DA DOMANI “PIAZZA CAMPO” A SCAMPIA, TRE GIORNI CONTRO LA DROGA
Si apre domani, martedì 28, presso l’auditorium della municipalità di Scampia, la manifestazione “Piazza Campo”, organizzata dall’Assessorato alla Sanità della Regione Campania in collaborazione con l’VIII Municipalità del Comune di Napoli e l’ASL NA1.
Si tratta di una tre giorni di informazione e formazione dedicata alla lotta alla droga.
Piazza Campo sarò articolata in tre sezioni: gli stand espositivi, il progetto “Spazio impronte” e il “Festival Segnali”.
Negli stand allestiti dalle AASSLL, dalle comunità, dalle associazioni e dalle scuole verranno esposti documenti, immagini, idee per la lotta alle tossicodipendenze.
Sempre in piazza l’ASL NA/1 e la Municipalità di Scampia presenteranno “ Spazio impronte”, un progetto finanziato dall’Assessorato alla Sanità della Regione Campania che prevede la costruzione a Scampia di un laboratorio per la lotta alle droghe.
Infine, nell’ambito del “Festival Segnali” saranno proiettati 22 cortometraggi sul fenomeno droga girati dagli studenti di altrettanti istituti scolastici della Campania. I migliori filmati saranno premiati nella serata conclusiva.
Questo il programma dei lavori:

28 ottobre, ore 10.00 – Apertura di Piazza Campo a Scampia con gli assessori regionali alla Sanità Angelo Montemarano, all’Istruzione Corrado Gabriele e alle Politiche sociali Alfonsina De Felice e con le altre rappresentanze istituzionali, religiose e scolastiche. A seguire nell’incontro/studio su “Politiche e Terapie” gli operatori pubblici e del privato-sociale dialogheranno con le istituzioni.
28 ottobre, ore 16.00 – Incontro/studio su “servizi e progetti”, con i responsabili dell’ assistenza sanitaria dell’Assessorato regionale alla Sanità e dell’Assessorato regionale alle Politiche sociali.
29 ottobre, ore 10.00- Gli operatori dei Ser.T. incontrano il direttore del Dipartimento Politiche Antidroga presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri Giovanni Serpelloni.
29 ottobre, ore 16.00 – Incontro/studio su “Scienza e fantasia”, con la partecipazione, fra gli altri, di Stefano Vecchio, direttore dipartimento farmacodipendenze ASL Na 1, Pierpaolo Pani, direttore dipartimento farmacodipendenze Regione Sardegna e Alfio Lucchini presidente nazionale di Federsert.
30 ottobre, ore 10.00 – Incontro con Nando Dalla Chiesa – Gli operatori sanitari e sociali, i volontari, le parrocchie, gli operatori pubblici incontrano il Presidente onorario dell’Associazione nazionale “LIBERA”.
Alla fine di ogni giornata sono previsti spettacoli teatrali e musicali, che si svolgeranno in piazza Grandi Eventi.
La tre giorni sarà chiusa da un concerto de “I RAGAZZI DI SCAMPIA”.

VERTICE IN REGIONE, D’ANTONIO: “CONDIVIDERE INFORMAZIONI E STRATEGIE PER FRONTEGGIARE LA CRISI”
Per l’ass. regionale al Bilancio Mariano D’Antonio “i recenti indicatori dell’economia nazionale sono preoccupanti, ma è con questa realtà che bisogna confrontarsi per intervenire a livello regionale. Bisogna bilanciare la crisi di fiducia di imprese e mercati con informazioni puntuali. Per questo, entro la fine dell’anno, organizzeremo un grande momento di confronto pubblico tra istituzioni, mondo dell’università e della ricerca, forze produttive, politiche e sociali. Sarà un’occasione utile per un fare un primo punto sull’andamento del sistema economico campano nell’anno che si sta chiudendo e per anticipare la programmazione e le strategie del 2009”.
Su questo fronte, nel corso della riunione D’Antonio ha illustrato ai rappresentanti di imprese e lavoratori le prime linee guida della nuova manovra regionale di bilancio: progressivo abbattimento del debito e investimenti per potenziare il PIL dal punto di vista quantitativo e qualitativo, attraverso un approccio teso a elevare la qualità della vita dei cittadini. “Bisogna dare sostegno alla domanda per consumi – ha sottolineato l’assessore -innanzitutto attraverso gli investimenti nel campo delle infrastrutture. Questi ultimi mettono in moto imprese, addetti ai lavori, competenze, riducono i costi di trasporto, attivando efficacemente lo sviluppo sul territorio. E’ importante inoltre puntare sull’innalzamento della qualità della vita delle persone – così come stabilito dagli obiettivi di servizio della UE – elevando il livello di istruzione, costruendo nuovi asili nido, intervenendo sulle risorse idriche, elaborando nuove strategie per di welfare” ha concluso D’Antonio.

CRISI FINANZIARIA, VERTICE IN REGIONE CON IMPRESE E SINDACATI
BASSOLINO: “SERVE UN FRONTE COMUNE PER SOSTENERE LO SVILUPPO E POTENZIARE LE POLITICHE SOCIALI”
Si è tenuto oggi a palazzo Santa Lucia il tavolo tra esponenti del governo regionale e rappresentanti di imprese e sindacati per individuare soluzioni e strategie utili a fronteggiare i riflessi della crisi finanziaria sul sistema economico campano e meridionale.
Per la Regione Campania erano presenti il presidente Antonio Bassolino, l’ass. al Bilancio Mariano D’Antonio, l’ass. alle Attività produttive Andrea Cozzolino, l’ass. alle Infrastrutture Ennio Cascetta, l’ass. al Welfare Lilly De Felice. Le imprese erano rappresentate dai vertici di Confindustria Campania, Confcommercio, Confapi, le forze sindacali dai segretari regionali di Cgil, Cisl, Uil e Ugl.
Queste le decisioni operative assunte nel corso della riunione:

– i rappresentanti di imprese e sindacati, d’intesa con la Regione Campania, elaboreranno nei prossimi giorni un documento unitario per sottoporre al governo nazionale l’urgenza di fronteggiare i riflessi della crisi finanziaria nel Mezzogiorno. Il documento ribadirà l’urgenza di escludere gli investimenti realizzati coi fondi strutturali dal patto di stabilità, così da liberare nuove risorse da immettere sul mercato. Saranno formulate inoltre proposte e interventi concreti che saranno attuate dalle realtà istituzionali, produttive e sociali a livello regionale.

– presso l’assessorato alle Attività Produttive verrà istituito un nucleo di monitoraggio sulle conseguenze della crisi finanziaria nel sistema economico campano, sulla situazione degli ammortizzatori sociali e sulla validità degli strumenti di sostegno allo sviluppo che saranno messi in atto.

– entro le prossime settimane, la Regione Campania organizzerà una grande iniziativa pubblica di confronto con le forze politiche, economiche e sociali presenti sul territorio per fare il punto sull’andamento dell’economia campana nel 2008 e per anticipare la programmazione e gli interventi relativi al nuovo anno.

– la Regione, d’intesa con il Tavolo di partenariato, elaborerà un nuovo bando per mettere a disposizione del sistema imprenditoriale campano ulteriori strumenti di sostegno allo sviluppo e alla crescita economica legati a obbiettivi di servizio europei (innalzamento qualità della vita, potenziamento delle infrastrutture, rafforzamento delle politiche di welfare e dell’ambiente).

“Stiamo attraversando una fase molto delicata – ha detto il Presidente Bassolino in apertura di riunione – ed è evidente che le nostre forze da sole non bastano per fronteggiare le ricadute locali di una crisi globale. Per questo dobbiamo fare fronte comune, cercare soluzioni condivise al nostro interno e muoverci per sensibilizzare governo e parlamento sulla particolare situazione del Mezzogiorno, dove la crisi rischia di essere ancora più grave che altrove”. Il governatore ha poi insistito sulla necessità di lavorare assieme a imprese e sindacati su due livelli, sia concertando iniziative e strumenti efficaci per sostenere la crescita, sia adeguando gli strumenti di welfare alle situazioni di disagio per i ceti e le famiglie più deboli. “Siamo impegnati per rendere sempre più efficace la spesa dei fondi europei – ha ricordato Bassolino – e in questo particolare frangente spingeremo ancora di più su questo fronte. Bisogna supportare la crescita delle imprese, intervenire con decisione, come abbiamo iniziato a fare, sul caro prezzi e sostenere le famiglie dal reddito medio-basso. Queste sono le grandi urgenze su cui le istituzioni, le imprese e le forze politico-sociali della Campania devono concentrarsi per fronteggiare la crisi in atto” ha concluso Bassolino.

VERTICE CRISI, DE FELICE: “PUNTIAMO SU SERVIZI ALLA PERSONA”
“Servono investimenti forti e mirati nelle infrastrutture immateriali di servizi alla persona, soprattutto rivolte a lenire i disagi delle fasce deboli più. Stiamo lavorando con grande impegno su questo fronte, perché siamo convinti che in questo modo potremo migliorare la qualità della vita dei cittadini e generare nuova occupazione. Gli interventi di welfare devono agire in modo integrato con altre politiche, e in questo senso la proposta all’assessore Montemarano sull’integrazione socio-sanitaria va attuata quanto prima. Un’altra forma di integrazione possibile è con l’urbanistica, per dare nuove risposte sull’housing sociale”.

REGIONE CAMPANIA COMUNICATI UFFICIO STAMPA DEL 27 OTTOBRE 2008


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.