PSR, saranno riconosciute eleggibili le spese sostenute dalle aziende agricole campane anche prima del decreto di concessione regionale

L’accordo chiuso da Confagricoltura e dall’assessore regionale Andrea Cozzolino

Le spese sostenute dalle aziende agricole anche prima del provvedimento di concessione dei finanziamenti a valere sul PSR 2007/2013 saranno riconosciute eleggibili dalla Regione Campania.

E’ quanto è stato concordato durante un incontro tra una delegazione di Confagricoltura Campania, guidata dal presidente regionale Campania, Pietro Micillo, e l’assessore regionale all’Agricoltura ed alle Attività Produttive Andrea Cozzolino. I dettagli saranno approfonditi da un apposito tavolo tecnico.

“La programmazione aziendale di centinaia di imprese agricole rischiava di essere stravolta.” dichiara Micillo “Molti degli investimenti in agricoltura devono essere realizzati in determinati momenti dell’anno, specialmente nel periodo estivo. Ad esempio, una serra deve necessariamente essere realizzata d’estate, mentre un arboreto va impiantato per forza d’inverno. Il mancato riconoscimento di queste spese avrebbe messo gli agricoltori dinanzi ad una scelta difficile: rinviare di un anno l’investimento o rinunciare al contributo comunitario. L’accordo raggiunto consentirà alle aziende interessate di programmare con serenità il futuro”.

Micillo ha espresso all’assessore Cozzolino l’apprezzamento di Confagricoltura Campania “per i risultati fin qui raggiunti, anche grazie ad una concertazione puntuale e non episodica che, sono certo, continuerà anche nella fase di attuazione del nuovo PSR.”

Per comunicazioni: Michele M. Ippolito (Responsabile Comunicazione Confagricoltura Campania) – 3403008340


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.