RIFIUTI, BASSOLINO: “POSITIVA RIUNIONE COL GOVERNO A NAPOLI”
Il Presidente della Regione Campania Antonio Bassolino ha espresso il suo apprezzamento per la presenza oggi a Napoli del Presidente del Consiglio Berlusconi e di importanti rappresentanti dell’esecutivo. “E’ stata una riunione molto utile, in cui governo, istituzioni locali e forze dell’ordine hanno fatto il punto della situazione sull’emergenza rifiuti e sulle diverse soluzioni messe in campo. Al premier ho sottolineato che, nonostante i tanti sforzi e i primi passi in avanti compiuti, il sistema resta strutturalmente troppo fragile e ci espone al rischio di nuove crisi in caso difficoltà impreviste. Per questo bisogna ampliare la nostra capacità di smaltimento, con discariche tali da avere ampi margini per completare il ciclo, e fare in modo che il decreto approvato dal governo diventi legge senza stravolgimenti”.

CORRADO GABRIELE RICORDA MIMMO NOVIELLO, VITTIMA DELLA CAMORRA
L’Assessore regionale all’Istruzione, Formazione e Lavoro Corrado Gabriele esprime con i cittadini, i giovani e le associazioni profonda solidarietà nel ricordare Mimmo Noviello l’imprenditore di San Cipriano d’Aversa ucciso giovedì 15 maggio, vittima innocente della camorra. Sabato 31 maggio la città lo ricorderà con una manifestazione pubblica, che prenderà il via alle ore 10 dal Palazzo Comunale- Centro Storico di Castel Volturno e confluirà al campo sportivo di Baia Verde, luogo dell’assassinio di Mimmo Noviello. “La giornata dedicata ad un imprenditore coraggioso, ha dichiarato Gabriele – porterà per le strade del litorale Domitio la volontà di riscatto sociale e la testimonianza in ricordo di tutte le vittime innocenti della camorra. Un sistema criminale che sta rispondendo con efferatezza nel tentativo di recuperare, con il terrore, quel potere che sembra vacillare per l’azione delle Istituzioni ,dei collaboratori di giustizia e per le coraggiose denunce di quanti, imprenditori e cittadini, appaiono pronti a sacrificarsi e a reagire al clima di omertà. Una nuova stagione di antimafia sociale e una nuova grammatica di partecipazione civile e libera è il confine a cui i giovani della Campania debbono guardare.”

REGIONE CAMPANIA.COMUNICATI UFFICIO STAMPA DEL 30 MAGGIO 2008


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.