COMUNICATO STAMPA DELL’8 LUGLIO 2009

FONDI EUROPEI: OK DEL COMITATO SORVEGLIANZA SU AVVIO DEL FESR 2007-2013, CAMPANIA TRA LE BEST PRACTICE EUROPEE

Si è riunito questa mattina, presso l’Hotel Vesuvio di Napoli, il Comitato di Sorveglianza del POR FESR 2007-2013. All’ordine del giorno c’erano la relazione sullo stato di attuazione del POR Campania FESR 2007-2013 e alcune modifiche al Programma Operativo Regionale e ai criteri di selezione dei progetti.

Erano presenti, tra gli altri, il presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino, il capo unità della DG Regio, responsabile degli interventi in Italia e Malta, Patrick Amblard, e Valentina Corsetti della DG Regio della Commissione Europea.

Nel corso della riunione è emerso un quadro molto positivo della spesa dei fondi europei per lo sviluppo da parte della Regione. La Campania ha infatti utilizzato tutte le risorse del FESR 2000-2006 entro il 30 giugno ed ha programmato oltre il 70 per cento delle risorse del nuovo ciclo 2007-2013. L’obiettivo è di concludere l’intera programmazione entro il 31 dicembre.

In questo senso assumono particolare rilevanza i quattro grandi progetti che la Campania ha presentato alla Commissione:
– Il grande Parco Urbano di Bagnoli;
– La linea 1 della Metropolitana di Napoli da Piazza Dante alla Stazione Centrale;
– La metropolitana regionale da Piscinola-Scampia a Capodichino;
– La strada 186, collegamento tra la zona vesuviana e la Napoli-Salerno, per mettere in sicurezza le zone a rischio Vesuvio.
“La riunione di oggi – ha sottolineato il presidente Bassolino – è stata molto positiva. Le cassandre che periodicamente dicono che non riusciamo ad utilizzare i fondi europei sono state smentite un’altra volta e la Commissione Europea ha espresso il suo forte apprezzamento per il lavoro svolto. Tutto questo è stato possibile perché, oltre a spendere tutto e bene, siamo anche riusciti a migliorare la macchina amministrativa. Usciamo quindi con serenità da questa riunione convinti di poter andare avanti ancora meglio.

“Agli inizi di ottobre sono stato invitato a Bruxelles dalla Commissione per una riunione ristretta di presidenti di diverse regioni europee particolarmente attive nell’utilizzo delle risorse comunitarie per fare il punto sulle politiche di coesione”, ha concluso Bassolino.

“L’idea che mi sono fatto dalla riunione di oggi – ha sottolineato Patrick Amblard -è che la programmazione 2007-2013 in Campania è stata avviata in modo positivo e concreto. Le procedure sono state ben definite e i progetti sono cantierabili. Il presidente Bassolino ha parlato di serenità, mi sento di condividerla con lui. La Campania riceve una dotazione finanziaria molto importante, è necessario che questi soldi siano utilizzati per lo sviluppo della regione e che i cittadini e le imprese possano sfruttare le opportunità della politica di coesione. Proprio in questo campo la Campania svolge un ruolo importante, non soltanto a livello italiano ma anche europeo. E’ importante che il prossimo anno, quando faremo il punto sul futuro della politica di coesione, ci siano già dei risultati concreti. Sono fiducioso che la Campania darà l’esempio sia in termini di capacità di spesa sia in termini di qualità dei progetti, soprattutto su temi di grande rilevanza comunitaria come lo sviluppo urbano. Su questi fronti la Campania sarà una delle Best Practice”.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.