ARTEVINO 2007

Anche quest’anno, tra le vigne e le cantine dei Colli Berici, avrà luogo l’imperdibile evento estivo per gli amanti dell’arte e dei vini pregiati.

La Strada dei Vini dei Colli Berici organizza la terza edizione di ArteVino, appuntamento estivo per presentare i prodotti dell’ultima vendemmia, fondendo i profumi ed i sapori dei vini con le opere di selezionati artisti, che esporranno i propri lavori nelle cantine dei Colli Berici e ne realizzeranno di nuovi davanti agli occhi dei visitatori. ArteVino è un’iniziativa orientata non solo a far apprezzare la produzione vitivinicola dei Colli Berici, ma si propone anche di guidare i consumatori alla scoperta di come le antiche tradizioni, unite alle più avanzate tecniche produttive, possano trasformare ogni goccia di vino in un’opera d’arte.

La rassegna ArteVino si protrarrà fino ai primi di ottobre. Nell’arco di questo calendario, inserito tra le iniziative della Primavera Palladiana nelle varie Aziende Vinicole verranno organizzate altre serate dedicate all’arte, alla musica, al teatro e alla danza. Per esempio il 30 maggio all’Azienda Agricola “Vini Cris” il cantastorie Gianni Buniolo allieterà i visitatori con il suo organetto e un repertorio di canti popolari, il 10 giugno, alla Distilleria “Fratelli Brunello” di Montegalda verrà organizzata l’8ª edizione della Festa dell’Artista, in cui adulti e bambini potranno esprimere la propria creatività dipingendo opere che verranno poi esposte, nella stessa distilleria e nell’agriturismo “Il Palazzone”, e successivamente premiate. Il 15 giugno, all’Azienda Agricola “Costalunga” suonerà l’orchestra dei giovani allievi della Scuola Musicale di Breganze; il 16 giugno all’Azienda Agricola “Ca’ Rovere” sarà organizzata la serata “Sabor de Tango” in cui si esibiranno due coppie di ballerini; il 23 giugno, presso l’Azienda Agricola “Ca’ Basso” verrà allestito lo spettacolo teatrale “Tericorditoti ovvero: truppe al Fronte” a cura della Compagnia Teatrale “Il Covolo”. Il 30 giugno, alla distilleria “Dal Toso & Figlio” si esibirà il coro veronese “El Vesoto” di San Floriano (serata organizzata in collaborazione con il Salumificio dei Castelli e l’Azienda Vitivinicola “Muraro Severino”). Sabato 7 luglio ci sarà una festa musicale presso il cortile dell’Azienda Agrituristica “L’Albara”; martedì 24 luglio, alla distilleria “Fratelli Brunello” verrà organizzata la tradizionale serata “Spirito del territorio”. Il programma di ArteVino include poi la serata “Calici di Stelle”, che si svolgerà venerdì 10 agosto, nei centri storici delle “Città del Vino” di Lonigo e Barbarano Vicentino, ed infine, dal 29 settembre al 7 ottobre, ci sarà la settimana delle “Distillerie Aperte”, appuntamento immancabile per gli amanti di grappe e distillati.
Con ArteVino, la pregiata produzione delle Aziende dei Colli Berici, la suggestiva cornice collinare e le varie espressioni dell’arte e della creatività renderanno l’estate 2007 un simposio imperdibile di stimoli olfattivi, sonori, gustativi e visivi.
Il calendario completo dell’evento, con gli indirizzi dei luoghi ed ogni altro dettaglio, è scaricabile all’indirizzo www.albertopertile.it/artevino07.pdf

EVENTO DEL 27 MAGGIO

Domenica 27 maggio, primo appuntamento in calendario, sarà quindi un’occasione per trascorrere una giornata esclusiva, immersa nell’incantevole paesaggio collinare berico, degustando i vini ed ammirando le opere di vario stile e originalità: nell’azienda Agrituristica
“L’Orizzonte” verranno realizzate sculture di sabbia e verrà allestita una mostra di quadri; all’Azienda Agricola “Vini Cris” sarà esposta una mostra del fotografo Claudio Portinari intitolata “Colli Berici: il risveglio dei colori”; all’Azienda Agricola “Ca’ Rovere” verrà realizzata un’estemporanea di pittura che ritrarrà, tra i filari dell’azienda, il paesaggio collinare circostante, mentre all’Azienda Agricola “Nani” verrà allestita un’esposizione di pietre artistiche a cura dell’azienda Grassi 1880 ed esposta la mostra fotografica del 6° Concorso fotografico di Noventa Vicentina.

Opere in pietra dello scultore Francesco Rugiero e decorazioni vetrate e lavorazioni in vetro di Katia Decrolati saranno in mostra, sempre il 27 maggio, all’Azienda Agricola “Costalunga”, dove sarà presentata anche la mostra
“L’atelier dell’Architetto – per una casa à la carte”. Sarà inoltre possibile scoprire i vigneti attraversandoli in una carrozza a cavalli, fornita dal maneggio “Horseman Ranch” di Castegnero. Presso l’Azienda Agricola “Mattiello Natalino”, invece, il Gruppo Selvaggio Artistico Culturale di Costozza realizzerà un’estemporanea di pittura e scultura mentre all’azienda agricola “Ca’ Basso” verrà allestita un’esposizione di pittura a cura del Gruppo di Longare “Arte a Parte”.
Infine, presso l’Azienda Agricola “Costozza dei Conti da Schio” verranno esposte le sculture dell’artista Marinali.

E IL 23 MAGGIO

Festeggiamenti per il vino bianco autoctono della zona di Breganze
“Festa del Vespaiolo”,
successo della prima edizione
Palio delle Botti in piazza Mazzini: vittoria al fotofinish per la squadra dell’az. agr. Ca’ Biasi di Innocente Dalla Valle, che sotto un sole cocente ha la meglio sulla Cantina Beato Bartolomeo e Maculan
Breganze, 23 maggio 2007
La festa del Vespaiolo svoltasi a Breganze domenica 20 maggio è stata caratterizzata da un gran numero di partecipanti e curiosi, che hanno assistito alla prima edizione del “Palio delle Botti”, tra le squadre delle aziende socie del Consorzio di Tutela. Grande interesse da parte degli addetti al settore è stato dedicato ai veri protagonisti della giornata, il vino Vespaiolo DOC Breganze e l’olio extra vergine di oliva DOP della comunità montana Astico-Brenta. Il primo, oggetto di una rinnovata attenzione per la sua marcata tipicità e l’elevata qualità è, senza dubbio, uno dei vini autoctoni più interessanti del Veneto, grazie al colore paglierino con riflessi verdognoli, al profumo di buona intensità con sentori di frutta matura e mandorla ed alla notevole freschezza con cui si presenta alla bocca.
La Festa, iniziata nella cantina Maculan con il convegno “Olio e Vespaiolo nella Pedemontana Vicentina”, ha impegnato giornalisti ed esperti in una degustazione alla cieca, in cui tutte le cantine produttrici di Vespaiolo si sono confrontate alla pari sul prodotto, ossia senza che fosse possibile riconoscere il contenuto dei bicchieri. La cantina Maculan si è aggiudicata il primo posto, seguita al secondo posto ex-æquo dalla Cantina Beato Bartolomeo da Breganze e dai Vignaioli Contra’ Soarda di S. Michele di Bassano. Il terzo posto è andato al Vespaiolo della storica cantina Firmino Miotti.
Si è quindi proceduto all’abbinamento del Vespaiolo con i piatti tipici vicentini: la sua naturale acidità si è sposata perfettamente tanto con piatti impegnativi, come il Baccalà alla Vicentina, che con pietanze più semplici, come gli asparagi bianchi di Bassano o le “acquadelle”, latterini fritti, serviti ben caldi.
Ecco i risultati degli abbinamenti: per il baccalà mantecato, la giuria ha prediletto il Vespaiolo di Fausto Maculan, al primo posto, e quello dell’az. agr. Cav. Guerrino Vitacchio (al secondo). Alla polenta e baccalà troviamo abbinati a pari merito il Vespaiolo dei Vignaioli Contra’ Soarda e quello di Col Dovigo, seguiti, sempre a pari merito, dal vino della cantina Gastaldia e dell’agricola Ca’ Biasi. Ai pregiati asparagi bianchi di Bassano, bolliti con le uova, sono stati abbinati nuovamente i Vespaioli di Fausto Maculan, a pari merito con la Cantina Beato Bartolomeo da Breganze e, al secondo posto, il Vespaiolo della Tenuta Bastia di Mario Saccardo. Ai crostini con olio extravergine d’oliva sono stati affiancati a parimerito i Vespaioli di Firmino Miotti e della Cantina Beato Bartolomeo, mentre al secondo posto quelli di Ca’ Biasi e Bastia. Infine, alle acquadelle fritte sono stati accostati i vini di Contrà Soarda al primo posto e, al secondo a parimerito, quello dell’azienda agricola Villa Magna di Graziella Novello e quello della Tenuta Bastia.
Terminate le “gare del gusto”, la festa è continuata in piazza Mazzini, dove nel pomeriggio ha preso il via la prima edizione del “Palio delle Botti”.
Protagonisti assoluti sono stati i ragazzi delle cantine, che si sono sfidati facendo rotolare gloriose barrique. Spronati dai compagni, incitati dal nutrito pubblico accorso e accompagnati dalle concitate grida di compaesani e famigliari, la formazione dell’azienda agricola Ca’ Biasi di Innocente Dalla Valle si è aggiudicata il primo palio, di cui potrà fregiarsi fino alla prossima edizione. Ritirato il premio, gli atleti della cantina vincitrice hanno dato il via ai festeggiamenti, brindando con un bicchiere di Vespaiolo. La giornata in piazza Mazzini si è conclusa stappando bottiglie di Vespaiolo e degli altri vini della più antica tra le zone DOC del Vicentino, primo fra tutti il Torcolato, con i saluti, i ringraziamenti e con l’invito a non mancare all’edizione del prossimo anno.

Alpe Comunicazione
Tel. 0444-1835290 / 304392 – Fax 0444-1830366
Cell. Tim 328 3511 468 – Wind 3939 655 889
skype alpecom – alberto@pertile.org – www.pertile.org

Dati relativi al soggetto d’imposta:
Alberto Pertile – via Bedin 13 – 36100 Vicenza
P. IVA 03167880248 – C.F. PRTLRT75C25L840T


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.