MUTUI, INTESA REGIONE-ABI CAMPANIA PER FAVORIRE CREDITO A IMPRESE AGRICOLE SUI FONDI EUROPEI . COZZOLINO: “IMPRESE – ISTITUZIONI -BANCHE ALLEANZA STRATEGICA PER LO SVILUPPO”.

La Regione Campania e la Commissione regionale Abi Campania hanno sottoscritto un protocollo d’intesa per favorire l’accesso al credito degli imprenditori del settore agricolo e della pesca nell’ambito degli interventi del Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 e del Programma Operativo Nazionale per la Pesca.
Il documento è stato siglato dall’assessore regionale all’Agricoltura e alle Attività Produttive Andrea Cozzolino e dal presidente della Commissione Abi Campania, Luigi Gargiulo.
Attraverso quest’intesa, la Regione e l’Abi si impegnano a promuovere convenzioni con gli istituti bancari per attivare procedure più snelle e semplificate per l’accesso al credito previsto dai finanziamenti Psr e Programma Operativo Nazionale per la Pesca.
Nel dettaglio, le misure del Psr 2007-2013 su cui sarà possibile accedere al credito agevolato sono:
• “Insediamento di giovani agricoltori” con “Ammodernamento delle aziende agricole”;
• Ammodernamento delle aziende agricole;
• Accrescimento del valore economico delle foreste;
• Accrescimento del valore aggiunto dei prodotti agricoli e forestali;
• Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo e alimentare e settore forestale;
• Infrastrutture connesse allo sviluppo e all’adeguamento dell’agricoltura e della silvicoltura”;
• Sostegno alle associazioni di produttori per attività di informazione e promozione riguardo ai prodotti che rientrano nei sistemi di qualità”;
• Imboschimento di terreni agricoli;
• Imboschimento delle superfici non agricole;
• Ricostituzione del potenziale forestale e interventi preventivi;
• Diversificazione in attività non agricole;
• Sostegno alla creazione e allo sviluppo di microimprese;
• Incentivazione di attività turistiche;
• Servizi essenziali alle persone che vivono nei territori rurali;
• Rinnovamento dei villaggi rurali;
• Sviluppo tutela e riqualificazione del patrimonio rurale;
• Strategie di Sviluppo Locale;
• Cooperazione;
• Gestione dei gruppi di azione locali, acquisizione di competenze e animazione sul territorio;
Le misure, invece, del Programma Operativo Nazionale per la Pesca su cui sarà possibile accedere al credito agevolato sono:
• Aiuti per investimenti a bordo e selettività;
• Aiuti pubblici alla piccola pesca costiera;
• Aiuti in materia di compensazione socio-economica;
• Investimenti produttivi nel settore dell’acquacoltura;
• Misure Idroambientali;
• Misure sanitarie;
• Misure veterinarie;
• Acque interne;
• Trasformazione e commercializzazione;
• Azioni collettive;
• Misure tese a preservare e sviluppare la flora e la fauna acquatiche;
• Porti, luoghi di sbarco e ripari di pesca;
• Sviluppo di nuovi mercati e campagne promozionali;
• Progetti pilota;
• Modifiche dei pescherecci per destinarli ad altre attività;
• Sviluppo sostenibile delle zone di pesca;
• Assistenza tecnica;

Il protocollo d’intesa sarà seguito dalla stipula, da parte della Regione, di apposite convenzioni con i singoli istituti bancari con cui saranno disciplinate le procedure amministrative da seguire per l’attivazione dello strumento.
“L’alleanza tra istituzioni, imprese e mondo bancario è fondamentale per far ripartire la crescita e lo sviluppo creando nuova e buona occupazione – dichiara l’assessore regionale all’Agricoltura e alle Attività Produttive Andrea Cozzolino.”In questo momento, abbiamo bisogno di liberare quante più risorse è possibile a favore del mondo dell’impresa e della produzione. L’accordo che abbiamo sottoscritto oggi va esattamente in questa direzione. Si rende più facile l’accesso al credito e si velocizzano le procedure bancarie per tanti operatori del mondo dell’agricoltura e della pesca che avranno a disposizione dalle prossime settimane oltre 800 milioni di risorse pubbliche attivate grazie al Psr e circa 90 milioni attivate grazie al Programma Operativo Nazionale per la Pesca. Ora dobbiamo continuare lavorare in sinergia col mondo bancario per chiudere nelle prossime settimane le convenzioni con i singoli istituti e rendere, in questo modo, subito operativo e fruibile questo importante strumento”.

“Credito e Agricoltura sono divenuti oggi un binomio inscindibile in un contesto sempre più attuale e stimolante che coinvolge due mondi un tempo apparentemente distanti per antica reciproca scarsa conoscenza”, afferma il presidente della Commissione Abi Campania Luigi Gargiulo. “Con questo protocollo si vuole finalmente migliorare questo dialogo, dare un’inversione di tendenza ad un rapporto tra impresa agricola e sistema bancario in piena evoluzione, caratterizzato da un rinnovato interesse nei confronti del settore primario da parte del comparto creditizio. Da qui nasce l’idea di prevedere un Accordo che aiuti l’imprenditore agricolo nel dialogare con il sistema bancario per accedere a quelle risorse finanziarie necessarie per portare a completa realizzazione l’investimento agevolato dalle Misure del PSR Campania.”Il protocollo prevede procedure snelle e semplificate, tempi certi di risposta nel portare a termine l’iter istruttorio delle richieste di finanziamento, condizioni chiare e trasparenti. “Le banche italiane si sono fatte trovare ancora una volta pronte, al fianco delle Istituzioni, per dare il proprio contributo. La Commissione regionale ABI della Campania si impegnerà, quindi, a fare del suo meglio nella regione, prevedendo degli incontri a livello territoriale per dare un’informativa adeguata sui contenuti del Protocollo al fine di consentire un’ampia adesione”, conclude Gargiulo.

REGIONE CAMPANIA. COMUNICATO UFFICIO STAMPA DEL 31 OTTOBRE 2008


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.