amicizia, ma anche degli studi fatti su Capri insieme alla passione che il medico ha avuto per l’isola attraverso le parole scritte in un saggio da Giovanni Napolitano, padre dell’attuale Presidente della Repubblica.

A conclusione della giornata nella Sala Donna Lucia Morgano sarà inaugurata la mostra che sarà aperta sino al 16 settembre.

Una testimonianza iconografica attraverso le tracce lasciate da Vincenzo Cuomo, scritti, foto, ricerche, testi musicali come la canzone dedicata a Krupp e il suo diario inedito rimasto a testimonianza di una straordinaria epoca che Capri ha vissuto e che oggi torna alla ribalta sul filo della memoria nell’anno dedicato a Krupp.

INFO
Per informazioni :
biancac@tin.it
media.comunicazione@email.it
cell. 3381492706


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.