COMUNICATI STAMPA DEL 6 NOVEMBRE 2009

POLITICHE SOCIALI: STANZIATI 420.000 EURO PER IL SOSTEGNO DEI MINORI CON CARICHI PENALI CHE SEGUONO PROGRAMMI DI RECUPERO IN COMUNITÀ
La giunta regionale della Campania, su proposta dell’assessore alle Politiche Sociali Alfonsina De Felice, ha approvato una delibera che finanzia programmi di recupero e di reinserimento sociale per ragazzi con condanne penali ospiti di comunità.
Lo stanziamento è di 420 mila euro.
La delibera odierna attua il protocollo d’intesa firmato tra la Regione Campania e il Centro Giustizia Minorile per la Campania del Ministero della Giustizia.
L’intervento prevede inoltre misure di accompagnamento per gli operatori che progettano e realizzano il percorso di recupero individualizzato a seconda dei bisogni di ciascun destinatario.
“E’ un provvedimento – spiega l’assessore De Felice – che offre ai ragazzi che hanno procedimenti penali una valida alternativa al carcere.
“Sono previsti infatti progetti individualizzati di recupero e di crescita a seconda delle necessità di ognuno.
“Viene infine valorizzato anche il lavoro di rete di tutti gli operatori del Centro Minorile per la Campania”, conclude l’assessore De Felice.

————————————
INTERVENTO PRESIDENTE BASSOLINO CONFERENZA STAMPA CREDITO D’IMPOSTA
Presentiamo un’importante delibera, approvata nella seduta di giunta di questa mattina, con la quale diamo avvio al Credito d’imposta regionale, iniziativa molto attesa dagli imprenditori della Campania.
In queste settimane abbiamo lavorato intensamente con l’Agenzia delle Entrate e con il ministero dell’Economia e delle Finanze per concludere l’iter che ci consente, prima regione italiana, a istituire questo importante incentivo.
Il nostro “credito d’imposta per nuovi investimenti” si rivolge all’ampia platea delle Piccole e Medie Imprese della Campania, il vero e proprio motore produttivo della regione.
Prevede un contributo (in conto impianti) per l’acquisto di nuovi beni strumentali (macchinari, attrezzature, computer, accessori…) e beni immateriali (trasferimenti tecnologici mediante acquisto di diritti di brevetto e licenze) da parte di imprese che operano sul territorio regionale.
La procedura è automatica, la fruizione dell’incentivo, avviene infatti compensando il contributo concesso con i debiti derivanti da imposte, tasse e contributi.
In pratica le imprese che investono risparmiano sulle tasse.
Il credito che l’impresa matura nei confronti dell’erario viene compensato dalle risorse stanziate dalla regione, dunque nessun aggravio per l’erario.
Ci facciamo noi carico di tutto.
L’avviso pubblico partirà entro la fine di quest’anno.
La procedura è semplicissima, trasparente e on line.
Infatti, le imprese si registrano sul sito dell’assessorato alle attività produttive WWW.ECONOMIACAMPANIA.IT indicando gli investimenti che intendono operare.
L’esame delle domande, da parte della regione, avviene secondo l’ordine cronologico di presentazione.
I vantaggi per le imprese sono chiari e anche cospicui.
Innanzitutto le imprese hanno certezza dei tempi di utilizzo del beneficio.
L’unica condizione, infatti, per fruire del credito d’imposta è la realizzazione di una certa percentuale dell’investimento e l’invio telematico della relativa documentazione.
Elementi, come si vede, dipendenti unicamente dall’impresa beneficiaria.
Rispetto agli incentivi tradizionali si azzerano i tempi perché si tagliano molti passaggi (decreto di liquidazione innanzitutto e, a monte, la verifica della documentazione di spesa…)
Non a caso il credito di imposta è la misura più apprezzata dagli imprenditori perché è un meccanismo semplice, automatico, oggettivo, sottratto ad ogni discrezionalità politica, burocratica, clientelare.
Il mio augurio è che anche a livello nazionale si possa sbloccare il credito d’imposta nazionale.
Noi qui in Campania lo facciamo.
Su questa importante misura investiamo 60 milioni di euro derivanti dai nostri fondi europei (50 milioni) e Paser (10 milioni).
Siamo la prima regione a mettere in campo questo strumento e a investire significative risorse europee.
Il nostro impegno a sostenere le imprese campane continua.
Infatti, il credito di imposta fa parte di un quadro forte di iniziative per sostenere le nostre imprese, sia sul piano dell’innovazione che su quello dell’occupazione.
Stiamo lavorando per affiancare al credito d’imposta sugli investimenti in beni strumentali, un ulteriore credito d’imposta , dedicato alla creazione di nuovi posti di lavoro.
Su questo ulteriore credito d’imposta, che partirà entro gennaio 2010, investiremo altri 20 milioni di euro, tra fondi comunitari e regionali.
Un’altra importante iniziativa che avvieremo tra breve è quella dedicata ai contratti di programma su cui investiremo significative risorse.
Inoltre a favore delle imprese abbiamo già avviato importati programmi come:
• gli incentivi per l’innovazione e lo sviluppo di cui beneficiano 159 imprese;
• il Bando per la promozione dei distretti produttivi campani dedicato a progetti di ricerca industriale e al trasferimento su cui abbiamo concentrato oltre 5 milioni e 600 mila euro.
• gli incentivi per il Consolidamento delle passività a breve su cui abbiamo concentrato i primi 8 Milioni di euro a valere sui fondi del PASER.
• Il Programma integrato di borse lavoro destinati alle imprese che al termine di un periodo di work experience assumono con contratto a tempo indeterminato i lavoratori che hanno condotto, grazie alla borsa di studio della regione, un’esperienza di formazione presso la stessa azienda. Un’iniziativa importante su cui investiamo 35 milioni di euro.
Ci muove la consapevolezza che soprattutto in un momento come questo è importante spingere in avanti e contribuire in ogni modo al rilancio produttivo della nostra regione.
Andiamo avanti, con spirito di collaborazione e reciproca ascolto tra istituzioni, mondo imprenditoriale e sindacati.

Regione campania, 6 novembre 2009 ufficio stampa


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.