COMUNICATI STAMPA DEL 30 SETTEMBRE 2009

TRE GIORNI PER LA SALUTE, L’ADESIONE DI REGIONE, ARSAN E ASL.
Regione, Arsan ed Aziende sanitarie locali hanno aderito alla manifestazione “La tre giorni per la salute”, promossa dal ministero della Salute in contemporanea nelle città di Napoli, Roma e Verona.
L’evento si svolgerà il 2, 3 e 4 ottobre nella villa comunale di Napoli e punta a richiamare l’attenzione sui corretti stili di vita, in particolare ponendo l’accento sulle abitudini alimentari.
Una tematica di grande attualità nella nostra regione, considerato che un recente studio condotto dall’Assessorato alla Sanità nelle scuole elementari ha posto in evidenza come la percentuale di bambini obesi in Campania sia fra le più alte d’Italia.
Assessorato ed Arsan, con le Asl, saranno presenti con un proprio stand.
Personale sanitario specializzato offrirà piccole consulenze e provvederà alla distribuzione di materiale informativo e divulgativo sulle iniziative poste in essere dalla Regione Campania.

————————————-
SALUTE: GLI ASSESSORI DE FELICE (POLITICHE SOCIALI) E SANTANGELO (SANITÀ) INVITANO GLI ENTI COMPETENTI A VIGILARE SULLA TUTELA SOCIOSANITARIA DEI MINORI IN AFFIDO
Gli assessori regionali alle Politiche Sociali Alfonsina De Felice e alla Sanità Mario Santangelo hanno emanato una circolare congiunta con cui si ribadisce l’esigenza di garantire ai bambini ed ai ragazzi affidati a famiglie e a comunità i controlli sociosanitari a tutela della salute.
Il provvedimento è rivolto ai commissari straordinari delle Aziende Sanitarie Locali, ai Comuni capofila degli Ambiti Territoriali, ai referenti sociosanitari aziendali e ai responsabili dei dipartimenti materno – infantile.
“Interveniamo – spiegano gli assessori De Felice e Santangelo – per tutelare il diritto alla salute di minori affidati a famiglie o alle comunità. E’ importante che i genitori affidatari e gli operatori delle comunità sentano la stessa responsabilità prevista dalla potestà parentale e agiscano con la giusta sensibilità per garantire ai bambini e ai ragazzi che hanno in carico i controlli necessari al benessere fisico nei tempi e con gli adempimenti previsti dalla legge’’.

——————————
SANITA’, APPROVATI DECRETI COMMISSARIALI PER GARANTIRE CONTINUITA’ DELLE PRESTAZIONI, INVESTIMENTI EDILIZI, ACCORPAMENTO DEI DISTRETTI E BLOCCO DEL TURN-OVER
Il Presidente della Regione Campania Antonio Bassolino, nella qualità di Commissario ad acta per l’attuazione del piano di rientro dal disavanzo sanitario, ha approvato i seguenti decreti:
– Continuità delle prestazioni: per garantire la continuità delle prestazioni sanitarie erogate dalle strutture private, è stata disposta l’unificazione dei tetti di spesa, rendendo così immediato l’utilizzo del 15% dei fondi ancora disponibili, in precedenza riservati ai mesi di novembre e dicembre. Il decreto stabilisce inoltre che, a partire dal prossimo anno, il budget necessario per il pagamento delle prestazioni ai centri convenzionati sarà distribuito su tutte le 12 mensilità. Viene infine fissato al 31 ottobre 2009 il termine ultimo per la firma dei contratti tra le Asl e gli operatori privati.
– Accorpamento distretti e riduzione delle duplicazioni: i direttori generali e i commissari straordinari delle Asl devono individuare entro i prossimi trenta giorni le sedi dei nuovi distretti secondo il piano di accorpamento già approvato dalla giunta regionale. I vertici aziendali dovranno inoltre unificare le attività dirigenziali che risultano ancora duplicate.
– Personale: i direttori generali dovranno monitorare entro i prossimi trenta giorni le modalità di utilizzo dei fondi per la contrattazione integrativa aziendale, allo scopo di razionalizzare la spesa per le risorse umane. Viene richiesta inoltre una rigorosa ricognizione delle procedure di reclutamento del personale per verificare il rispetto del patto di rientro.
– Razionalizzazione del debito: le aziende sanitarie dovranno, entro i prossimi 30 giorni, effettuare un’approfondita ricognizione dei contenziosi in atto allo scopo di verificarne le possibili incidenze sul bilancio in corso.
– Altri interventi: viene avviata una puntuale verifica della razionalizzazione della rete dei laboratori presenti sul territorio, sulla base del piano di riorganizzazione già approvato dalla giunta regionale. Viene inoltre richiesto alle aziende sanitarie di adottare le misure necessarie per ridurre i ricoveri impropri e le prestazioni inappropriate. E’ stato infine stabilito che i direttori generali e i commissari straordinari formulino nuove proposte per interventi di edilizia sanitaria e di ammodernamento tecnologico, tenendo conto del processo di accorpamento dei distretti sanitari.
E’ prevista infine la sospensione del direttore generale o del commissario straordinario in caso di mancata attuazione di ciascun decreto.
“I decreti firmati oggi – ha dichiarato il presidente della giunta regionale Antonio Bassolino – rappresentano un ulteriore e importante passo in avanti nella riorganizzazione della sanità regionale, sempre più tesa a migliorare la qualità dell’assistenza e a razionalizzare i costi. In particolare – ha proseguito Bassolino – puntiamo a spostare giustamente sul territorio funzioni svolte in modo improprio in strutture ospedaliere e a migliorare la qualità dell’offerta sanitaria sia nella parte pubblica che in quella privata”.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.