COMUNICATO STAMPA DEL 22 GIUGNO 2009

RICERCA E SVILUPPO, 50 MILIONI PER LE RETI DI ECCELLENZA

La giunta regionale della Campania su proposta del presidente Antonio Bassolino e dell’assessore all’Università, Ricerca e Innovazione, Nicola Mazzocca ha approvato l’intervento pluriennale denominato “sviluppo di reti di eccellenza tra Università, Centri di ricerca, Imprese” del valore di circa 50 milioni di euro.

Il finanziamento è rivolto a partenariati tra università, centri di ricerca e imprese situati sul territorio campano che intendono “cooperare” in cinque settori strategici di sviluppo: salute e biotecnologie, ambiente e agroalimentare, tecnologie abilitanti, tecnologie industriali ed infine scienze socio economiche, umane, beni culturali e turismo.

“Con questa delibera potenziamo ulteriormente il sistema dell’università e della ricerca campane”, ha dichiarato il presidente Antonio Bassolino. “Nella nostra regione – ha proseguito il presidente – abbiamo risorse umane, strutture e competenze di alto livello che, facendo sempre più sistema tra loro, possono innescare processi virtuosi di sviluppo territoriale. Per questo abbiamo deciso di investire risorse consistenti sul trasferimento tecnologico e sul coinvolgimento sempre più ampio delle università e delle nostre imprese della conoscenza sul fronte internazionale. La Campania vuole essere sempre più uno snodo fondamentale della rete europea e mondiale della ricerca e della conoscenza”, ha concluso Bassolino.

“Con questo intervento per la prima volta riconosciamo un progetto formativo che ha alla base l’internazionalizzazione, dunque la mobilità nazionale e transnazionale nei percorsi di studio e di ricerca. Inoltre il finanziamento relativo alla formazione ed alla valorizzazione del capitale umano viene gestito in modo integrato perché l’intervento prevede di coordinare azioni diverse come gli stage, i tirocini e le borse di studio. Si tratta, dunque, di un intervento innovativo perché accanto alle consuete forme di scambio fra gli attori della rete di eccellenza si prevede anche l’integrazione”, ha dichiarato l’assessore Nicola Mazzocca. ”La rete ci consente di aggregare la massa critica di risorse e competenze del territorio per conseguire obiettivi ambiziosi. Ma il principale obiettivo è quello di agire come moltiplicatore degli investimenti. In pratica, la rete di soggetti che viene finanziata deve saper dimostrare che sarà in grado di produrre sviluppo sostenibile per il territorio”, ha concluso Mazzocca.

L’obiettivo dell’aggregazione di competenze è anche quello di sostenere l’orientamento dei giovani verso la ricerca e la scienza.

Inoltre la realizzazione e lo sviluppo di iniziative e di reti è promossa anche su base interregionale e transnazionale, con particolare riguardo allo scambio delle buone pratiche con lo scopo di :
– sostenere la mobilità nazionale e transnazionale nei percorsi di studio e di ricerca;
– valorizzare i percorsi formativi, anche di tirocinio, in contesti esterni al territorio campano;
– consolidare le reti nazionali e internazionali fra centri di ricerca e del trasferimento tecnologico anche per lo scambio di buone pratiche;
– attuare iniziative per il ritorno in Campania dei talenti italiani all’estero;
– rafforzare la filiera formativa integrata con soggetti esterni al territorio regionale;
– migliorare le capacità di penetrazione delle imprese campane nei mercati internazionali attraverso la formazione di figure specialistiche.

La nascita di reti fra Università, Centri di Ricerca ed Imprese dovrà inoltre favorire la creazione di poli formativi legati alle vocazioni produttive territoriali e l’azione dei distretti di alta tecnologia attraverso la formazione e la diffusione dei risultati della ricerca sul territorio.
Il tetto massimo di finanziamento per ciascun intervento di rete è di euro 5.000.000,00.
La promozione e lo sviluppo di reti di eccellenza tra Università, Centri di ricerca e Imprese sono azioni coerenti con le Linee Strategiche della Regione Campania e con le Decisioni della Comunità Europea.
Il finanziamento fa parte degli investimenti previsti nell’ambito del POR FSE Campania 2007 – 2013.

N.B. Si allega scheda di finanziamento con gli obiettivi specifici.

Asse Obiettivo specifico Obiettivo operativo Intervento Macro azioni Azioni Durata Dotazione finanziaria
Asse IV Capitale umano l) creazione di reti tra università, centri di ricerca, mondo produttivo e istituzionale con particolare attenzione alla promozione della ricerca e dell’innovazione L2)sostenere lo sviluppo di reti tra università, centri di ricerca e imprese sviluppo di reti di eccellenza tra università, centri di ricerca e imprese nell’ambito delle seguenti tematiche, in coerenza con le linee di indirizzo strategico regionale in tema di ricerca e innovazione e con il Settimo Programma Quadro dell’ U.E :
1) Salute biotecnologie;
2) Ambiente agroalimentare;
3) Tecnologie abilitanti;
4) Tecnologie industriali;
5) Scienze socioeconomiche umane, beni culturali, turismo. 1) Progetto di ricerca /trasferimento tecnologico della rete;
2) Attività designate per diffondere l’eccellenza; borse di ricerca per il sostegno del progetto comune di ricerca, attività per la programmazione coordinata della ricerca, per la gestione integrata delle conoscenze, per la condivisione delle strutture e degli strumenti di ricerca,per la diffusione dell’eccellenza La durata del sostegno finanziario allo sviluppo della rete di eccellenza potrà protrarsi al massimo fino al 2013 € 40.000.000,00
L4)sostenere l’orientamento dei giovani verso la ricerca e la scienza borse per il finanziamento di progetti di ricerca e di trasferimento tecnologico – percorsi di formazione post laurea (dottorati, stage, master…)
Asse V Transnazionalità ed interregionalità m) promuovere la realizzazione e lo sviluppo di iniziative e di reti su base interregionale e transnazionale, con particolare attenzione allo scambio delle buone pratiche M1)sostenere la mobilità nazionale e transnazionale nei percorsi di studio e di ricerca
€ 2.000.000,00 borse per il finanziamento di progetti di mobilità nazionale/internazionale di giovani laureandi –laureati- ricercatori € 9.428.000,00
M2)Valorizzare i percorsi formativi, anche in contesti esterni al territorio campano
1.600.000,00
M3)consolidare le reti nazionali e internazionali fra centri di ricerca e del trasferimento tecnologico anche per lo scambio di buone pratiche
€ 1.628.000,00 inserimento in reti di ricerca nazionali e internazionali -mobilità di ricercatori – attività volte a condividere conoscenze strumentazioni di ricerca con l’obiettivo ultimo di diventare parti di reti di livello sovraregionale
M4)attuare iniziative per il ritorno in Campania dei talenti italiani all’estero
€ 1.600.000,00 borse per il finanziamento di attività di ricerca da svolgersi in Campania da parte di eccellenze residenti all’estero
M5)rafforzare la filiera formativa integrata con soggetti esterni al territorio regionale
€1.000.000,00 inserimento nell’ambito della filiera formativa integrata(stage-master-convegni ) di eccellenze esterne al territorio regionale
M6)migliorare la capacità di penetrazione delle imprese campane nei mercati internazionali e transnazionali attraverso la formazione di figure specialistiche
€1.600.000,00 Interventi per la formazione di figure specializzate nelle attività di penetrazione delle aziende campane nei mercati internazionali e internazionali – formazione di quadri manageriali
Totale disponibilità finanziaria per lo sviluppo di reti di eccellenza in Campania € 49.428.000,00


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.