COZZOLINO SU MOZIONE DEL SENATO A SOSTEGNO DELLA DIETA MEDITERRANEA PATRIMONIO DELL’UMANITA’.
“La mozione del Senato per il riconoscimento della dieta mediterranea come patrimonio culturale immateriale dell’umanità è un grande riconoscimento e un’importante iniezione di fiducia per tutto il nostro sistema agroalimentare, che abbraccia tutti gli ambiti alimentari tipici del modo di mangiare mediterraneo”, ha dichiarato l’assessore regionale all’Agricoltura e alle Attività produttive Andrea Cozzolino a proposito del voto unanime di Palazzo Madama sulla mozione che impegna il Governo a sostenere la candidatura avanzata all’Unesco.
“Non a caso – ha aggiunto Cozzolino – la dieta mediterranea è stata caratterizzata e definita circa quarant’anni fa proprio studiando le abitudini alimentari della nostra regione.
“La filiera agroalimentare è una delle eccellenze produttive del sistema campano che maggiormente è cresciuta in questi anni anche grazie all’utilizzo dei fondi strutturali. Da oggi abbiamo uno stimolo in più per continuare a lavorare su questa strada e consolidare ulteriormente i risultati fin qui raggiunti”, ha concluso l’assessore.

REGIONALIZZAZIONE SVILUPPO ITALIA, VALIANTE E COZZOLINO CHIEDONO AL GOVERNO L’APERTURA DI UN TAVOLO IMMEDIATO DI CONFRONTO”.
Il vicepresidente della Regione Campania con delega alle Risorse umane Antonio Valiante e l’assessore alle Attività produttive Andrea Cozzolino, in merito alla regionalizzazione di Sviluppo Italia, con il trasferimento presso ogni regione di personale e funzioni della struttura, sollecitano l’apertura di un immediato tavolo di confronto con i ministri dello Sviluppo e dell’Economia e con l’amministratore delegato di Sviluppo Italia.
Riteniamo fondamentale – sottolineano Valiante e Cozzolino – discutere nel merito della vicenda. La Regione Campania è disponibile a fare la propria parte, formulando un progetto che definisca con puntualità le funzioni e le attività da trasferire nella nuova struttura.
“E’ necessario, in ogni caso, accompagnare il processo con la garanzia di mantenere inalterati i livelli occupazionali fino alla definizione della regionalizzazione” concludono Valiante e Cozzolino.

REGIONE CAMPANIA. COMUNICATI UFFICIO STAMPA DEL 26 GIUGNO 2008


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.