Campania in ritardo sugli incentivi ministeriali per le due ruote

L’Anea: “Proporremo un’intesa all’Anci Campania”

Da lunedì 5 ottobre sconti del 20 per cento per l’acquisto di ciclomotori ecologici

“La Campania non ha saputo cogliere l’opportunità degli incentivi ministeriali per l’acquisto delle biciclette, è nettamente in ritardo rispetto alle altre regioni.
Speriamo che almeno recuperi sugli incentivi ai motocicli che partono lunedì 5 ottobre” afferma Michele Macaluso, direttore generale dell’Anea (Agenzia napoletana energia e ambiente) che proporrà all’Anci Campania un’intesa per agevolare la fruizione dei fondi, anche attraverso una più capillare informazione delle iniziative sui siti istituzionali dei singoli enti, come già avviene da tempo con il Comune di Napoli.

Il 68% del totale incentivi bici – 7,7 milioni di euro esauriti in soli 4 giorni – infatti, è finito al Nord, il 17% al Centro Italia, poco più del 9% al sud e il 4% alle isole.
Le regioni che più di altre hanno chiesto gli incentivi statali sono la Lombardia, il Veneto e l’Emilia Romagna, mentre la Campania si colloca solo al 14esimo posto con 987 biciclette acquistate e un contributo di 107mila euro: meno di un decimo rispetto ai volumi della Lombardia che si è aggiudicata 1,2 milioni di euro per l’acquisto di 11mila bici.

Ora tocca ai motorini a cui sono stati destinati 5,1 milioni di euro, previa rottamazione del vecchio Euro 0 e Euro 1.
Si parte lunedì 5 ottobre e bisogna fare in fretta perché gli incentivi sono ad esaurimento.
Sarà necessario rivolgersi ai principali concessionari e attivare la procedura attraverso il portale Unicredit banca (http://www.unicreditbanca.it) per ottenere uno sconto del 20% (massimo 500 euro) per un ciclomotore 50 cc Euro 2 a 4 tempi e uno sconto dell’8% (massimo 180 euro) per un ciclomotore 50 cc Euro 2 a 2 tempi standard.
Per avere maggiori informazioni sarà utile rivolgersi a tutte le agenzie del gruppo Unicredit (Unicredit banca, Unicredit Banca di Roma, Banco di Sicilia) oppure inviare una mail a incentiviciclomotori@minambiente.it o ancma@ancma.it.

“Un’occasione da prendere al volo per svecchiare il parco veicolare delle due ruote napoletane e contribuire così a ridurre l’inquinamento in città” dichiara Michele Macaluso (Anea). Napoli, infatti, è la città a più alta densità di ciclomotori e motorini (2700 per chilometro quadrato) e quella che più subisce gli effetti dei fumi di scappamento delle due ruote.
Napoli, 2 ottobre

INFO
ANEA – Agenzia Napoletana Energia e Ambiente
Ufficio stampa Luisa Maradei
Via Toledo, 317 – 80132 Napoli
Tel. + 39 081 409459 – Fax. + 39 081 409957
e-mail: ufficiostampa.anea@tin.it – sito internet: www.anea.eu


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.