VIGILANZA IN MARE: ACCORDO PROTEZIONE CIVILE-CAPITANERIA DI PORTO
Sarà firmata domani.venerdi 20 giugno 2008, la convenzione tra Settore di Protezione civile della Regione Campania e Comando Regionale della Capitaneria di Porto di Napoli per il coordinamento delle attività di vigilanza e soccorso della popolazione a mare e delle attività diportistiche. Nell’ambito della convenzione la Protezione civile consegnerà alla Capitaneria dieci battelli pneumatici. La cerimonia avverrà alle ore 11 presso il varco Pisacane del Porto di Napoli.

SENTENZA SPARTACUS, BASSOLINO: “LA CAMORRA PUO’ ESSERE SCONFITTA. ORA IMPEGNO ANCORA PIU’ FORTE SU BENI CONFISCATI”.
“La conferma degli ergastoli per i boss dei Casalesi è un grande risultato nella battaglia che lo Stato, le istituzioni locali, la giustizia stanno combattendo contro la camorra e i suoi pericolosi esponenti.
“I passi in avanti che si stanno compiendo su questo fronte sono il frutto di una preziosa collaborazione tra apparati dello Stato, magistratura, forze dell’ordine, istituzioni locali, società civile, associazionismo, mondo dell’ informazione e della cultura. Penso per esempio allo scrittore Roberto Saviano e alla giornalista Rosaria Capacchione, che per il loro impegno hanno subìto pesanti minacce dai clan.
“Questa sentenza dimostra con chiarezza che la camorra può essere sconfitta. Sempre di più, allora, ognuno può e deve fare la propria parte in questa battaglia. I fortini della camorra possono essere espugnati e diventare dei cantieri di legalità. E’ quello che siamo impegnati a fare trasformando i beni confiscati ai clan in strutture al servizio dei cittadini. A Casal di Principe – dove proprio in queste ore si inaugura un centro di recupero per giovani in difficoltà dedicato a Don Diana e dove torneremo nei prossimi giorni per far vivere un teatro della legalità su un territorio confiscato proprio al boss Francesco Schiavone – come in diverse altre aree della Campania. Per recuperare gli oltre 700 beni confiscati ai clan attivi nella nostra regione abbiamo infatti deciso di stanziare 150 milioni di euro dei fondi disponibili sulla nuova programmazione europea. Siamo determinati a impegnarci fino in fondo su questo fronte per dare tutto il supporto necessario al pieno ripristino della legalità nei nostri territori”.

COZZOLINO SU SENTENZA SPARTACUS
“Oggi lo Stato ha inferto un colpo durissimo contro un sistema di potere criminale che da decenni blocca lo sviluppo, toglie il lavoro e avvelena l’ambiente in una parte importante della nostra regione e dell’intero Mezzogiorno”, ha dichiarato l’assessore regionale Andrea Cozzolino.
“La sentenza della prima sezione della Corte d’Assise di Appello di Napoli è un riconoscimento al lavoro e alle preziose intuizioni di Raffaello Magi, giudice della sentenza Spartacus in primo grado, e di tanti magistrati, investigatori, uomini delle forze dell’ordine che hanno reso possibile la celebrazione di questo processo. Un ringraziamento va, poi, a chi, come lo scrittore Roberto Saviano e la giornalista Rosaria Capacchione hanno con coraggio e grande senso civico contribuito a informare e sensibilizzare l’opinione pubblica su questo grande problema.
“Lo Stato può sconfiggere la camorra e le altre mafie soltanto con il contributo di tutti. Per questo occorre sempre di più la mobilitazione di tutte le forze sane della politica, della società e dell’economia. La sentenza di oggi dev’essere per tutti noi un ulteriore stimolo in questa direzione”.

REGIONE CAMPANIA. COMUNICATI UFFICIO STAMPA DEL 19 GIUGNO 2008


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.