GELMINI A NAPOLI – GABRIELE, CORTESE, RISPOLI: “SCAMPIA NON E’ PASSERELLA MEDIATICA”
Gli assessori all’Istruzione della Regione Campania Corrado Gabriele, della Provincia di Napoli Angela Cortese e del Comune di Napoli Gioia Rispoli esprimono “sconcerto e rammarico” per le modalità in cui si è svolta la visita del ministro Gelmini presso l’istituto ITC Galileo Ferraris a Scampia. “Abbiamo più volte invitato il ministro in Campania – sottolineano i tre assessori – senza mai ottenere risposta. La sua visita sarebbe stata l’occasione per un confronto franco e sereno sulla situazione della scuola a Napoli e in Campania, dove diverse migliaia di insegnanti e lavoratori rischiano di perdere il posto di lavoro in seguito ai tagli del governo. Una situazione insostenibile, che gli enti locali campani stanno cercando di tamponare utilizzando ingenti risorse ordinarie ed europee. Senza una forte collaborazione tra tutti i livelli istituzionali, qualsiasi investimento non sarà mai abbastanza forte per cambiare marcia alla scuola italiana. Spiace invece che il ministro Gelmini abbia scelto oggi la via del non confronto, utilizzando Scampia – un quartiere dove lavoriamo ogni giorno per contrastare il disagio sociale – semplicemente come passerella mediatica”.

MORTE POLIZIOTTI, IL CORDOGLIO DI VALIANTE
Il vicepresidente della Regione Campania ed assessore alla Sicurezza delle città Antonio Valiante ha espresso il “cordoglio della giunta regionale” per la scomparsa di Francesco Alighieri e Gabriele Rossi, i due poliziotti della questura di Torino aggregati a Caserta, deceduti a seguito di un incidente stradale nel corso di un inseguimento di una vettura non fermatasi all’alt sulla Nola-Villa Literno.
“Siamo – sottolinea Valiante – fortemente addolorati per l’accaduto. Esprimiamo la nostra particolare vicinanza alle forze dell’ordine e a tutti coloro che sono impegnati in una importante iniziativa di contrasto alla camorra, per ripristinare la legalità e garantire la sicurezza pubblica sul territorio casertano.
“Ai familiari di Alighieri e di Rossi giungano i sentimenti della nostra profonda solidarietà”.

MORTE POLIZIOTTI, GABRIELE: “MAGGIORI RISORSE PER LA LOTTA AI CLAN”
L’assessore regionale al Lavoro della Campania Corrado Gabriele esprime “profondo cordoglio per i due poliziotti che stamattina hanno perso la vita durante un inseguimento tra Villa Literno e Casapesenna.
“Il sacrificio – dice Gabriele – dimostra che le nostre forze di polizia mettono quotidianamente a repentaglio la propria vita per difendere i cittadini e che c’è bisogno di maggiori risorse per le unità impegnate nella lotta ai clan.
“Purtroppo, siamo di fronte ad una tragedia nella tragedia. Gli agenti morti erano infatti nel pieno esercizio delle proprie funzioni e si aggiungono quindi alla insopportabile lista di morti sul lavoro che insanguinano il nostro territorio”, conclude Gabriele.

PATTO DI STABILITA’, VIA LIBERA AI PAGAMENTI CON FONDI UE 2000-2006.
BASSOLINO:“IMPORTANTE ASSUNZIONE DI RESPONSABILITA’ DELLA GIUNTA, ORA TOCCA AL GOVERNO”
D’ANTONIO: “RISPONDIAMO A ESIGENZE DEL SISTEMA ECONOMICO CAMPANO”
La giunta regionale della Campania, su proposta dell’assessore Mariano D’Antonio, ha approvato oggi all’unanimità una delibera con la quale autorizza l’Area Bilancio a emettere mandati di pagamento per investimenti già realizzati, a valere sulla quota regionale di cofinanziamento del POR 2000/2006, anche in deroga al vigente patto di stabilità.
La delibera è stata assunta infatti tenendo conto della volontà espressa da autorevoli esponenti del governo in merito all’esclusione degli investimenti operati coi fondi europei dai conteggi validi per il rispetto del Patto di stabilità interno previsto per le Regioni.
D’altronde, nella seduta di ieri 25 settembre della Conferenza delle Regioni, i Presidenti di tutte le Regioni e delle Province autonome hanno chiesto un incontro urgente al premier Berlusconi per discutere del fabbisogno sanitario e dell’esclusione della spesa dei fondi comunitari dal Patto di stabilità.
La liquidazione delle spese del POR 2000/2006 risponde alle necessità di enti locali e imprese che hanno portato a compimento gli investimenti programmati e che da mesi attendono di essere pagati. Le liquidazioni finora erano state impedite dai vincoli del patto di stabilità.
“La delibera approvata oggi – ha dichiarato il presidente della giunta regionale Antonio Bassolino – è un’importante assunzione di responsabilità da parte della giunta di fronte al sistema economico regionale. Ci siamo confrontati più volte col governo, dal quale abbiamo ricevuto un impegno su questo fronte. La Regione ha fatto la sua parte. Adesso è fondamentale che il Parlamento, su proposta dell’esecutivo, approvi un emendamento alla legge finanziaria che consenta a tutte le Regioni dell’Obiettivo 1, cioè alle Regioni del Mezzogiorno, di completare il ciclo di spesa del POR 2000/2006, evitando così il disimpegno di una quota delle risorse comunitarie” ha concluso Bassolino.
“La delibera della Giunta – ha sottolineato l’assessore al Bilancio Mariano D’Antonio – permette di soddisfare impegni già assunti dalle amministrazioni pubbliche nei confronti degli imprenditori coinvolti nella realizzazione di infrastrutture, opere pubbliche e nella realizzazione di investimenti privati sorretti da incentivi. La nostra decisione giunge in un momento particolarmente difficile per l’economia regionale che quest’anno è stata sottoposta a shock esterni ed interni, dall’aumento dei prezzi del petrolio e delle materie prime, al razionamento del credito seguito alla crisi dei mercati finanziari, ai contraccolpi dell’emergenza rifiuti. In questa situazione la spesa residua dei fondi comunitari contribuisce ad alleggerire i disagi della popolazione” ha concluso D’Antonio.
RC AUTO, COZZOLINO SCRIVE A SCAJOLA PER CHIEDERE CONTENIMENTO DELLE TARIFFE A NAPOLI
L’assessore regionale all’Agricoltura e alle Attività Produttive Andrea Cozzolino ha inviato una lettera al ministro dello Sviluppo Economico Claudio Scajola sollecitando “la convocazione di un tavolo nazionale con i rappresentanti delle compagnie assicurative per armonizzare le tariffe delle polizze auto che in Campania, e in particolare a Napoli e provincia, sono di gran lunga più elevate che nel resto d’Italia”. La costituzione del tavolo nazionale sulle RC Auto rientra nel “Decalogo della Regione Campania contro il caro-prezzi” presentato lo scorso 18 settembre e in approvazione il prossimo 2 ottobre.Quello delle elevate tariffe RC Auto è “un tema particolarmente sentito”, scrive Cozzolino. “Gli abitanti della Campania avvertono come una vera e propria ingiustizia il meccanismo attualmente vigente, che colpisce gli automobilisti onesti e non penalizza i disonesti”.”La questione delle tariffe assicurative e, più in generale, il caro-prezzi dei generi di prima necessità, quali pasta, pane, olio, e così via, è diventata una vera e propria emergenza sociale, che colpisce una fascia di cittadini sempre più ampia, in particolare i giovani, le famiglie monoreddito e i redditi da lavoro dipendente”, spiega Cozzolino. Per questo, bisogna “mettere in campo politiche che abbiano efficacia sul piano del contenimento dei prezzi. E ciò può avvenire solo se tutti gli attori della filiera istituzionale, le organizzazioni dei produttori, i commercianti, i sindacati individuano percorsi e obiettivi comuni”, conclude Cozzolino.

REGIONE CAMPANIA. COMUNICATO UFFICIO STAMPA DEL 26 SETTEMBRE 2008


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.